Piazza Santa Costanza abbandonata da 8 anni è un parking abusivo

Santa Costanza sosta e degrado 2

 

C’era una volta una rotonda gradevole con gli alberi al centro e i passaggi pedonali. Poi nel 2007 la piazzetta viene recintata con i new jersey provvisori. Qui, infatti, doveva sorgere una delle entrate alla stazione metro “Nomentana”della linea B1. Peccato che la stazione non si è più fatta ma la recinzione è rimasta per 8 anni ed è ancora lì a provocare degrado.

Piazza Santa Costanza, di fronte al liceo San Leone Magno, è in uno stato di totale abbandono. I new jersey sono stati spostati in modo da permettere alle auto i parcheggi più selvaggi.

L’area verde è una selva, piena di rifiuti ed escrementi di cani e sbandati. Attraversare per i pedoni è impossibile e l’insegnamento che si offre agli studenti del liceo è quello tipico di Roma: parcheggia dove ti pare tanto qui nessuno di farà mai la multa. Usa il verde come discarica. Lascia allo stato brado la cosa pubblica perché nella capitale di Italia si fa così.

Santa Costanza sosta e degrado 3

Santa Costanza sosta e degrado 4

Santa Costanza sosta e degrado 6

 

Per non parlare dei cigli dei marciapiedi completamente divelti e dell’asfalto non percorribile non solo da disabili ma da chiunque.

Invieremo la segnalazione al II° Municipio che ha recentemente riqualificato piazza Istria a 800 metri di distanza, lasciando in abbandono da ben 8 anni uno slargo importante e di grande passaggio.

 

Santa Costanza sosta e degrado

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I nostri ultimi Tweets

La situazione della Roma Nord a Maggio 2024.
Continuano i disagi per i pendolari della ferrovia ex concessa sia come ritardi che cancellazioni. Proseguono i lavori presso la stazione di Acqua Acetosa ma resta sempre carente l’informativa agli utenti.

A seguito di notizie di stampa sull’iniziativa del “treno dell’inclusività” ci sono pervenute numerose richieste per conoscere costi e dettagli.

Comunichiamo di aver inviato proprio stamattina ad ATAC S.p.A. un Accesso Civico Generalizzato per ottenere tali informazioni.

Il nostro impegno continua ma le pubblicazioni non saranno più regolari.
Dopo quasi 10 anni rallentiamo il ritmo, pur restando una voce attenta e aperta al contributo di cittadini e comitati. Un momento di riflessione a metà mandato di @gualtierieurope.

Load More

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

C’è chi si ATACca e chi no

I report ATAC sul servizio bus, tram e metro del 1° trimestre ’24 mostrano risultati eccellenti, in netto contrasto con l’esperienza reale degli utenti. Qual è il trucco?

Leggi l'articolo »