Piazza Annibaliano e il parcheggio mai nato

parcheggio annibaliano3
L’ingresso al parcheggio oggi

 

parcheggio annibaliano4
Graffiti e abbandono

 

parcheggio annibaliano5
Una delle rampe carrabili piena di immondizia

 

parcheggio annibaliano
La struttura appena inaugurata nel 2014

 

parcheggio annibaliano2

 

Le prime tre foto (che abbiamo tratto da Roma2Oggi e Urbanfile) mostrano piazza Annibaliano oggi mentre le ultime due nel 2014, con la piazza appena inaugurata. A distanza di due anni il degrado la fa da padrone laddove un parcheggio da 300 posti avrebbe potuto servire gli abitanti della zona e gli utenti della metro B1.

Il parking nasce insieme alla metro. Una volta inaugurata la nuova diramazione della linea B, però, per dare il via al parcheggio si deve attendere. Il grezzo era pronto ma non ancora l’area interna. I lavori si concludono due anni dopo, nel maggio del 2014. Da allora nessuna auto è mai entrata nella rimessa. Manca il bando per l’assegnazione al gestore che ad oggi, fine agosto del 2016, non è ancora stato indetto. Più di due anni per un bando che in un paese normale si riesce a chiudere in tre/quattro mesi.

“Manca solo una firma che deve essere messa dal Campidoglio – spiega a Repubblica Francesca Del Bello neo presidente Pd del 2° Municipio – . Oggi è un patrimonio alla mercè del degrado quando invece sia questo di piazza Annibaliano che quello di piazza Conca d’Oro potrebbero essere utilizzati dai cittadini”.

Un servizio molto utile per gli abitanti della zona. Secondo l’accordo tra società costruttrice e Comune, infatti, una parte del parcheggio sarà destinata ai residenti con tariffe agevolate e un abbonamento mensile per 60/70 euro. Giuseppe Gerace, ex presidente del Municipio, racconta di aver sollecitato più volte prima l’assessore Improta della giunta Marino e poi il Commissario Tronca. Ma il via libera al bando non è mai arrivato.

Nel frattempo tutta l’area è un fiorire di doppie file e sosta selvaggia. Soprattutto la preferenziale di viale Eritrea e viale Libia è praticamente annullata dalle auto che la invadono in sosta vietata. I trecento posti sotterranei sarebbero fondamentali per un nuovo disegno della corsia e per il montaggio di cordoli che impedirebbero le doppie file.

Inoltre il prossimo 31 dicembre scade l’accordo di vigilanza con la società costruttrice e l’abbandono del parcheggio sarà definitivo.

Condividi:

Una risposta

  1. E il parcheggio di Cornelia allora, sulla metro A?

    Parcheggio in abbandono e chiuso. Tutto intorno delirio di parcheggi ovunque – perché poi l’arredo urbano delle strade ovviamente non viene migliorato, i marciapiedi ovviamente non vengono allargati, la sosta illegale ovviamente non viene combattuta.

    Ecco uno dei motivi per cui le opere pubbliche passano dal costare 10 al costare 100.
    Ma perché qualcuno dovrebbe prendersi un parcheggio a pagamento in gestione quando parcheggiare illegalmente tutto intorno è gratis e più comodo?
    Il parcheggio serve solo a gonfiare i costi dell’opera e arricchire i costruttori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I nostri ultimi Tweets

Meglio i tavolini o le auto? A Roma abbiamo tutti e 2.
In via Ripetta, come in tante altre strade, la sosta regolare è stata sostituita da dehors. Giusto o sbagliato che sia, perché vengono tollerate auto in doppia fila, spesso degli avventori dei locali?

Rendere balneabile il laghetto dell’Eur. Pro e contro del progetto.
Entro 5 anni si potrà fare il bagno e prendere il sole. Costo 8 milioni a carico di Eur spa. E se questi fondi fossero destinati a completare l’Acquario?

Municipio XIII. A via Cardinal Pacca c’è il progetto per questo #blackpoint ⤵️

Pedoni pugnalati alle spalle, zero visibilità, velocità.

Ma il progetto non interviene proprio sul punto critico, nonostante decine di collisioni negli anni.

Noi diciamo che va cambiato il progetto

Load More

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria