Il bilancio Atac a confronto con quello di Atm. Due mondi differenti

L'azienda milanese a parità di dipendenti offre un servizio migliore e investimenti cinque volte maggiori. Per Atac l'aiuto del Comune è indispensabile

Abbiamo visto la settimana scorsa come il servizio svolto da ATAC sia andato molto male nel 2019: -12% rispetto quanto richiesto dal contratto, -10% rispetto al concordato, con perdite per mancata produzione per decine di milioni di euro.

Le ripercussioni nel Bilancio non sono ben evidenti, a causa delle variazioni dovute al concordato (con il quale ATAC ha “congelato” in una gestione a parte il debito di 1,4 Miliardi di euro).

Possiamo però vedere quali sono le criticità, comparando ATAC con un’Azienda simile, che risulta in utile da diversi anni e senza bisogno di Concordato: ATM di Milano.

 

Dalla tabella possiamo vedere come a fronte di incassi e costi simili, e di un numero di dipendenti operativi (autisti, macchinisti, etc.) pressoché identico, il servizio offerto ai cittadini da ATM sia superiore (165,5 Milioni di km contro 149,5 di ATAC), ma soprattutto come ATM si possa permettere ben 155,4 Milioni€ di investimenti, a fronte dei soli 27,8 di ATAC (di cui solo una parte destinata al parco mezzi, e solo per attività di revisione).

 

 

Questo significa che ATAC continua ad aver bisogno del necessario supporto economico di Comune / Regione / Stato per l’acquisto di nuovi autobus, tram, filobus e treni, senza il rinnovo dei quali il servizio va sempre più diminuendo, ed il Bilancio finisce progressivamente col segno negativo.

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

2 risposte

  1. Se non ricordo male, il contratto di servizio con il Comune scade nel 2021.
    L’attuale amministrazione che intenzioni ha?
    Coloro che intendono candidarsi alla guida del Comune, che intenzioni hanno?
    (Ci sono forze alternative che si vogliono candidare alla guida del Comune?)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Le linee #Atac più affollate nella prima settimana di #scuola Un nuovo codice indica il grado di affluenza su ogni mezzo. La 451, la 20 e la 409 a maggior rischio. Il 76% degli #studenti non nota miglioramenti nel Tpl ▪️ #25gennaio #Roma 👇📰 diarioromano.it/le-linee-atac-… Retweeted by diarioromano

Le linee #Atac più affollate nella prima settimana di #scuola Un nuovo codice indica il grado di affluenza su ogni mezzo. La 451, la 20 e la 409 a maggior rischio. Il 76% degli #studenti non nota miglioramenti nel Tpl ▪️ #25gennaio #Roma 👇📰 diarioromano.it/le-linee-atac-…

L'interessante, e desolante, resoconto settimanale di @MercurioPsi nella settimana di riapertura delle scuole superiori. Chi risponderà alla domanda sul perché #ATAC NON ha riprogrammato il servizio facendo uscire più mezzi nel pomeriggio? @virginiaraggi twitter.com/threadreaderap…

Era stato ripulito alcuni mesi fa ma il passaggio sotto Ponte Nomentano, altezza via Tripoli, è di nuovo in queste condizioni. #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Era stato ripulito alcuni mesi fa ma il passaggio sotto Ponte Nomentano, altezza via Tripoli, è di nuovo in queste condizioni.
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/Cz4robTMtR

Quale futuro per la #capitale? Due libri a confronto. Nel suo ultimo saggio, Walter Tocci si domanda quale economia e quale forma si darà la #città. E indica la strada per una nuova stagione di prosperità e ambizioni #24gennaio #Roma 👇📰 diarioromano.it/quale-futuro-p… Retweeted by diarioromano

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close