Altro che pecore e mucche, allertiamo i pompieri!

Quest’anno ci ha pensato Zingaretti a ricordare il problema più grave di un verde cittadino non gestito, ossia il rischio che in ogni aiuola, ciglio stradale o parco cittadino le sterpaglie incolte prendano fuoco in maniera accidentale.

L’abbiamo già sperimentato lo scorso anno quando pure una stagione particolarmente secca limitò parzialmente la crescita dell’erba. A nostro avviso al tempo gli innumerevoli microincendi cittadini (bruciavano anche i piccoli spartitraffico!?!) stavano portando al rischio di un intervento governativo, tanto la situazione appariva fuori controllo.

 

A luglio 2017 a fuoco anche la piccola aiuola dello spartitraffico centrale della Colombo

 

Passato un altro di amministrazione M5S e gestione Montanari del verde la situazione è esattamente la stessa con l’aggravante di una primavera particolarmente piovosa che sta favorendo l’esplosione del verde cittadino. Tra qualche settimana le rigogliose erbe si trasformeranno in secche sterpaglie pronte a prendere fuoco al primo mozzicone.

 

Piramide

 

Piazzale Cina

 

Via della Magliana

 

Viale Marco Polo

 

Il problema si ripresenta ogni anno da quando scoppiò lo scandalo degli appalti truccati di Mafia Capitale e la manutenzione del verde subì un fermo repentino, con un Servizio Giardini ridotto ai minimi termini che non può neanche star dietro alle emergenze.

Noi affrontammo la questione la prima volta nell’estate 2015, quando il Campidoglio per far fronte all’emergenza lanciò una una task force anti-incendi in collaborazione tra i volontari della Protezione Civile, il Servizio Giardini e l’Ama.

Ebbene passati tre anni, di cui due dell’attuale amministrazione sedicente “a cinque stelle”, il problema invece che essere risolto o anche solo indirizzato è addirittura peggiorato. Sui bandi per la manutenzione del verde pubblico continua a regnare la confusione, il Servizio Giardini del Comune rimane una struttura minuscola, buona solo a curare in maniera maniacale i propri spazi interni ed a mettere una pezza qua e là, e tutto fa pensare che tra qualche settimana Roma si ritroverà in piena emergenza incendi cittadini.

 

Piuttosto quindi che considerare ipotesi fantasiose ed irrealistiche di una manutenzione del verde affidata anche solo in parte a pecore e mucche, su cui solo una totale mancanza del ridicolo di alcuni elementi dell’attuale amministrazione fa esternare, gli assessori Montanari e Gatta (pensate voi che accoppiata!?!) e il Sindaco Raggi farebbero bene a predisporre un piano straordinario che per i prossimi tre mesi tenga in ordine aiuole, cigli stradali e parchi cittadini.

 

Come detto, dopo due anni di sedicente governo “a cinque stelle” siamo ancora alla speranza che vengano predisposti decenti interventi straordinari che evitino che la città bruci.

Che il cielo ci aiuti!

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Via Pezzana riapre dopo quasi tre anni. Soddisfazione dei residenti. Restano diverse limitazioni per la strada del II Municipio ma almeno #anziani e #disabili non sono più ostaggio dell'abbandono. Il cantiere costato 750 mila euro 👇📰 diarioromano.it/via-pezzana-ri…

A Monti Tiburtini tornano i rifiuti. Il lato della strada era stato ripulito da poco e subito sono stati gettati materassi e vecchi mobili. Sempre nello stesso punto #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - A Monti Tiburtini tornano i rifiuti.

Il lato della strada era stato ripulito da poco e subito sono stati gettati materassi e vecchi mobili. Sempre nello stesso punto
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/6fNhcvBqPe

Le scritte sui muri indignano solo se politicamente scorrette. Vengono definite "gesto ignobile" se imbrattano un hotel della #Roma bene e lasciano indifferenti quando devastano l'80% dei muri in città 👇📰 diarioromano.it/le-scritte-sui…

Manco a li cani! L'area cani del Parco della Resistenza, tra l'Aventino e Testaccio, presenta cumuli di rifiuti e panchine distrutte. #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Manco a li cani!
L'area cani del Parco della Resistenza, tra l'Aventino e Testaccio, presenta cumuli di rifiuti e panchine distrutte.
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/WZHjZXB8ZW
Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close