Nuova ripulitura del letamaio a Termini

È stato ripulito di nuovo il giardino col monumento intitolato alla battaglia di Dogali, quello situato tra viale Luigi Einaudi e via delle Terme di Diocleziano (in pratica tra piazza dei Cinquecento e piazza della Repubblica). L’ultima volta era stato nel settembre 2016, noi ne avevamo dato conto segnalando che il nuovo stato sarebbe durato poco, visto che già allora erano ricominciate ad apparire le prime scritte vandaliche. Poi infatti tutta l’area era ripiombata nel degrado più totale, tra scritte, aiuole abbandonate, puzzo di urina ovunque e gruppi di sbandati poco rassicuranti, tale e quale a come l’avevamo documentata nel lontano luglio 2015.

Ecco come si presenta oggi.

 

 

Certo, non è perfetto, ma rispetto allo stato in cui versa normalmente questa piccola area verde è un salto di qualità notevole.

Purtroppo anche questa volta l’intervento si sta rivelando effimero, visto che già stanno comparendo di nuovo le scritte vandaliche.

 

 

Anche in questo caso dobbiamo registrare il fallimento più completo dell’attuale amministrazione, incapace sia di reprimere il fenomeno delle scritte vandaliche anche nei luoghi più centrali ed in vista, sia di organizzare la manutenzione di aree verdi come questa coinvolgendo le attività commerciali presenti. Attigui a questo giardino vi sono infatti due chioschi-bar e tante bancarelle di libri; possibile che a nessuno sia venuto in mente di responsabilizzare tali attività commerciali affinché curino la manutenzione di tutta l’area e si facciano sentinelle pronte ad avvertire le forze dell’ordine in caso di necessità?

Certo, poi le forze dell’ordine dovrebbero effettivamente intervenire, ma questa è un’altra storia.

 

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Botteghe storiche e artigiani: un #patrimonio da salvare Il consiglio regionale approva la legge. #Formazione per i mestieri a rischio di estinzione e fondi per promuovere l'eccellenza. Ne sono rimaste 900: erano 5000 negli anni '90 solo in centro 👇📰 diarioromano.it/botteghe-stori…

Vasi, tavoli e ombrelloni in mezzo all’incrocio. A viale Carlo Felice l’ingordigia di un ristoratore gli ha fatto occupare un pezzo di incrocio con i suoi arredi. Ma per i vigili neanche il pericolo per la circolazione è un buon motivo per intervenire #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Vasi, tavoli e ombrelloni in mezzo all’incrocio. 

A viale Carlo Felice l’ingordigia di un ristoratore gli ha fatto occupare un pezzo di incrocio con i suoi arredi. Ma per i vigili neanche il pericolo per la circolazione è un buon motivo per intervenire
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/bejgmcfB8y

#Trasporti. E se il PUMS andasse ripensato? Uno studio dell'Associazione Roma Ricerca Roma mette in evidenza i limiti del Piano e propone una #rivoluzione del ferro: 4 metro e tram. Ma non quello ai Fori... 👇📰diarioromano.it/trasporti-e-se… Retweeted by diarioromano

Il DG aveva detto a @rep_roma che avevamo 200 spazzatrici funzionanti, smentendo noi che sostenevamo ce ne fossero meno della metà operative. Nonostante il supporto di ditte private ancora c'è molto da fare. Vorremmo tanto credergli come fanno @Sabrinalfonsi e @gualtierieurope Retweeted by diarioromano

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close