Piazza Istria: un buon progetto da difendere dalla sosta selvaggia

Piazza Istria incidente Luca 3

Fiori, striscioni, candele. Il tazebao in ricordo del diciassettenne Luca Liberti stringe il cuore. Trasmette il dolore degli amici, della famiglia. Piazza Istria è a lutto dopo l’incidente dello scorso 10 aprile.

Si cerca di capire come siano andati i fatti, come abbia fatto il bus dell’Atac ad investire lo scooter. I familiari hanno affisso diversi volantini nella zona alla ricerca di testimoni.

Piazza Istria incidente Luca 2

 

Le indagini della Polizia Municipale, si spera, faranno chiarezza sulla tragedia. Nel frattempo, però, alcuni residenti hanno sollevato il problema della nuova rotonda, inaugurata pochi mesi fa. C’è chi dice che potrebbe essere stata questa la causa dell’incidente. Eppure le rotonde stanno diventando lo standard in tutto il mondo per la loro maggiore sicurezza. Tutte le statistiche dicono che laddove prendono il posto dei semafori, l’incidentalità si riduce moltissimo. E’ possibile che questa regola non sia valida per piazza Istria?

Riteniamo che non sia così e che la nuova piazza sia bella ed efficiente. Il traffico è molto più scorrevole da quando sono stati eliminati i semafori su Corso Trieste. I pedoni sono tutelati da passaggi sicuri e da un semaforo a richiesta e l’estetica dell’area ha fatto un grosso salto di qualità con una gradevole fontana e marciapiedi in basalto.

Cosa c’è allora che non va? Il problema è il solito cancro che affligge tutta Roma: la sosta selvaggia come diarioromano aveva anticipato in un altro articolo. Le auto vengono lasciate ai bordi della piazza, restringendo la carreggiata da due corsie ad una sola. Ma andiamo per ordine con le fotografie che vi mostriamo qui sotto.

Piazza Istria 3

Come si può vedere, la piazza è bella, il prato molto curato. Nell’immagine scattata da un lettore si vedono sullo sfondo delle auto parcheggiate dove non è consentito e cioè all’interno della rotonda. Le abbiamo evidenziate con le frecce rosse.

Piazza Istria 2
L’area dell’edicola è da paese normale. Gli attraversamenti pedonali molto sicuri

Piazza Istria incidente Luca

Purtroppo, durante il nostro sopralluogo, abbiamo notato macchine parcheggiate in divieto anche sul lato opposto. Come si vede da questa foto e da quella seguente la carreggiata si restringe per la sosta selvaggia.

Piazza Istria auto in sosta

Sarà stata questa la causa della morte del povero Luca? Non lo sappiamo. Ma di certo c’è che un maggiore controllo sarebbe necessario, perché il progetto della nuova rotonda è valido e va ripetuto in altre zone del Municipio e della città. E non è giusto che i soliti habitué del parcheggio incivile lo guastino.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Campo rom Foro Italico: dopo lo sgombero, chi paga il conto per la bonifica? L'#Ama sospende la pulizia dell'area e invia un preventivo di 𝟴𝟯𝟯 𝗺𝗶𝗹𝗮 𝗲𝘂𝗿𝗼. Intanto si formano piccoli accampamenti in tutto il quartiere. #Roma #21ottobre ▪️ 👇📰 diarioromano.it/campo-rom-foro…

Da quando #Sharengo si è ritirata dal mercato, alcune auto sono rimaste sul territorio. Qui via Boccanelli, al Salario. Chi le rimuove? #Roma #fotodelgiorno 📸

test Twitter Media - Da quando #Sharengo si è ritirata dal mercato, alcune auto sono rimaste sul territorio. Qui via Boccanelli, al Salario. Chi le rimuove?
#Roma #fotodelgiorno 📸 https://t.co/txCwXt3OST

Quando si comincia a parlare di #Roma? Più o meno definito il ventaglio di candidati del #centrosinistra, proponiamo incontri pubblici dove metterli alla prova, come si fece con Ignazio Marino nel 2014. #20ottobre #Campidoglio ▪️ 👇📰 diarioromano.it/quando-si-comi… Retweeted by diarioromano

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close