Via Aurelia: l’ingresso di Villa Pamphili sempre off limits ai pedoni

Villa Pamphili sosta selvaggia

 

Ecco come si presenta ancora oggi il tratto di via Aurelia compreso tra via Cardinal Pacca e l’ingresso di Villa Pamphili. Una selva di lamiere. Tutte auto in sosta vietata che costringono i pedoni a camminare spiaccicati lungo le auto parcheggiate per non essere arrotati. Di un marciapiede o un dissuasore della sosta nessuna traccia.

Eppure circa un anno fa il problema aveva sollevato l’interesse degli assessorati del municipio che proponevano un sopralluogo assieme per individuare la soluzione (come se poi servisse davvero la presenza di un semplice cittadino per fare un marciapiede o piantare 4 parapedonali?)

Dopo un anno nulla è cambiato se non in peggio in quanto il dimensionamento delle auto tende ad allargarsi (coi suv si parcheggia meglio pure sui marciapiedi quindi si vendono bene anche in città) restringendo ulteriormente la carreggiata libera. Neanche l’articolo che pubblicammo su questo sito nello scorso mese di aprile è servito a nulla.

Aurelia sosta selvaggia 4

Aurelia cartello divieto

Aurelia sosta selvaggia 3

Non riuscire per anni a risolvere neppure uno dei problemi che impattano sulla vita reale dei cittadini, neppure i più semplici, ma semplicemente rimpallarli da un ufficio all’altro, è un record pure questo.
L’unica soluzione plausibile sembra oramai rivolgersi agli Asburgo, spiegare loro che all’epoca abbiamo fatto una stupidaggine, e pure grossa, ma che oramai sono passati quasi 200 anni e ci si può mettere una pietra sopra, chiedere perdono ed implorarli di ritornare.
Sarebbe bello essere smentiti al più presto e magari tornare a via Aurelia e non trovare più una viabilità che neanche alla periferia del Cairo negli anni 60 hanno mai visto. Per ora resta l’incubo di dover  camminare come gechi lungo il muro per accedere al parco.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

2 risposte

  1. Ma se il comune o il municipio non procedono ad adeguare le strade alla normativa nazionale/europea, non ci sono gli estremi per un illecito amministrativo?

    Una strada urbana senza marciapiedi e/o percorsi pedonali protetti è legale?
    Servono i sopralluoghi o forse è meglio un esposto per spingere i nostri amministratori ad applicare la legge?

    Questo vale per ogni strada. Il fatto che poi a Roma le strade che costeggiano un enorme parco come villa Pamphili non siano servite da autobus, da marciapiedi, da piste ciclabili, ma siano ridotte a garage, è purtroppo una testimonianza dell’arretratezza e dell’insipienza di chi ci governa.

  2. In risposta a questa segnalazione, la presidenza del municipio 13 mi invia la seguente risposta: “Gentilissimo signor Stefano Bolognesi, l’Assessore ai lavori pubblici e l’Assessore alla mobilità sono sati informati della Sua segnalazione. Sarà nostra cura provvedere all’attivazione degli uffici competenti.” Ognuno faccia le debite valutazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Giunte Rosse: dieci interviste sul buon governo. Cosa resta delle #amministrazioni locali guidate dal Partito Comunista italiano? Il nuovo #libro di @A_Ambrogetti 👇📰 diarioromano.it/giunte-rosse-d…

Nuovi modi per accaparrarsi lo spazio pubblico. La carenza di posti auto favorisce escamotage degni di Totò. Basta delimitare lo spazio necessario, come fa egregiamente il fioraio di Via del Gambero, ed il gioco è fatto. (Claudio) #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Nuovi modi per accaparrarsi lo spazio pubblico.
La carenza di posti auto favorisce escamotage degni di Totò. Basta delimitare lo spazio necessario, come fa egregiamente il fioraio di Via del Gambero, ed il gioco è fatto. (Claudio)
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/HI0FeUIPcc

Proroga governativa per le #OSP “COVID”, che ha reso inutile l'intervento del Campidoglio. Rimane però inaffrontato il tema dei controlli, resi difficili (impossibili?) dalle carenze d'organico. Serio rischio di proroga del far west. @gualtierieurope diarioromano.it/?p=48847

Finalmente qualcuno che ricorda l’importanza di non chiuderli i #cinema. Veltroni interviene sulla moria di sale cinematografiche, ricordando la loro importanza e indicando nuovi modelli da seguire... 👇📰 diarioromano.it/finalmente-qua…

Giardino di piazza Armellini già in abbandono. Rifatto completamente nel 2019, lo square centrale non viene mai pulito e si sta lentamente degradando. Anche le piante necessitano di essere potate. #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Giardino di piazza Armellini già in abbandono.

Rifatto completamente nel 2019, lo square centrale non viene mai pulito e si sta lentamente degradando. Anche le piante necessitano di essere potate.
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/uK905On4y0

@diarioromano Venite a parlarne con noi domenica a Ostia. Partiamo dalla triste vicenda della delega al litorale per discutere di come sia impossibile amministrare 15 municipi grandi come medie città italiane senza poteri né risorse. @10azione @F_Carpano @anderboz @globefaro @AndreaVenanzoni Retweeted by diarioromano

Sarebbe utile avere dall'amm.ne capitolina un'indicazione di quando ragionevolmente pensano che i cumuli di rifiuti fuori i cassonetti sarranno una rara eccezione. In mancanza di ciò, è comprensibile che i cittadini continuino a documentare ogni giorno lo schifo. twitter.com/Lavoratori_Ama…

#Riforma di Roma Capitale: dalla Camera l’ipotesi di una “quasi” regione. Può funzionare? L'accordo tra le forze politiche è molto vicino. Tante competenze a #Roma tranne la #sanità... 👇📰 diarioromano.it/riforma-di-rom…

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Giunte Rosse: dieci interviste sul buon governo

Cosa resta delle amministrazioni locali guidate dal Partito Comunista italiano? Il nuovo libro di Andrea Ambrogetti cerca di mettere in luce l’impegno politico e sociale di quei sindaci e assessori e della loro presa sulla memoria collettiva

Leggi l'articolo »

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close