Metà delle scale mobili bloccate alla fermata Termini della metro

Impianti di traslazione ancora fuori uso nella fermata più trafficata della metropolitana. Con la riapertura delle scuole gli affollamenti saranno inevitabili

Riceviamo e rilanciamo (tremando al pensiero di quello che potrà succedere con la riapertura delle scuole).

 

Caro Diario Romano,

Vi scrivo per segnalarvi uno dei tanti problemi legato al trasporto pubblico di Roma. Dal 31 di agosto, lo scorso lunedì, ho ricominciato a prendere la metropolitana per andare a lavoro. Come moltissimi altri lavoratori e studenti prendo la linea A e scendo a Termini. La situazione delle scale mobili da utilizzare dopo la discesa dal treno (per uscire, per prendere la metro B o per raggiungere la stazione dei treni) è quella che vedete nelle foto allegate…. Su 4 scale ne funzionano solo 2. Gli assembramenti e i disagi sono purtroppo inevitabili… Possibile che uno snodo così importante per il trasporto pubblico della nostra città venga tenuto in questo modo? Le foto che vi allego sono di questa mattina ma le 2 scale mobili ferme sono in questo stato (almeno!) da lunedì scorso.
Non ci sono peraltro indizi di lavori di manutenzione…
Paolo S.

 

Ringraziando Paolo per la segnalazione, noi ricordiamo l’assessore Calabrese che a gennaio di quest’anno si lamentava con Atac in commissione mobilità per gli innumerevoli problemi irrisolti agli impianti di traslazione.

Sono passati otto mesi e la situazione è evidentemente ancora fuori controllo. Una persona responsabile al posto dell’assessore avrebbe già rassegnato delle dignitose dimissioni, ma è chiaro che egli non sappia dove la responsabilità sia di casa.

Che il cielo ce la mandi buona.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I nostri ultimi Tweets

Meglio i tavolini o le auto? A Roma abbiamo tutti e 2.
In via Ripetta, come in tante altre strade, la sosta regolare è stata sostituita da dehors. Giusto o sbagliato che sia, perché vengono tollerate auto in doppia fila, spesso degli avventori dei locali?

Rendere balneabile il laghetto dell’Eur. Pro e contro del progetto.
Entro 5 anni si potrà fare il bagno e prendere il sole. Costo 8 milioni a carico di Eur spa. E se questi fondi fossero destinati a completare l’Acquario?

Municipio XIII. A via Cardinal Pacca c’è il progetto per questo #blackpoint ⤵️

Pedoni pugnalati alle spalle, zero visibilità, velocità.

Ma il progetto non interviene proprio sul punto critico, nonostante decine di collisioni negli anni.

Noi diciamo che va cambiato il progetto

Load More

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria