Pineto: ultimi rantoli di un parco che muore

1 Commento

Gli amici Volontari Decoro XIII° lo sapevano da tempo. La festa, l’ennesima, organizzata da una comunità straniera all’interno del Parco del Pineto avrebbe provocato un degrado senza fine. Ne hanno parlato con la neo presidente del Municipio, hanno allertato le guardie di Roma Natura (l’ente che sovrintende sul Parco), hanno cercato in tutti in modi di evitare che la festa si svolgesse dato che non vi sono le autorizzazioni.

Ma niente! Domenica scorsa, come un destino inesorabile, centinaia di persone hanno bivaccato, mangiato, bevuto all’ombra dei pini secolari. E dopo hanno lasciato tutto lì: rifiuti, piatti e bicchieri di plastica, bottiglie.

Ma non basta: la notte sbandati e disperati di varia provenienza si accampano nell’area e al mattino lasciano i loro giacigli di fortuna, gli abiti rimediati nei cassonetti, i residui organici al centro del parco. Questo accade tutte le notti da tempo immemore ormai.

E poi i roghi: dopo l’ultimo nel tratto di Valle Aurelia, ecco quello di domenica che ha sollevato un denso fumo nero che pizzicava i polmoni. L’altra piaga di Roma, quella dei roghi, contro la quale sembra (ma non è così) sia impossibile agire. Franco, uno degli animatori del gruppo Volontari Decoro XIII° e storico combattente per la difesa del Pineto, ci manda queste foto. Le ha scattate domenica, ma potrebbero essere state scattate in una giornata qualsiasi, tanto la situazione è sempre la stessa. La città sembra aver abdicato al proprio ruolo: non prova neanche più a mantenere un minimo di decoro, di legalità. La polizia interviene dopo, a cose fatte, quando qualche ubriaco si fa male o quando qualche ragazza è costretta a scappare per la paura.

L’idea di prevenire, di controllare il territorio è del tutto avulsa nella Roma del 2016. E solo i volontari, con la loro fatica, col loro impegno, cercano di mettere argine ad una deriva molto triste.

 

Pineto festa 2

 

Pineto festa

 

Pineto rifiuti

 

Pineto rifiuti 2

 

Pineto rifiuti 3

 

Pineto rifiuti 4

Pineto rifiuti 5

 

Pineto roghi

 

Pineto roghi 2

 

Pineto polizia

 

Articoli correlati

1 Commento

  1. Franco Quaranta

    E’ desolante constatare che neanche i numerosi omicidi commessi nel Parco, legati quasi sempre all’ambiente della prostituzione maschile, siano riusciti a smuovere le acque. Le “autorità competenti” mettono in atto sempre soluzioni temporanee e così dopo poco tempo tutto torna come prima.
    Le associazioni riunite nella Rete del Pineto hanno raccolto oltre 2.000 firme per chiedere la recinzione del Parco tra l’Auditorium e Via Gioacchino Ventura (Forte Braschi) e hanno chiesto un incontro alle autorità regionali per perorare la causa.
    Siamo ancora in attesa di essere convocati.
    Nel frattempo tutto procede come descritto nell’articolo.

    Franco Quaranta – Volontari decoro Tredicesimo

    P.S: seguiteci su FB!!

Partecipa alla discussione

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con (richiesto)

Tweets

Ce ne sono due uno accanto all’altro, posizionati allo stesso modo. La saga dei cassonetti rovesciati non termina. Foto scattata in via G. Benzoni all’#Ostiense . #photo #lettori #decoro #Roma

test Twitter Media - Ce ne sono due uno accanto all’altro, posizionati allo stesso modo. La saga dei cassonetti rovesciati non termina. Foto scattata in via G. Benzoni all’#Ostiense
.
#photo #lettori #decoro #Roma https://t.co/NRbP9S7iac

Elezioni suppletive a Roma. Parliamo di Maurizio Leo, del centrodestra e presentato da @GiorgiaMeloni, nonostante non abbia inviato alcun contributo. diarioromano.it/?p=38235

Tutti stiamo ricevendo simpatici "meme" sul #Coronaviriusitalia. L'ironia serve a sdrammatizzare e riportare nella giusta misura il fenomeno. Abbiamo raccolto alcune delle vignette più divertenti. Perché #prevenzione sì ma #panico e #allarmismo no! diarioromano.it/?p=38207

Video diario
Error type: "Forbidden". Error message: "Access Not Configured. YouTube Data API has not been used in project 537752813138 before or it is disabled. Enable it by visiting https://console.developers.google.com/apis/api/youtube.googleapis.com/overview?project=537752813138 then retry. If you enabled this API recently, wait a few minutes for the action to propagate to our systems and retry." Domain: "usageLimits". Reason: "accessNotConfigured".

Did you added your own Google API key? Look at the help.

Check in YouTube if the id PLEjDk_cXPpAVKCrkyvdcyZMDVFWG7MzUp belongs to a playlist. Check the FAQ of the plugin or send error messages to support.