Ponte delle Valli ancora fuori controllo, nonostante le assicurazioni della Raggi

Nessun commento

Il canalone che costeggia l’Aniene sembra essere all’origine dei problemi del Parco delle Valli. Ma in Campidoglio non sono intenzionati a interrarlo. Questo, in sintesi, il confronto tra abitanti del quartiere e Virginia Raggi che ha risposto ad una interrogazione sul lavoro svolto dal 3° Municipio per prevenire roghi tossici e accampamenti abusivi.

“Sgomberi, bonifiche e incontri con i residenti” è quanto fatto dal Municipio secondo la Sindaca in questi ultimi mesi. Mentre per il Comitato di Quartiere si tratta solo di parole. Anzi per essere precisi, il rappresentante del comitato Valli-Conca d’Oro Andrea Iacovitti, ha definito la risposta della Raggi una supercazzola.

Cosa vogliono in realtà i residenti e perché le parole della Sindaca sembrano senza senso? Il tema centrare resta il cosiddetto canalone, una insenatura naturale lunga diverse centinaia di metri che offre riparo a sbandati e senza tetto. E’ all’interno del canalone che sorgono settimanalmente baracche e alloggi di fortuna ed è sempre al suo interno che vengono appiccati roghi tossici che appestano l’aria del quartiere. Tra la fine di luglio e i primi di agosto, tra roghi e incendi dolosi, l’area ha visto un focolaio al giorno. Una situazione insostenibile che è stata documentata con diversi video e foto da diarioromano (qui, qui e ancora qui).

roghi tossici ponte valli

Il rogo di domenica scorsa proseguito tutto il pomeriggio

 

Il progetto, dunque, risalente al 2012, prevedeva l’interramento del canalone e una recinzione di parte dell’area. In questo modo si sarebbero scoraggiati gli insediamenti. Ma Roma Natura, che ha il compito di far rispettare il vincolo ambientale sul Parco (sì perché incredibilmente si tratta di un zona vincolata!!!) si è opposta all’interramento e il progetto è stato accantonato. Insomma al momento idee alternative non ve ne sono e l’unica strada sarebbe quella di proseguire con i controlli e gli sgomberi frequenti. Ma si tratta di un’utopia sia per la scarsità di uomini, sia perché troppe volte non si riesce a fornire assistenza alloggiativa a chi viene sgomberato, col risultato che il giorno seguente sono di nuovo lì.

E allora vediamo le condizioni attuali dell’area. Dall’alto si vede bene il canalone disseminato di baracche di ogni tipo.

Ponte delle Valli baracche

Ponte delle Valli baracche2

Abbiamo percorso diverse centinaia di metri in mezzo alla boscaglia, accanto alla pista ciclabile. E le foto che abbiamo scattato sono piuttosto eloquenti

Ponte delle Valli baracche3

Baracche accanto a materassi e rifiuti

Ponte delle Valli accampamenti

Un altro accampamento sotto il ponte della ferrovia

Ponte delle Valli rifiuti 3

Il tratto lungo i binari è una gigantesca discarica

Ponte delle Valli rifiuti 2

Così accanto all’area cani di via dei Campi Flegrei

Ponte delle Valli rifiuti

Questo uno degli archi accanto alla pista ciclabile

 

La situazione è al limite dell’emergenza sanitaria. Fumi che avvelenano gli abitanti, discariche che stanno inquinando le falde e l’Aniene al cui interno vengono gettati rifiuti di ogni genere. Dall’amministrazione ci si aspetta qualcosa in più. Ne va della salute di migliaia di persone che affacciano sul Parco delle Valli.

 

Articoli correlati

Partecipa alla discussione

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con (richiesto)

Tweets

Ce ne sono due uno accanto all’altro, posizionati allo stesso modo. La saga dei cassonetti rovesciati non termina. Foto scattata in via G. Benzoni all’#Ostiense . #photo #lettori #decoro #Roma

test Twitter Media - Ce ne sono due uno accanto all’altro, posizionati allo stesso modo. La saga dei cassonetti rovesciati non termina. Foto scattata in via G. Benzoni all’#Ostiense
.
#photo #lettori #decoro #Roma https://t.co/NRbP9S7iac

Elezioni suppletive a Roma. Parliamo di Maurizio Leo, del centrodestra e presentato da @GiorgiaMeloni, nonostante non abbia inviato alcun contributo. diarioromano.it/?p=38235

Tutti stiamo ricevendo simpatici "meme" sul #Coronaviriusitalia. L'ironia serve a sdrammatizzare e riportare nella giusta misura il fenomeno. Abbiamo raccolto alcune delle vignette più divertenti. Perché #prevenzione sì ma #panico e #allarmismo no! diarioromano.it/?p=38207

Video diario
Error type: "Forbidden". Error message: "Access Not Configured. YouTube Data API has not been used in project 537752813138 before or it is disabled. Enable it by visiting https://console.developers.google.com/apis/api/youtube.googleapis.com/overview?project=537752813138 then retry. If you enabled this API recently, wait a few minutes for the action to propagate to our systems and retry." Domain: "usageLimits". Reason: "accessNotConfigured".

Did you added your own Google API key? Look at the help.

Check in YouTube if the id PLEjDk_cXPpAVKCrkyvdcyZMDVFWG7MzUp belongs to a playlist. Check the FAQ of the plugin or send error messages to support.
  • Passare alle maniere forti

    Anche questa volta ho solo alzato i tergicristalli del SUV di questo idiota. Prima o poi però passerò alla piega degli stessi. Paolo T.

  • Anno nuovo bancarelle vecchie

    Dopo oltre un anno torniamo sulle bancarelle di via Nazionale, che non ci possono stare e che non pagano OSP. Vero Coia, Meloni e Alfonsi?