Un tassista da radiare … ma si farà?

Da un tweet del Comandante Clemente veniamo a sapere dell’ennesimo tassista pizzicato a truffare i propri clienti.

In questo caso si tratta di una coppia di cittadini turchi che per un tragitto dal Colosseo a piazza di Spagna ho dovuto pagare 45 euro. Secondo quanto dichiarato dalla coppia, il tassista non ha acceso il tassametro ed all’arrivo ha chiesto 25 euro. Ricevuto in pagamento una banconota da 20 ed una da cinque, l’autista avrebbe rapidamente sostituito quella da 20 con un’altra da cinque (le due banconote sono di colore molto simile) pretendendo dalla coppia ulteriori 15 euro.

La denuncia della coppia e le indagini che sono seguite hanno portato all’individuazione del tassista che è risultato recidivo, avendo commesso in passato truffe simili. Dalle notizie di stampa si apprende che i vigili hanno fatto apposita comunicazione al Dipartimanto di Mobilità che valuterà eventuali provvedimenti disciplinari.

 

Orbene noi ci chiediamo: possibile che un tassista pescato a truffare i propri clienti sia libero di tornare a delinquere, mentendo a rischi l’incolumità dei cittadini e distruggendo la già non brillante reputazione di tutta la categoria dei tassisti?

Possibile inoltre che tutti gli altri tassisti non abbiano nulla da dire di fronte a casi di così eclatante e ripetuta truffa? Non capiscono costoro che per uno che fa furbate del genere ci va di mezzo l’intera categoria che viene marchiata come truffaldina ed inaffidabile?

È chiedere troppo che questa volta siano i rappresentanti dei tassisti a chiedere che al responsabile della truffa, una volta accertata la sua responsabilità, venga ritirata la licenza?

Perché delle due l’una: o la gran stragrande maggioranza dei tassisti sono degli onesti lavoratori che quindi ci tengono alla reputazione della categoria e hanno tutto l’interesse che le eventuali poche mele marce vengano isolate ed espulse, oppure è la gran parte degli autisti ad aver fatto dei piccoli raggiri il loro modus operandi e quindi sono gli operatori onesti ad essere la minoranza silenziosa.

Possiamo sentire dai rappresentanti di categoria delle parole chiare in occasione di questo ennesimo brutto episodio di truffa ai danni di turisti?

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Che non ti fai l’aperitivo a piazza in Lucina appoggiando la tua Porsche dove capita, che tanto con quella targa non rischi proprio nulla? #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Che non ti fai l’aperitivo a piazza in Lucina appoggiando la tua Porsche dove capita, che tanto con quella targa non rischi proprio nulla?
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/GY44CrCGIY

Prove di #rinascita del Quartiere Incis La Pisana Presentiamo un giovane comitato che vuole trasformare il proprio quartiere rendendolo bello e accogliente per tutti... #Roma #news 👇📰 diarioromano.it/prove-di-rinas…

Quattro mesi di #chiusura di Villa Celimontana e ancora non si vede la fine Uno dei parchi più belli del centro resta interdetto ai cittadini e non se ne intravede la #riapertura. Flashmob delle associazioni Progetto Celio e CelioAperto #Roma 👇📰 diarioromano.it/quattro-mesi-d…

Accanto al mercato di Casal de’ Pazzi sono comparsi nuovi rifiuti abbandonati. Ad aprile avevamo già segnalato un’altra discarica illegale a pochi metri. #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Accanto al mercato di Casal de’ Pazzi sono comparsi nuovi rifiuti abbandonati. Ad aprile avevamo già segnalato un’altra discarica illegale a pochi metri.
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/zLgwXtCk8L

Stefàno: “Non mi ricandido. Virginia confermata senza neanche un dibattito” L'esponente storico dei 5stelle romani lancia una pesante critica ai 5 anni di amministrazione. "Cosa è cambiato per non ripetere gli stessi errori?" #Roma #12maggio 👇📰 diarioromano.it/stefano-non-mi… Retweeted by diarioromano

“Questo tram ti racconta Roma”. Si. Il 2 ti racconta di una cittá allo sbando dove una linea di tram è sostituita da navette da più di 6 mesi e l’azienda che gestisce il trasporto urbano non è in grado di dare una data di ripristino del serv. Retweeted by diarioromano

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close