Dopo l’incidente alla stazione Metro A di Repubblica il 23/10/2018, dopo l’intervento della Magistratura che il 23/03/2019 ha chiuso Barberini e ha indagato diverse persone, pensavamo che l’unico disagio rimasto da patire per i cittadini fosse quello degli impianti fermi e delle stazioni chiuse.

E invece no, ieri domenica 9 febbraio, intorno alle 18, un’altra scala mobile ha ceduto a Furio Camillo, mentre pare che fosse in funzione. Tanta paura ma, per fortuna, nessun ferito. ATAC si è subito preoccupata di coprire in fretta la “vergogna” con dei teli neri, ma le foto del danno circolavano ormai in rete. La storia ha aspetti molto inquietanti.

 

 

La stazione di Furio Camillo ha 4 scale mobili. Una di queste era stata appena collaudata con esito positivo il 7 febbraio (appena 2 giorni prima), dopo revisione decennale.

L’impianto che si è rotto aveva invece la revisione decennale che scadeva a gennaio 2018. In quel periodo era pienamente operante il contratto con la Società MetroRoma scarl, quella sotto indagine per l’incidente a Repubblica e per la manutenzione fatta con le fascette. L’impianto collassato a Furio Camillo quindi è stato revisionato appena due anni fa … sì, ma come?

Furio Camillo è una delle stazioni più soggette a chiusura proprio per gli impianti non funzionanti: è stata chiusa ben 9 volte negli ultimi 4 mesi, una media di una volta ogni 2 settimane.

 

 

Era una stazione quindi sotto particolare attenzione, almeno in teoria. Come si spiega un cedimento così grave su scale mobili che dovrebbero durare ancora quasi 20 anni? Quanto è preoccupante la situazione, e cosa stanno facendo per riportare tutti gli impianti in piena sicurezza – propaganda a parte?

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

#Covid: mille persone al mese lasciano la capitale. I paesi e le campagne sono visti come più sicuri. I prezzi al mq nei comuni limitrofi crescono anche grazie allo #smartworking. Ai Castelli boom di residenti. #Roma #29ottobre ▪️ 👇📰 diarioromano.it/covid-meglio-f…

Via Novara, al Nomentano. L’hanno recintata due volte nel corso del 2020 ma di ripararla non si parla proprio. #Roma #fotodelgiorno 📸

test Twitter Media - Via Novara, al Nomentano. L’hanno recintata due volte nel corso del 2020 ma di ripararla non si parla proprio.
#Roma #fotodelgiorno 📸 https://t.co/dr6HHxuf5V

Grazie a Carteinregola si è tenuto il primo confronto pubblico tra i candidati alle primarie del #centrosinistra. Una bella discussione che rappresenta un ottimo inizio. #Roma #28ottobre @giocaudo @tobiazevi @ROMA_News @MonicaCirinna ▪️ 👇📰 diarioromano.it/primo-dibattit… Retweeted by diarioromano

Grazie a Carteinregola si è tenuto il primo confronto pubblico tra i candidati alle primarie del #centrosinistra. Una bella discussione che rappresenta un ottimo inizio. #Roma #28ottobre @giocaudo @tobiazevi @ROMA_News @MonicaCirinna ▪️ 👇📰 diarioromano.it/primo-dibattit…

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close