Senza il NAD a Roma non si farebbero multe per i rifiuti

I 28 agenti del Nucleo per il Decoro della Polizia Municipale, da soli, hanno elevato il 99% delle sanzioni. Il piccolo corpo va potenziato e aiutato

 

Chissà se il Sindaco Gualtieri è informato dell’esistenza del NAD, il Nucleo Ambiente e Decoro della Polizia di Roma Capitale. Troppe cose deve ancora imparare il nuovo primo cittadino e certamente non si può fargliene una colpa, ma se vuole davvero riportare ordine nel caotico mondo dei rifiuti è forse da qui che deve partire.

I dati raccolti da Il Fatto Quotidiano stanno a dimostrare che senza questo piccolo nucleo composto solo da 28 agenti, a Roma non si sarebbero praticamente fatte multe per errato conferimento o per aver gettato immondizia in strada.

I 6.400 agenti che compongono la Polizia Di Roma Capitale nel corso del 2020 hanno elevato solo 39 sanzioni! Nello stesso periodo di tempo, i 28 membri del NAD ne hanno comminate 6.361. 

Parliamo delle utenze non domestiche, quelle che paradossalmente sporcano di più le nostre strade. Si tratta di ristoranti, bar e attività commerciali che ogni giorno devono gettare scarti alimentari, cartoni per gli imballaggi, plastiche e vetro. Un conferimento scorretto porta a riempire i cassonetti, a inquinarli con materiali sbagliati rendendo vana la differenziata.

Nel documento che Il Fatto Quotidiano ha ottenuto grazie ad un accesso agli atti (hanno dovuto provare due volte, dato che alla prima il Comandante Angeloni aveva negato l’assenso), si legge che è proprio il malcostume di gettare scatoloni interi senza prima schiacciarli o piegarli a farli trovare sempre strapieni.

 

Il lavoro del NAD si è concentrato anche su questi aspetti, oltre a quanto vi abbiamo raccontato in più occasioni. Le loro inchieste hanno permesso di risalire alla causa di tante discariche abusive che si trovano in ogni angolo della città. Gli svuotacantine illegali che si fanno pubblicità con adesivi che appestano Roma sono i primi responsabili. E poi i roghi tossici che rovinano l’aria. Anche questi sono il frutto della filiera che parte da un apparente innocuo svuocantine che invece è causa di discariche, roghi e inquinamento dei terreni.

Reati ambientali gravissimi sui quali si sono concentrati i NAD che non solo non andrebbero sciolti ma anzi potenziati.

L’Ama, che dovrebbe fare multe con i suoi accertatori, non ha voluto fornire i dati di quante sanzioni sono state fatte, segno che probabilmente hanno poco di cui vantarsi.

Trovare i cassonetti pieni significa per molti lasciare i sacchetti in strada. Questi rifiuti non vanno ad alimentare la filiera della differenziata e dunque finiscono per riempire i camion che li trasportano negli inceneritori nel nord Italia. Lo spiegano i rappresentanti della Lila, l’associazione di lavoratori Ama che spesso ha lanciato ottime idee per combattere il degrado romano.

L’impegno preso da Gualtieri di ripulire la capitale entro Natale deve passare anche dal rinforzo della squadra NAD. La neo assessore Alfonsi, che ha guidato il I Municipio per lunghi anni, dovrebbe essere consapevole del valore di questo piccolo corpo dedicato dal decoro. E c’è da sperare che si faccia portavoce con il resto della Giunta per riconoscere un lavoro indispensabile.

 


Sullo stesso tema 

Ecco il NAD, il corpo dei vigili che multa chi getta rifiuti in strada. Vi raccontiamo il loro lavoro – Diarioromano

 

 

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

In via Boncompagni un edificio futuristico con giardini in verticale. Sono iniziate le #demolizioni dell'intero isolato tra via Romagna e via Puglie. Il #progetto è firmato da uno dei più importanti studi cinesi di architettura 👇📰 diarioromano.it/in-via-boncomp…

Chi dovrebbe proteggere le fermate del bus? Tipica fermata del bus a via di S. Croce in Gerusalemme: oggi c’è un TIR, altre volte tante auto, ma il bus sempre in mezzo alla strada deve fermarsi. #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Chi dovrebbe proteggere le fermate del bus?
Tipica fermata del bus a via di S. Croce in Gerusalemme: oggi c’è un TIR, altre volte tante auto, ma il bus sempre in mezzo alla strada deve fermarsi.
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/F7iOjjx6uL

Noi facciamo le denunce settimanalmente, ( anche su @radioromait ) su quello scandalo di Casale Cerroncino, @gualtierieurope e @Sabrinalfonsi si presentano coi giornalisti al seguito, non si accertano sui ritardi, fanno 2 foto e se ne vanno @diarioromano facebook.com/10006467725082… Retweeted by diarioromano

I nostri due centesimi sulle #elezioni a Roma. Se il #centrodestra, nella capitale, ha conquistato 10 collegi su 12, non è solo per il traino nazionale. Nelle #urne anche la delusione dei romani per la giunta Gualtieri. 👇📰 diarioromano.it/i-nostri-due-c…

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close