Altro che pecore e mucche, allertiamo i pompieri!

Quest’anno ci ha pensato Zingaretti a ricordare il problema più grave di un verde cittadino non gestito, ossia il rischio che in ogni aiuola, ciglio stradale o parco cittadino le sterpaglie incolte prendano fuoco in maniera accidentale.

L’abbiamo già sperimentato lo scorso anno quando pure una stagione particolarmente secca limitò parzialmente la crescita dell’erba. A nostro avviso al tempo gli innumerevoli microincendi cittadini (bruciavano anche i piccoli spartitraffico!?!) stavano portando al rischio di un intervento governativo, tanto la situazione appariva fuori controllo.

 

A luglio 2017 a fuoco anche la piccola aiuola dello spartitraffico centrale della Colombo

 

Passato un altro di amministrazione M5S e gestione Montanari del verde la situazione è esattamente la stessa con l’aggravante di una primavera particolarmente piovosa che sta favorendo l’esplosione del verde cittadino. Tra qualche settimana le rigogliose erbe si trasformeranno in secche sterpaglie pronte a prendere fuoco al primo mozzicone.

 

Piramide

 

Piazzale Cina

 

Via della Magliana

 

Viale Marco Polo

 

Il problema si ripresenta ogni anno da quando scoppiò lo scandalo degli appalti truccati di Mafia Capitale e la manutenzione del verde subì un fermo repentino, con un Servizio Giardini ridotto ai minimi termini che non può neanche star dietro alle emergenze.

Noi affrontammo la questione la prima volta nell’estate 2015, quando il Campidoglio per far fronte all’emergenza lanciò una una task force anti-incendi in collaborazione tra i volontari della Protezione Civile, il Servizio Giardini e l’Ama.

Ebbene passati tre anni, di cui due dell’attuale amministrazione sedicente “a cinque stelle”, il problema invece che essere risolto o anche solo indirizzato è addirittura peggiorato. Sui bandi per la manutenzione del verde pubblico continua a regnare la confusione, il Servizio Giardini del Comune rimane una struttura minuscola, buona solo a curare in maniera maniacale i propri spazi interni ed a mettere una pezza qua e là, e tutto fa pensare che tra qualche settimana Roma si ritroverà in piena emergenza incendi cittadini.

 

Piuttosto quindi che considerare ipotesi fantasiose ed irrealistiche di una manutenzione del verde affidata anche solo in parte a pecore e mucche, su cui solo una totale mancanza del ridicolo di alcuni elementi dell’attuale amministrazione fa esternare, gli assessori Montanari e Gatta (pensate voi che accoppiata!?!) e il Sindaco Raggi farebbero bene a predisporre un piano straordinario che per i prossimi tre mesi tenga in ordine aiuole, cigli stradali e parchi cittadini.

 

Come detto, dopo due anni di sedicente governo “a cinque stelle” siamo ancora alla speranza che vengano predisposti decenti interventi straordinari che evitino che la città bruci.

Che il cielo ci aiuti!

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I nostri ultimi Tweets

Ancora cronache di degrado dall’Esquilino.
Nuova iniziativa dei residenti, sono scesi in strada chiedendo l’intervento delle forze dell’ordine contro il mercatino abusivo di via Principe Amedeo. L’inutile intervento di una pattuglia della Polizia di Stato.

Come sta messa la (non più) nuova Fiera di Roma?
Uno dei tanti percorsi pedonali dell’area della Fiera di Roma interrotto da una vegetazione fuori controllo. L’ennesima declinazione di una città allo sbando.
#fotodelgiorno

Tra sparate del ministro Urso e inerzia del Comune prosegue indisturbato “tavolino selvaggio”.
Ancora una volta Governo e Comune sembrano giocare al gatto col topo, salvo operare entrambi per mantenere il caos su strade e piazze di Roma.

Sabato 18 maggio è la Notte dei Musei.
Apertura straordinaria al pubblico dalle ore 20.00 alle 2.00 dei Musei Civici e di molti spazi culturali. Per tutti i dettagli seguire il link al post.
#fotodelgiorno

Load More

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Ancora cronache di degrado dall’Esquilino

Nuova iniziativa dei residenti del rione che sono scesi in strada chiedendo l’intervento delle forze dell’ordine contro il mercatino abusivo di via Principe Amedeo. L’inutile intervento di una pattuglia della Polizia di Stato

Leggi l'articolo »