Vi morì Marco Artiaco nel 2016. Attraversamento ciclabile nuovamente sparito!

Dagli amici di BiciRoma riceviamo e tristemente rilanciamo.

 

 

 

Gentile redattore,
abbiamo aspettato un po’ perché stentavamo a credere che non rifacessero la segnaletica orizzontale per i ciclisti visto quanto accaduto tre anni fa per la carenza di manutenzione e segnaletica quando morì il ciclista Marco Artiaco proprio in questo incrocio.
Dopo anni dall’incidente fu risistemato l’incrocio e fatto l’attraversamento ciclabile che oggi è scomparso
Come? chi lo sa!
Un bel giorno è stato grattato l’asfalto poi dopo qualche tempo lo abbiamo ritrovato rifatto ma senza più la segnaletica per la mobilità ciclistica……ora sono passati dei mesi ma nessuno sembra curarsene
Magari se ne ricorderanno dopo un altro tragico incidente!
Grazie
Cordiali saluti

Fausto Bonafaccia

Associazione Due Ruote d’Italia onlus
ssd BiciRoma a r.l.
lungotevere della Magliana 118
00146 Roma
Tel 0655590106
Fax 0655268356

 
 

 Aggiungiamo un estratto dal pezzo di Repubblica che nell’ottobre 2016 diede conto della tragedia:

 

“… Marco Artiaco, 47 anni, moglie e due bambine, è morto una settimana fa pedalando sulla ciclabile della Magliana, all’incrocio maledetto con vicolo Pian Due Torri, da dove è sbucato un compattatore all’improvviso. Incrocio privo di segnaletica orizzontale e verticale e nascosto da un enorme canneto.(grassetto nostro)

 

Con le condizioni dell’incrocio che ora (da mesi) sono esattamente come quelle di quando il povero Marco Artiaco perse la vita, vediamo se riusciamo a far perdere il sonno a qualcuno che dovrebbe provvedere a ripristinare la segnaletica.

Visto che il governo del Municipio XI, dov’è localizzato l’incrocio, è decaduto ad aprile di quest’anno, la responsabilità di questa cosa ricade direttamente in capo al Sindaco Raggi.

Condividi:

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I nostri ultimi Tweets

La situazione della Roma Nord a Maggio 2024.
Continuano i disagi per i pendolari della ferrovia ex concessa sia come ritardi che cancellazioni. Proseguono i lavori presso la stazione di Acqua Acetosa ma resta sempre carente l’informativa agli utenti.

A seguito di notizie di stampa sull’iniziativa del “treno dell’inclusività” ci sono pervenute numerose richieste per conoscere costi e dettagli.

Comunichiamo di aver inviato proprio stamattina ad ATAC S.p.A. un Accesso Civico Generalizzato per ottenere tali informazioni.

Il nostro impegno continua ma le pubblicazioni non saranno più regolari.
Dopo quasi 10 anni rallentiamo il ritmo, pur restando una voce attenta e aperta al contributo di cittadini e comitati. Un momento di riflessione a metà mandato di @gualtierieurope.

Load More

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

C’è chi si ATACca e chi no

I report ATAC sul servizio bus, tram e metro del 1° trimestre ’24 mostrano risultati eccellenti, in netto contrasto con l’esperienza reale degli utenti. Qual è il trucco?

Leggi l'articolo »

Stiamo perdendo anche Garbatella?

“Sarebbe urgente mettere un argine a tutto questo se non vogliamo stravolgere molte nostre città, che si stanno trasformando in mega luna park, e ristoranti a cielo aperto.” Il contributo di una lettrice.

Leggi l'articolo »