Sabato 2 aprile, puliamo insieme strade, giardini, scuole e parchi

L'iniziativa Roma Cura Roma, organizzata da Campidoglio e associazioni. Una bella giornata di sensibilizzazione come ormai tradizione nella capitale da 10 anni

 

C’è tempo fino al 27 marzo per associazioni e cittadini per aderire all’evento “Roma Cura Roma – Tutta mia la città“. Si tratta di una giornata, sabato 2 aprile, durante la quale comitati e romani dedicheranno parte del loro tempo alla pulizia di strade, piazze, giardini e aiuole.

L’iniziativa è stata lanciata dal Comune di Roma in collaborazione con Ama, Legambiente, Fai, Retake, WWF e Csv Lazio.

Funziona così: entro il 27 marzo occorre proporre un luogo da pulire aggiungendolo all’elenco sul portale romacura.roma.it. Se non si intende indicare un luogo particolare, allora si può semplicemente aderire agli interventi già caricati da altri comitati e associazioni.

Ad oggi i luoghi sono tantissimi, tra questi: Colle Oppio, piazza San Cosimato, piazza Santa Maria alle Fornaci, la scalinata del Pincio, la scuola di piazza Gian Lorenzo Bernini per citarne solo alcuni in centro.
Poi vi sono molte iniziative nei quartieri semicentrali e periferici tra le quali: via Rosa Raimondi Garibaldi, piazza Puricelli, piazza Paolo Diacono, via Morozzo della Rocca, via Prato Vecchio di Fidene o piazza Vinci.

Ne indichiamo solo alcuni a titolo di esempio ma sul portale ciascuno può scegliere il luogo del proprio cuore o quello più vicino a casa propria semplicemente selezionando il Municipio di appartenenza o l’associazione organizzatrice.

Una giornata che il sindaco Roberto Gualtieri ha definito di “riappropriazione della città” ma anche un’occasione per trasmettere un messaggio positivo ai bambini e ai giovanissimi.

Queste iniziative, una volta appannaggio di pochi cittadini sensibili che venivano guardati in modo strano pure dalle istituzioni, si sono via via organizzate e consolidate. Non solo sono nate associazioni che hanno come mandato primario la pulizia della città, per esempio Retake, ma i vari comitati di quartiere si sono rimboccati le maniche e il loro scopo non è più solo denunciare i problemi del territorio ma anche supplire a quello che non fa il Comune.

Negli ultimi 10 anni, la collaborazione dei cittadini è stata una necessità. Mai, come dal 2010 in poi, Roma ha subito un abbandono così profondo. Ricordiamoci che fino al 2019 in città non si svolgevano potature, sfalci dell’erba, bonifiche di scarpate, manutenzioni di giardini. Non si faceva praticamente nulla.

Poi, piano piano, alcuni servizi pubblici sono stati reintrodotti grazie ad appalti concessi con una lentezza esasperante.

Adesso la città è indubbiamente in una condizione migliore rispetto a prima, ma non certo ideale. Per cui gli interventi della cittadinanza continuano ad essere utili sia per la pulizia vera e propria, sia per l’opera di sensibilizzazione che essi provocano.

Fu il Sindaco Alemanno che furbescamente avviò una collaborazione con i cittadini, mostrandosi al loro fianco in operazioni di pulizia. Marino seguì il suo esempio e anche la Raggi più di una volta scese in piazza armata di scopa simbolica.

 

L’evento del 2 aprile è realizzato nel solco di questa tradizione, ormai consolidata, di un’amministrazione capitolina che sa di doversi appoggiare alla cittadinanza per via della propria incapacità. Ci saranno, dunque, altre giornate nei prossimi mesi in cui tutti saremo chiamati a ramazzare i nostri quartieri. Ma quello che conta, come i lettori di diarioromano sanno, non è tanto l’intervento eccezionale, quanto la quotidiana attenzione a ciò che avviene sotto il nostro negozio, il nostro appartamento o il nostro ufficio.


 

Per partecipare a Roma Cura Roma – Tutta mia la città, cliccare qui

 

 

 

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Perché @PLRomaCapitale non dedica un paio dì pattuglie in bici al controllo delle ciclabili? Che fine hanno fatto i mezzi a due ruote periodicamente sfoggiati nelle parate? @gualtierieurope twitter.com/marcolatini19/…

L’inutilità dei vigili agli incroci: a viale Manzoni-via Emanuele Filiberto tengono fermi due bus al semaforo per 4/5 minuti, a via Merulana non gestiscono veicoli che bloccano i bus. C’è qualcuno che gli spiega come comportarsi o improvvisano?

Forse qualcuno dovrebbe spiegare all'architetto che il muro non serve a cingere il giardino bensì proprio a crearlo, ossia a contenere la terra dove mettere le piante. Quello che doveva essere un parcheggio interrato è venuto un po' fuori terra e da qui la necessità del muro. twitter.com/rep_roma/statu…

Piano per la #mobilità durante le festività natalizie: il migliore da molti anni, nonostante qualche ombra. Per la prima volta viene prevista l'attivazione fissa delle #ZTL e i collegamenti con alcuni parcheggi... 👇📰 diarioromano.it/piano-per-la-m…

#Domenica di giochi a villa Ada per i bambini. La giornata sarà dedicata al #Festival dei Giochi di Strada tra i quali il tiro alla fune, i birilli, la corsa dei sacchi e molto altro. Ingresso da via di Ponte Salario fino al tramonto

test Twitter Media - #Domenica di giochi a villa Ada per i bambini.
La giornata sarà dedicata al #Festival dei Giochi di Strada tra i quali il tiro alla fune, i birilli, la corsa dei sacchi e molto altro. Ingresso da via di Ponte Salario fino al tramonto https://t.co/H3ClE8Wsnz
Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Colonna della Pace, in abbandono

Davanti la basilica di Santa Maria Maggiore c’è l’unica superstite delle otto colonne che ornavano la volta della Basilica di Massenzio, lasciata nel degrado con le erbacce ad infestarla.

Leggi l'articolo »

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close