Roma agricola – Cooperativa il Trattore

Agricoltura biologica, un vivaio di piante grasse, progettazione e manutenzione del verde, il tutto funzionale agli scopi sociali che da sempre ispirano le attività della cooperativa

I nostri sensi si affinano, cerchiamo spazio, aria più leggera, profumi, colori, sapori più veri. Il verde è magnetico, la rigenerazione un mantra. 

 

Per la quinta tappa della panoramica sulle realta agricole del territorio di Roma siamo andati all’interno della riserva naturale della Valle dei Casali, precisamente a via del Casaletto 400, presso la cooperativa Il Trattore.

 

 

Fondata nel 1980 da un gruppo di giovani, studenti di agraria e persone con esperienze di volontariato e servizi sociali, inizialmente si stabilisce presso il Forte Ostiense, cominciando a coltivare tre ettari che però dopo circa cinque anni tornano in possesso del Ministero della Difesa.

 

A seguito di un accordo con l’assessorato ai servizi sociali del Comune di Roma per continuare a prestare i servizi sociali ed agricoli alla comunità, la cooperativa si sposta a via del Casaletto, affittando quattro ettari di terra pubblica.

 

 

In passato abbandonato ed incolto, il terreno è stato sin dal principio coltivato secondo un’agricoltura stagionale e biologica; gli ortaggi vengono venduti presso il punto vendita aziendale ma anche consegnati a casa ogni settimana e per evitare ogni spreco anche venduti sulla piattaforma Too Good to Go.

La cooperativa con il tempo ha affiancato servizi di progettazione e manutenzione del verde alle attività agricole, inserendo con successo individui con difficoltà anche in questo ambito; tra le aree verdi di cui si occupano c’è anche il cimitero acattolico alla Piramide!

Vengono inoltre organizzati laboratori ed attività didattiche con le scuole per avvicinare i più piccoli all’orto e seguire le varie fasi dalla preparazione del terreno, alla semina, fino al raccolto!

Da un paio di anni ospita anche il vivaio Minima Urbania, il cui lavoro legato alla diversità e resilienza sposa gli ideali sociali ed agricoli della cooperativa. Il vivaio ha qui due serre, dove vengono riprodotte e cresciute tante varietà di piante grasse, le cui piante madri sono cresciute nel giardino della loro altra sede a Siracusa, in Sicilia. Anche il vivaio organizza laboratori pratici e seminari e offre consulenze nella progettazione del verde, così come praticantati, programmi di inclusione sociale ed eventi.

 

 

Tutte le attività agricole sono state scelte dalla cooperativa per poter inserire socialmente e lavorativamente persone svantaggiate o a rischio di esclusione, permettendo così loro di esprimere le loro capacità, avere un reddito ed essere parte attiva della cittadinanza. Infatti i lavori pratici e a stretto contatto con la natura sono perfetti per i lavori sociali a cui la cooperativa ha deciso di dedicarsi.

 

Il Trattore è così uno spazio per coltivare benessere ed allo stesso tempo offre produzioni di qualità su un terreno pubblico che, come i vari altri che abbiamo visitato, è stato rigenerato e si propone come spazio inclusivo, dove tutti sono benvenuti!

 

Per una visita, il punto vendita ed il vivaio sono sempre aperti, dal lunedì al sabato!

 

Per info e aggiornamenti:

https://www.iltrattore.it/it/la-cooperativa

http://www.minimaurbania.com/things-we-do/

https://www.facebook.com/iltrattorecoop

 

 


Le altre tappe di Roma agricola

La Cooperativa Agricola Coraggio

La Cooperativa CO.BR.AG.OR

La Cooperativa Agricoltura Nuova

La Cooperativa Agricoltura Capodarco

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Botteghe storiche e artigiani: un #patrimonio da salvare Il consiglio regionale approva la legge. #Formazione per i mestieri a rischio di estinzione e fondi per promuovere l'eccellenza. Ne sono rimaste 900: erano 5000 negli anni '90 solo in centro 👇📰 diarioromano.it/botteghe-stori…

Vasi, tavoli e ombrelloni in mezzo all’incrocio. A viale Carlo Felice l’ingordigia di un ristoratore gli ha fatto occupare un pezzo di incrocio con i suoi arredi. Ma per i vigili neanche il pericolo per la circolazione è un buon motivo per intervenire #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Vasi, tavoli e ombrelloni in mezzo all’incrocio. 

A viale Carlo Felice l’ingordigia di un ristoratore gli ha fatto occupare un pezzo di incrocio con i suoi arredi. Ma per i vigili neanche il pericolo per la circolazione è un buon motivo per intervenire
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/bejgmcfB8y

#Trasporti. E se il PUMS andasse ripensato? Uno studio dell'Associazione Roma Ricerca Roma mette in evidenza i limiti del Piano e propone una #rivoluzione del ferro: 4 metro e tram. Ma non quello ai Fori... 👇📰diarioromano.it/trasporti-e-se… Retweeted by diarioromano

Il DG aveva detto a @rep_roma che avevamo 200 spazzatrici funzionanti, smentendo noi che sostenevamo ce ne fossero meno della metà operative. Nonostante il supporto di ditte private ancora c'è molto da fare. Vorremmo tanto credergli come fanno @Sabrinalfonsi e @gualtierieurope Retweeted by diarioromano

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close