Riaprirà la Biblioteca Comunale Longhena? E se sì, quando?

Pubblichiamo l'accorato appello dell'Associazione Comitato Quartiere Incis Pisana ODV che aspetta risposte chiare dall'amministrazione capitolina

Lo scorso maggio abbiamo presentato il relativamente giovane comitato di quartiere Incis La Pisana.

Da loro riceviamo e rilanciamo un comunicato sulla perdita di un importante presidio culturale del loro territorio, la Biblioteca Comunale Longhena.

 

 

Non sappiamo se il nostro allarmarci sia giustificato, tuttavia la chiusura della Biblioteca Comunale Longhena, iniziata dal primo lockdown a marzo 2020, non ci fa stare tranquilli.

All’interno del grande complesso del Comune di Roma di via Baldassarre Longhena 98 – edificio inserito al centro dei tre quartieri “Incis-Pisana, Colle Massimo, Quaroni” – è ospitata da anni la Biblioteca Comunale frequentata dalla cittadinanza locale.

Tale spazio ospita in tempi ordinari circa 30 posti per studio e lettura, ma serve molte più persone che prendono in prestito i libri. Anzi, voci autorevoli, ci fanno sapere che i ragazzi erano ospitati in ogni angolo finché c’erano posti utili.

Nel quartiere la Biblioteca funzionava molto bene con le scuole, con una programmazione di incontri tematici che si svolgevano durante tutto l’anno scolastico. In particolare sono stati realizzati laboratori per bambini, cineforum, presentazione di libri, momenti di intrattenimento a vario titolo.

A febbraio 2021 i residenti hanno raccolto oltre mille firme per chiedere la riapertura del centro, dove sempre in “tempi normali” si potevano consultare riviste e quotidiani, connettersi al Wi-Fi e usufruire di una sala per gli audiovisivi.

Il quadrante periferico del XII municipio, Pisana Bravetta, ha una cronica carenza di luoghi di aggregazione a vocazione socio-culturale e se perdiamo anche questo punto di riferimento la situazione non può che peggiorare.

Nel grande plesso attualmente trovano ospitalità – oltre alla Biblioteca – il Centro Anziani, la Banca del Tempo (che ha partecipato ad un bando pubblico per attività da svolgere in biblioteca ma non ha mai avuto un riscontro da parte delle amministrazioni comunali), l’associazione di protezione civile K9 Rescue, l’ANPI Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (in modo temporaneo per ristrutturazione della propria sede ufficiale) e l’associazione sportiva ALPI.

Al di là delle varie problematiche che ognuna di queste articolazioni del centro polifunzionale presenta, quello che ci preme in questo momento di transizione – sia per l’emergenza sanitaria che per le vacanze estive – è sollecitare le istituzioni e gli amministratori. Va assolutamente sfruttato questo tempo  per ripensare l’organizzazione delle attività interne e  ristrutturare il centro, laddove ce ne fosse bisogno.

Molte sono state le voci – comprese le associazioni di genitori delle scuole del quadrante – che si sono sollevate per chiedere all’amministrazione risposte concrete che ad oggi non sono mai arrivate.

In alcuni incontri online organizzati con rappresentanti delle istituzioni è stata lamentata la mancanza di personale, così come ribadito anche dalla direzione delle biblioteche, ma sembra che nessuno se ne sia occupato veramente.

La nostra associazione (Associazione Comitato Quartiere Incis Pisana ODV) insieme all’Associazione di protezione civile K9 Rescue non ha fatto mancare il proprio aiuto quando si è pensato di ripulire gli esterni, immaginando che in un periodo di distanziamento sociale potessero essere utilizzati.

Ora tocca alle istituzioni: certo siamo consapevoli che le imminenti elezioni amministrative distraggono dai bisogni dei cittadini, ma noi – per quanto ci è possibile – continueremo a vigilare sulle sorti del grande edificio “abbandonato”.

Non vogliamo continuare ad assistere al deterioramento di un bene comune e soprattutto di una potenzialità che andrebbe valorizzata, curata e utilizzata dagli abitanti del nostro quadrante. Insomma, la biblioteca non deve chiudere!

 

Immagini della struttura.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo comunicato ce ne ha ricordato un altro pubblicato dal Comune di Roma una decina di giorni fa in relazione all’ultima edizione di “LETTERATURE – Festival Internazionale di Roma”, storica manifestazione della Capitale a cura dell’Istituzione Biblioteche di Roma.

Dichiara nel comunicato Vittorio Bo, commissario straordinario alle Biblioteche di Roma:

“Per Biblioteche di Roma questa ventesima edizione del Festival è particolarmente significativa, perché coincide con un periodo di grande impegno per rendere ancora più utile ed essenziale la propria vocazione culturale”.

Ebbene, se questo è un periodo di grande impegno per le Biblioteche di Roma, possibile che non si riesca a rassicurare cittadini tanto appassionati per il proprio quartiere e la cultura, chiarendo come e quando si potrà riaprire un fondamentale presidio culturale come la Biblioteca Comunale Longhena?

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Giunte Rosse: dieci interviste sul buon governo. Cosa resta delle #amministrazioni locali guidate dal Partito Comunista italiano? Il nuovo #libro di @A_Ambrogetti 👇📰 diarioromano.it/giunte-rosse-d…

Nuovi modi per accaparrarsi lo spazio pubblico. La carenza di posti auto favorisce escamotage degni di Totò. Basta delimitare lo spazio necessario, come fa egregiamente il fioraio di Via del Gambero, ed il gioco è fatto. (Claudio) #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Nuovi modi per accaparrarsi lo spazio pubblico.
La carenza di posti auto favorisce escamotage degni di Totò. Basta delimitare lo spazio necessario, come fa egregiamente il fioraio di Via del Gambero, ed il gioco è fatto. (Claudio)
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/HI0FeUIPcc

Proroga governativa per le #OSP “COVID”, che ha reso inutile l'intervento del Campidoglio. Rimane però inaffrontato il tema dei controlli, resi difficili (impossibili?) dalle carenze d'organico. Serio rischio di proroga del far west. @gualtierieurope diarioromano.it/?p=48847

Finalmente qualcuno che ricorda l’importanza di non chiuderli i #cinema. Veltroni interviene sulla moria di sale cinematografiche, ricordando la loro importanza e indicando nuovi modelli da seguire... 👇📰 diarioromano.it/finalmente-qua…

Giardino di piazza Armellini già in abbandono. Rifatto completamente nel 2019, lo square centrale non viene mai pulito e si sta lentamente degradando. Anche le piante necessitano di essere potate. #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Giardino di piazza Armellini già in abbandono.

Rifatto completamente nel 2019, lo square centrale non viene mai pulito e si sta lentamente degradando. Anche le piante necessitano di essere potate.
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/uK905On4y0

@diarioromano Venite a parlarne con noi domenica a Ostia. Partiamo dalla triste vicenda della delega al litorale per discutere di come sia impossibile amministrare 15 municipi grandi come medie città italiane senza poteri né risorse. @10azione @F_Carpano @anderboz @globefaro @AndreaVenanzoni Retweeted by diarioromano

Sarebbe utile avere dall'amm.ne capitolina un'indicazione di quando ragionevolmente pensano che i cumuli di rifiuti fuori i cassonetti sarranno una rara eccezione. In mancanza di ciò, è comprensibile che i cittadini continuino a documentare ogni giorno lo schifo. twitter.com/Lavoratori_Ama…

#Riforma di Roma Capitale: dalla Camera l’ipotesi di una “quasi” regione. Può funzionare? L'accordo tra le forze politiche è molto vicino. Tante competenze a #Roma tranne la #sanità... 👇📰 diarioromano.it/riforma-di-rom…

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Giunte Rosse: dieci interviste sul buon governo

Cosa resta delle amministrazioni locali guidate dal Partito Comunista italiano? Il nuovo libro di Andrea Ambrogetti cerca di mettere in luce l’impegno politico e sociale di quei sindaci e assessori e della loro presa sulla memoria collettiva

Leggi l'articolo »

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close