L’amara ironia di Brignano per la chiusura della ciclabile

Nessun commento
crollo-sulla-pista-ciclabile-presso-il-ponte-sublicio

(foto Roma Today)

 

 

Enrico Brignano è uno dei comici più brillanti nel panorama attuale. I suoi spettacoli registrano il tutto esaurito e i suoi film incontrano sempre grande successo. L’attore potrebbe usare l’auto blu o girare in taxi, ma Brignano vuole muoversi come tutti gli altri suoi concittadini. Usa a volte i mezzi pubblici e soprattutto la bicicletta. Di fronte all’abbandono e al menefreghismo del Campidoglio nei confronti delle ciclabili romane è sbottato e ha deciso di registrare questo breve video.

Col suo stile ironico, ha raccontato del crollo avvenuto a luglio sulla pista che corre lungo il Tevere, all’altezza di Ponte Sublicio, e del fatto che nessuno abbia avviato i lavori per il ripristino.

La pista è sbarrata senza alcun avviso. Così chi si immette nel percorso arriva all’altezza del Ponte e si trova di fronte transenne, calcinacci e nessun operaio.

 

Interessante notare lo stato complessivo di degrado che viene evidenziato nel video. Biciclette vandalizzate, muri totalmente imbrattati, erbacce alte un metro, asfalto senza la minima manutenzione. Vi avevamo mostrato in altri articoli le condizioni della pista che corre da via della Moschea lungo l’Olimpica, di quella di Tor di Valle, Castel Giubileo e proprio ieri la denuncia di una lettrice su alcune bancarelle installate sulla nuova ciclabile di via Andrea Doria.

Chissà se il nuovo delegato alla ciclabilità, Paolo Bellino detto Rotafixa, riuscirà ad invertire questa tendenza. La sua nomina ha suscitato polemiche per il metodo e il merito. E’ stato infatti chiamato direttamente dalla sindaca Raggi senza alcuna selezione di curricula così come promesso dal M5S. Non è stato reso noto il suo stipendio e soprattutto sono in molti a domandarsi se la sua figura, un uomo ruvido e poco incline ai compromessi, sia quella adatta al ruolo. Staremo a vedere anche perchè ciò che più conta adesso sono gli strumenti che la giunta metterà a disposizione di Bellino. Se il suo ufficio potrà disporre di risorse finanziarie per pianificare le ciclabili leggere (ne abbiamo parlato più volte) e per manutenere le piste esistenti si potrà raggiungere qualche obiettivo. Altrimenti resteranno solo chiacchiere. A Milano il Sindaco Sala ha promesso che a fine mandato porterà l’uso della bici al 18/20 per cento sul totale degli spostamenti contro il 7 attuale. A Roma al momento non è dato sapere quale sia l’obiettivo dell’amministrazione, ma certamente la nomina di un delegato fa ben sperare.

Quello che invece lascia l’amaro in bocca è l’abbandono di una delle piste più centrali e frequentate della città, chiusa da quasi 3 mesi senza che si accenni al minimo lavoro di ripristino. Speriamo che l’appello di Brignano arrivi fino al Campidoglio.

 

Articoli correlati

Partecipa alla discussione

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con (richiesto)

Tweets

Tavolini e dehors ovunque? E' un po' quello che propone @AndreaCoiaM5S nella sua delibera che vede pochi oppositori tranne @OrlandoCorsetti. Inspiegabile il silenzio di @Sabrinalfonsi. diarioromano.it/?p=36334

La parabola discendente del car sharing comunale. Mentre @car2goItalia, @Enjoy e @sharengozd fanno numeri sempre maggiori, il servizio pubblico si ferma a 34 mila noleggi l'anno. Tanto vale chiuderlo. @materia__prima diarioromano.it/?p=36270

Video diario
Newsletter
Rimani aggiornato! Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati.