Per quanto resterà chiusa via Pezzana dopo il crollo del muro?

 

 

 

Le immagini sono impressionanti: il muro di contenimento di villa Ada verso via Giacinta Pezzana è venuto giù come una sfoglia lo scorso 11 dicembre. Il maltempo di queste settimane ha aggravato la situazione già seria per la scarsa manutenzione.

Adesso via Pezzana resterà chiusa per diverso tempo anche se la presidente del II Municipio, Francesca Del Bello, ha assicurato che i lavori dal lato di via Tommaso Salvini saranno avviati il più presto possibile e subito dopo si interverrà a valle, appunto su via Pezzana. Il problema riguarda soprattutto le persone anziane che non possono uscire di casa senza l’aiuto di qualcuno e senza la possibilità di avvicinarsi con l’automobile.

Racconta a Fanpage, Antonella Belliazzi, residente e direttore tecnico dell’Auditorium-Parco della Musica: “Una parte del marciapiede a confine con il parco di Villa Savoia è sprofondato verso la Villa insieme al muro di contenimento della strada creando una voragine profonda circa 8 metri. Quando dopo un’ora e mezza dalla chiamata sono arrivati i VVF , la prima cosa che hanno rilevato sono state le fessurazioni dalla strada e le buche ormai ridotte a scavi di terra impregnate di acqua, ed hanno espresso immediatamente grande preoccupazione. Ovviamente poi nei verbali tutto quanto sopra verrà ridotto a banali rilevazioni che sminuiranno il grave problema della inadempienza della P.A. La cosa più ridicola è che poiché la continuazione del muro che è crollato è il muro di contenimento del resto della strada e del mio giardino…. la soluzione è stata …. l’interdizione al mio giardino perché a rischio”.

La buona notizia è che nessuno è rimasto ferito, ma ci vorranno mesi per rendere di nuovo transitabile la parte sovrastante, all’interno del Parco.


Le foto sono di Lorenzo G. che ringraziamo

 

 

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I nostri ultimi Tweets

La situazione della Roma Nord a Maggio 2024.
Continuano i disagi per i pendolari della ferrovia ex concessa sia come ritardi che cancellazioni. Proseguono i lavori presso la stazione di Acqua Acetosa ma resta sempre carente l’informativa agli utenti.

A seguito di notizie di stampa sull’iniziativa del “treno dell’inclusività” ci sono pervenute numerose richieste per conoscere costi e dettagli.

Comunichiamo di aver inviato proprio stamattina ad ATAC S.p.A. un Accesso Civico Generalizzato per ottenere tali informazioni.

Il nostro impegno continua ma le pubblicazioni non saranno più regolari.
Dopo quasi 10 anni rallentiamo il ritmo, pur restando una voce attenta e aperta al contributo di cittadini e comitati. Un momento di riflessione a metà mandato di @gualtierieurope.

Load More

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

C’è chi si ATACca e chi no

I report ATAC sul servizio bus, tram e metro del 1° trimestre ’24 mostrano risultati eccellenti, in netto contrasto con l’esperienza reale degli utenti. Qual è il trucco?

Leggi l'articolo »