Roma è uscita dall’emergenza rifiuti? Decisamente no

Nonostante le dichiarazioni rassicuranti di sindaco e assessora, la situazione a Roma è lungi dall'essere risolta. Ancora denunce dei cittadini e del Municipio I per la raccolta delle UND

A sentire l’amministrazione capitolina, Roma sarebbe uscita dall’emergenza rifiuti e con i progressivi miglioramenti attesi, inclusa la realizzazione del nuovo termovalorizzatore, il problema della gestione dei rifiuti dovrebbe arrivare ad essere definitivamente archiviato.

Una tale narrazione fa però abbastanza acqua, perché se va riconosciuto che le discariche cittadine che si creavano regolarmente presso i cassonetti, ma anche altrove, non si vedono quasi più, è evidente che si è in presenza di un equilibrio molto instabile, tale che basta un passaggio mancato o qualche conferimento straordinario per ricreare il vecchio ben noto degrado.

Le immagini che seguono, prese qualche giorno fa, mostrano due postazioni stradali, di cui la seconda con i nuovi cassonetti pubblicizzati a suo tempo dall’assessora Alfonsi, nel rione Prati.

 

Da pagina Facebook di Candia2022

 

Da utente X (ex Twitter) @DavideDeRosa5

 

Con ancora il ricordo delle infinite discariche cittadine, il romano medio (inclusi noi) tende a non far troppo caso a questi saltuari disservizi, ma tali “spettacoli” non sono normali e non dovrebbero essere tollerati, soprattutto considerando l’aggravio in termini di produzione rifiuti che si verificherà per il Giubileo del prossimo anno e la pessima immagine di sé che Roma, ancora una volta, darà ai tanti turisti e pellegrini.

 

Il problema di fondo della raccolta stradale dei rifiuti è che le postazioni non sono presidiate, per cui è praticamente impossibile proteggerle da conferimenti errati. E con il ridicolo numero degli accertatori dell’AMA, una ventina, è impraticabile pensare che le multe per erronei conferimenti possano essere un deterrente efficace.

Considerata la realtà romana, a noi continua a convincere il sistema stradale proposto dalla LILA, ovvero postazioni stradali in numero ridotto ma presidiate durante tutto il giorno da personale AMA e inaccessibili durante la notte. Con un tale sistema si chiederebbe ai cittadini di fare qualche metro in più per conferire i rifiuti, ma la città sarebbe finalmente pulita e la raccolta differenziata farebbe un balzo sia in termini quantitativi che qualitativi.

Prendendo atto che all’amministrazione attuale un tale sistema non piace, ci chiediamo però quale sarebbe l’alternativa per evitare i rifiuti in strada ma dall’assessorato all’ambiente continua a non giungere risposta.

 

Uno dei problemi maggiori per la gestione dei cassonetti stradali è rappresentato dalle cosiddette Utenze Non Domestiche (UND, praticamente gli esercizi commerciali) che non dovrebbero conferire i rifiuti nei cassonetti ma esporli in strada in certi orari perché siano ritirati dalle ditte a cui AMA ha dato l’appalto.

Da sempre questo tipo di raccolta non funziona, con gli esercenti che si lamentano del fatto che le ditte non passano con la dovuta regolarità, lasciando i rifiuti in strada per ore, e le ditte che accusano gli esercenti di conferire troppo spesso in maniera errata.

Questo rimpallo di responsabilità dura da anni ma l’ultimo appalto fatto da AMA per la raccolta UND avrebbe dovuto risolvere il problema. Almeno questa era l’aspettativa.

Come invece stanno andando realmente le cose lo leggiamo sulla pagina facebook di Candia2022, un gruppo di cittadini attivo nel rione Prati, dove desolatamente concludono che anche questa volta la raccolta delle UND è un totale fallimento.

Questo il post dove descrivono la situazione e di seguito l’amara conclusione alla quale arrivano:

Questa e’ la situazione attuale … una situazione che andrà peggiorando con l’arrivo ormai prossimo del Giubileo … una situazione che non vedrà mai la luce se tutti i protagonisti citati non seguiranno le umili indicazioni di Comitati e cittadini che vivono il territorio ogni giorno e conoscono bene le criticità di tutto il quartiere. Se non vogliamo che turisti, pellegrini ma soprattutto CITTADINI ROMANI navighino da qui in poi tra i rifiuti (cosa che ormai accade da anni purtroppo!) qualcuno deve avere il coraggio di prendere decisioni drastiche e definitive senza far finta che tutto stia andando nel verso giusto: QUESTA NON E’ LA REALTÀ!!!!

Più di questo NOI non possiamo fare.
CDQ Candia22
“… qualcuno deve avere il coraggio di prendere decisioni drastiche e definitive senza far finta che tutto stia andando nel verso giustoscrivono i cittadini e non ci sentiamo di dare loro torto, se si confrontano le immagini dei rifiuti in strada con i volti sempre sorridenti dell’assessora Alfonsi e del sindaco Gualtieri che, ad esempio, inaugurano i nuovi cestini “intelligenti”.
Che la situazione sia ancora una volta fuori controllo lo testimonia la recente iniziativa del Municipio I, la cui giunta ha approvato una memoria con la quale chiede all’amministrazione centrale di inasprire le sanzioni, fino alla chiusura temporanea dei locali, per gli errati conferimenti dei rifiuti.
Purtroppo anche questo appare come un ennesimo tentativo di spingere il Comune a farsi carico seriamente dei problemi, ma destinato a non produrre nulla.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I nostri ultimi Tweets

“Camminata critica” al Pigneto del Movimento @Diritti_Pedoni
Un percorso di cittadinanza attiva in cui sono state analizzate con residenti, professionisti e realtà locali, le criticità per chi cammina e suggerito proposte di miglioramento concrete.

Ferromodellismo: nel fine settimana nuova edizione di Trenini in Parrocchia.
Sabato 25 e domenica 26 maggio VIII edizione della mostra di modellismo ferroviario presso la parrocchia San Giovanni Leonardi in via della Cicogna 2 (Torre Maura)
#fotodelgiorno

Furti in metro: tira una brutta aria da giustizieri fai da te. Basterebbero presidi fissi.
Nel resto d’Europa agenti in borghese o divisa sono sempre sui treni. A #Roma invece siamo a ronde poco simpatiche. E col Giubileo la situazione peggiorerà.

Load More

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Ancora cronache di degrado dall’Esquilino

Nuova iniziativa dei residenti del rione che sono scesi in strada chiedendo l’intervento delle forze dell’ordine contro il mercatino abusivo di via Principe Amedeo. L’inutile intervento di una pattuglia della Polizia di Stato

Leggi l'articolo »