Le fiamme nel Pineto, una tragedia annunciata

Nessun commento

Incendio pineto

 

Nella stringa di ricerca sul nostro sito provate a mettere la parola “Pineto”. Usciranno 11 articoli, pubblicati nell’ultimo anno. Senza allarmismi nel nostro piccolo abbiamo provato ad alzare il velo su un parco abbandonato dalle istituzioni e accudito solo dai volontari. E’ proprio il gruppo dei Volontari Decoro XIII° che ci ha spesso sollecitato interventi e attenzione. Svolge un lavoro silenzioso portato avanti da uomini e donne che puliscono, segnalano le cose che non vanno e vigilano.

I volontari da anni lottano per la tutela di questa area e lo scorso 29 luglio scrivemmo il nostro ultimo articolo su questo sfortunato parco denunciando il pericolo roghi, provocato da barbecue improvvisati, bivacchi notturni, falò di prostitute. Il 6 ottobre, l’amico Franco ci inviava una lettera accorata nella quale riassumeva i problemi gravissimi del Pineto, documentandoli con foto molto chiare. Anche in quel caso il timore dei roghi veniva fatto presente, così come dopo l’incendio divampato a Valle Aurelia provocato dal campo nomadi abusivo, abbiamo segnalato il rischio fuoco.

Insomma non si può dire che la devastazione di ieri sorprenda. Ma i numeri fanno male: circa 60 ettari sono stati distrutti su un totale di 243, quindi un quarto del parco non c’è più. Pini secolari, alberi di alto fusto che avevano impiegato anni per crescere sono stati uccisi in meno di 12 ore non dal fuoco ma dall’incuria dell’uomo. L’ente Roma Natura che sovrintende la gestione del Pineto si è dimostrato troppe volte inefficiente e sordo alle richieste dei volontari. Per ottenere delle campane per la raccolta del vetro, i cittadini hanno dovuto spedire una infinità di lettere all’Ama senza alla fine riuscire ad ottenere quasi nulla. La cancellata che la notte avrebbe dovuto proteggere la zona dagli accampamenti abusivi non è mai stata montata.

Incendio pineto2

Incendio pineto3

Incendio pineto4

 

Erano 24 anni che a Roma non si sviluppava un incendio di queste proporzioni e se è capitato proprio al Pineto non può essere una coincidenza. Il parco più abbandonato di Roma è stato oggetto dell’incendio più vasto dell’ultimo quarto di secolo. E gli altri focolai che ieri hanno investito la città, si sono sviluppati in zone altrettanto degradate. La rampa della Salaria verso Fidene da sempre piena di sterpaglie incolte, via di Pietralata una delle strade meno manutenute di Roma, via Collatina all’altezza di Ponte di Nona protagonista di roghi tossici da anni.

Tutte coincidenze? Sembra strano anche se è ancora presto per stabilire le cause di tutti i roghi. Quello che è certo è il rapporto diretto tra la scarsa manutenzione e il fuoco. Laddove non c’è cura le fiamme hanno campo libero.

La giornata di ieri lascia l’amaro in bocca a tanti romani per bene e soprattutto ai Volontari Decoro XIII° che dopo anni di fatica per tenere pulito un pezzo di parco, oggi se lo trovano ridotto in cenere.

 

Articoli correlati

Partecipa alla discussione

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con (richiesto)

Tweets

Ce ne sono due uno accanto all’altro, posizionati allo stesso modo. La saga dei cassonetti rovesciati non termina. Foto scattata in via G. Benzoni all’#Ostiense . #photo #lettori #decoro #Roma

test Twitter Media - Ce ne sono due uno accanto all’altro, posizionati allo stesso modo. La saga dei cassonetti rovesciati non termina. Foto scattata in via G. Benzoni all’#Ostiense
.
#photo #lettori #decoro #Roma https://t.co/NRbP9S7iac

Elezioni suppletive a Roma. Parliamo di Maurizio Leo, del centrodestra e presentato da @GiorgiaMeloni, nonostante non abbia inviato alcun contributo. diarioromano.it/?p=38235

Tutti stiamo ricevendo simpatici "meme" sul #Coronaviriusitalia. L'ironia serve a sdrammatizzare e riportare nella giusta misura il fenomeno. Abbiamo raccolto alcune delle vignette più divertenti. Perché #prevenzione sì ma #panico e #allarmismo no! diarioromano.it/?p=38207

Video diario
Error type: "Forbidden". Error message: "Access Not Configured. YouTube Data API has not been used in project 537752813138 before or it is disabled. Enable it by visiting https://console.developers.google.com/apis/api/youtube.googleapis.com/overview?project=537752813138 then retry. If you enabled this API recently, wait a few minutes for the action to propagate to our systems and retry." Domain: "usageLimits". Reason: "accessNotConfigured".

Did you added your own Google API key? Look at the help.

Check in YouTube if the id PLEjDk_cXPpAVKCrkyvdcyZMDVFWG7MzUp belongs to a playlist. Check the FAQ of the plugin or send error messages to support.