Tratto di via Salaria chiuso da maggio, senza cantieri

Divieto di transito tra via Panama e via Bruxelles ormai da due mesi, ma i lavori in questo tratto non sono mai iniziati. I disagi potevano essere rimandati?

 

 

Condividi:

2 risposte

  1. Una vera vergogna siamo oltre metà settembre ed i fantomatici lavori si trascinano stancamente incuranti dei gravissimi disagi alla popolazione residente ed agli automobilisti che devono raggiungere il centro della Città. Per giunta le solerti Vigilesse invece di preoccuparsi dello smaltimento del traffico scendono baldanzose dalle loro Panda per multare a più non posso tantissime auto in sosta molte delle quali sono in posti che non intralciano nulla. Vorrei tanto che qualcuno mi informasse della data del fine lavori dal momento che non è indicata da nessuna parte, grazie

  2. E’ una vera vergogna dovrebbero lavorare anche di notte questi nullafacenti … per trovare due cocci di merda paralizzano una città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I nostri ultimi Tweets

La situazione della Roma Nord a Maggio 2024.
Continuano i disagi per i pendolari della ferrovia ex concessa sia come ritardi che cancellazioni. Proseguono i lavori presso la stazione di Acqua Acetosa ma resta sempre carente l’informativa agli utenti.

A seguito di notizie di stampa sull’iniziativa del “treno dell’inclusività” ci sono pervenute numerose richieste per conoscere costi e dettagli.

Comunichiamo di aver inviato proprio stamattina ad ATAC S.p.A. un Accesso Civico Generalizzato per ottenere tali informazioni.

Il nostro impegno continua ma le pubblicazioni non saranno più regolari.
Dopo quasi 10 anni rallentiamo il ritmo, pur restando una voce attenta e aperta al contributo di cittadini e comitati. Un momento di riflessione a metà mandato di @gualtierieurope.

Load More

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Stiamo perdendo anche Garbatella?

“Sarebbe urgente mettere un argine a tutto questo se non vogliamo stravolgere molte nostre città, che si stanno trasformando in mega luna park, e ristoranti a cielo aperto.” Il contributo di una lettrice.

Leggi l'articolo »