Cinema Apollo: forse la bonifica dell’amianto dal tetto

Nessun commento

 

Vi abbiamo raccontato la storia dell’ex cinema Apollo pochi mesi fa. La novità di queste ore riguarda la possibilità di trovare i fondi per bonificare l’amianto dal tetto. Una commissione tecnica, incaricata dal Campidoglio, ha accertato la presenza di eternit in fase di sgretolamento sulla copertura dello stabile. Il tetto fu rivestito con polistirolo e carta catramata che lo ha messo in sicurezza per alcuni anni ma l’abbandono dell’intera struttura non ha risparmiato questa parte dell’edificio. La guaina di sicurezza si è aperta in più punti e ora l’amianto sottostante si libera nell’aria.

L’allarme fu lanciato un anno fa da alcuni abitanti che chiesero al Comune un intervento immediato. In questo servizio di Repubblica Tv del luglio 2017 si possono vedere le condizioni disastrose del tetto, ma fino ad oggi nessun passo avanti è stato compiuto.

Una mozione presentata dai consiglieri Pd del I° Municipio approvata a maggioranza, impegnava la Sindaca a mettere in sicurezza l’area a partire proprio dal tetto. La commissione trasparenza ha affrontato il caso pochi giorni fa e ha trovato nelle poste del bilancio comunale la somma necessaria che potrebbe arrivare dal fondo di riserva. C’è chi parla di 1 milione che sarebbe necessario non solo alla bonifica dell’amianto ma anche a mettere in sicurezza il cornicione che sta cadendo a pezzi su via Giolitti. La recinzione sul marciapiede è una farsa e chiunque passa sul quel tratto di strada rischia di essere investito da un pezzo di intonaco.

 

I consiglieri 5stelle presenti in commissione trasparenza hanno preso l’impegno a reperire i fondi entro luglio, ma non è detto che i lavori inizino a fine estate. Potrebbero essere necessari una gara e un capitolato e i tempi si allungherebbero.

Sono tanti i cinema ormai chiusi e abbandonati a Roma, ma la situazione dell’Apollo è particolarmente grave perché di proprietà comunale. Fu acquistato dal Campidoglio durante l’amministrazione Veltroni per evitare che fosse trasformato in una sala Bingo. Fu quindi affidato ad una società privata perché ne facesse un luogo di cultura e spettacolo, ma il Sindaco Alemanno – nel frattempo subentrato – prima cambiò l’accordo con i privati e poi lo fece saltare. Da allora nessuno ha mosso più un dito per evitare il disfacimento di una bella struttura in stile liberty, al centro di una zona degradata.

C’è da augurarsi che la bonifica dall’amianto possa essere l’occasione per ridiscutere il futuro dell’Apollo nel suo complesso.

 

Articoli correlati

Partecipa alla discussione

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con (richiesto)

Tweets

Che i romani non si fidino dei mezzi pubblici è cosa nota. @romamobilita certifica che nel 2019 solo 2 cittadini su 10 li hanno usati. Cresce di poco la bicicletta. #Atac rinvia l'acquisto di 30 nuovi bus. @virginiaraggi @materia__prima. diarioromano.it/?p=38681

Dopo il prolungamento del #lockdown da parte del #Governo al 13 aprile, anche i varchi Ztl resteranno spenti fino alla stessa data. La delibera arriverà oggi. #coronavirus #Roma #photo #news

test Twitter Media - Dopo il prolungamento del #lockdown da parte del #Governo al 13 aprile, anche i varchi Ztl resteranno spenti fino alla stessa data. La delibera arriverà oggi.
#coronavirus #Roma #photo #news https://t.co/NJJJn7THRM
Video diario
Error type: "Forbidden". Error message: "Access Not Configured. YouTube Data API has not been used in project 537752813138 before or it is disabled. Enable it by visiting https://console.developers.google.com/apis/api/youtube.googleapis.com/overview?project=537752813138 then retry. If you enabled this API recently, wait a few minutes for the action to propagate to our systems and retry." Domain: "usageLimits". Reason: "accessNotConfigured".

Did you added your own Google API key? Look at the help.

Check in YouTube if the id PLEjDk_cXPpAVKCrkyvdcyZMDVFWG7MzUp belongs to a playlist. Check the FAQ of the plugin or send error messages to support.