Occhio alla telecamera che controlla la preferenziale di Lungotevere dei Sangallo!

Chi volesse girare a destra verso il varco ZTL di Largo dei Fiorentini rischia di invadere la preferenziale se vuole evitare di rallentare in mezzo alla strada e poi tagliarla per metà della sua larghezza. Problema segnalato ai vigili ma senza risposta

Un’associazione del centro storico a luglio 2021 ha segnalato alla Polizia Locale (ma anche al Dipartimento Mobilità, SIMU, RSM, ATAC) alcuni problemi collegati alla telecamera installata per controllare la corsia preferenziale di Lungotevere dei Sangallo.

La questione è stata sottomessa anche al “gruppo di ascolto” del Primo Gruppo della Polizia Locale.

 

Questo il testo della segnalazione e le foto allegate:

 

“Scriviamo per segnalare una situazione a nostro avviso problematica creatasi a seguito dell’installazione sul Lungotevere dei Sangallo di una telecamera per rilevare eventuali invasioni della corsia preferenziale Atac. Tale telecamera è stata posizionata poco prima del varco di accesso ZTL di Largo dei Fiorentini.

La corsia preferenziale si estende esattamente fino all’altezza del suddetto varco (vedasi foto in allegato 1), per cui chiunque volesse entrare nel varco dovrebbe, dal centro della carreggiata a sinistra della preferenziale, compiere una curva improvvisa a destra ad angolo retto, tagliando la strada ad un eventuale autobus, bicicletta, monopattino o a qualsiasi altro mezzo provenga dalla preferenziale (autorizzato o meno).

Di fatto, chi si accinge ad entrare nel varco di Largo dei Fiorentini non può fare a meno, visto il protendersi della preferenziale, di sconfinare naturalmente all’interno di essa, sia pure di pochissimo, non per “furberia” ma per impossibilità a fare altrimenti per avvicinarsi all’ingresso (vedasi foto in allegato 2).

Evitare tale operazione e rispettare la preferenziale in modo ortodosso costituisce, soprattutto di notte con il buio (ma anche di giorno), un serio rischio per la sicurezza e costringe a contravvenire all’articolo 142 del codice della strada, che impone in caso di svolta a destra di avvicinarsi preventivamente al margine destro della carreggiata.

A nostro avviso chi entra in Largo dei Fiorentini non deve assolutamente essere messo di fronte all’alternativa tra l’essere multato dalla telecamera per aver invaso la preferenziale, anche minimamente e involontariamente, e il rischiare un incidente tagliando un ampio spazio di carreggiata.

Da sottolineare che il varco in questione è l’unico accesso esistente a Largo dei Fiorentini.

La richiesta è che venga rivista la segnaletica orizzontale dell’ultimo tratto della corsia preferenziale così da creare le giuste condizioni per un ingresso agevole al varco che non sia foriero né di ingiuste sanzioni né di probabili danni e rischi per l’incolumità, propria o altrui.”

 

 

 

 

A distanza di quasi un anno nessuno dei destinatari ha risposto né sono state fatte modifiche alla segnaletica incriminata.

Il problema è che da oggi la telecamera che controlla la preferenziale è attiva e chi si accosterà a destra per dirigersi verso il varco di Largo dei Fiorentini, evitando così di rallentare in mezzo al lungotevere, rischia di venir sanzionato ingiustamente.

 

 

 

A luglio 2021 c’era un’amministrazione capitolina del tutto incapace di accogliere costruttivamente qualsiasi tipo di segnalazione dei cittadini.

Purtroppo la nuova amministrazione appare in totale continuità con la precedente, tant’è che ai cittadini continua a mancare un sistema dove inviare segnalazioni che vengano accolte, valutate e a cui venga data rispsota.

Condividi:

3 risposte

  1. Situazione davvero molto assurda se si pensa anche alla pericolosità che tale divieto comporta specie per i residenti che, forniti di regolare contrassegno, debbono girare a destra per raggiungere la loro abitazione.
    Mi chiedo con quali criteri e con quale logica sia stata apposta la telecamera.
    Mi chiedo anche perché non sia stata ancora fornita una risposta da parte delle autorità competenti.

  2. Dal comando dei vigili di Via Ostiense 131
    dove mi sono recata per avere le immagini dell’infrazione ( la settima, regolarmente pagata) non è stato possibile ottenere ne’ le immagini per via di un problema tecnico irrisolvibile ne’ altro se non un suggerimento ad utilizzare altro percorso. Assurdo anche perché così sarebbero irraggiungibili alcuni preziosi parcheggi per residenti, proprio sul largo stesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Parcheggiare a Termini? E che problema c’è? In quale altra grande città europea si può parcheggiare fuori la stazione centrale in divieto di fermata con la certezza di non essere sanzionati? #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Parcheggiare a Termini? E che problema c’è?

In quale altra grande città europea si può parcheggiare fuori la stazione centrale in divieto di fermata con la certezza di non essere sanzionati?
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/Y0i0TCILyO

Parcheggio Mercato Trieste. I commercianti: “Datelo a noi in gestione” Dopo cinque anni di #chiusura sono finalmente cominciati i lavori per l'adeguamento. Ma se dovesse tornare ad #Atac i problemi si ripeteranno. Il modello del mercato Esquilino 👇📰 diarioromano.it/parcheggio-mer…

Dopo oltre un anno di mandato, anche nella Roma di @gualtierieurope basta un’auto fuori posto per deviare diverse linee tram. Carrattrezzi urgente e denuncia per interruzione di pubblico servizio, questi sconosciuti. twitter.com/InfoAtac/statu…

Voi capite perché insisto nel dire che è URGENTE una Commissione indipendente per far luce sul Trasporto pubblico e sulla Mobilità di Roma da parte di @Europarl_IT, @SenatoStampa e @Montecitorio. Per questo il 1° dicembre depositerò formalmente la petizione. 1/2 twitter.com/romatoday/stat… Retweeted by diarioromano

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Un Giubileo (quasi) senza Metro A

L’irresponsabile gestione delle manutenzioni negli anni passati ha portato alla scadenza della revisione per la gran parte dei treni della metro A. I prossimi saranno anni difficili

Leggi l'articolo »

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close