L’intoccabile baraccopoli di S. Lorenzo

A metà gennaio avevamo ripreso per la seconda volta una segnalazione giuntaci dal quartiere San Lorenzo ad agosto dello scorso anno. A dicembre infatti la Presidente del Municipio II, Francesca Del Bello, aveva risposto alla nostra segnalazione dicendo che l’Assessore ai Lavori Pubblici del Municipio era stato informato. Purtroppo però a tutt’oggi non si ha notizia di alcun intervento né la situazione sul terreno appare minimamente cambiata, come la foto seguente dimostra.

 

Slorenzo2

 

Tutte le recinzioni di fortuna allestite intorno alla baraccopoli sono ancora lì, senza che nessuno si sia peritato di rimuoverle o anche solo isolarle per evitare che crollino addosso a qualche malcapitato. Come abbiamo già segnalato, infatti, i muretti mostrati dalla foto sono realizzati da qualcuno digiuno di qualsiasi nozione di muratura, risultando seriamente pericolosi e pericolanti.

Evidentemente chi li ha realizzati, presumibilmente chi occupa le baracche all’interno, non ha nessun timore di dover rispondere di eventuali danni causati a terzi dal crollo di questi muretti. Quello che non si può accettare è che le istituzioni, informate da agosto dello scorso anno di questo stato di cose, non abbiano ancora fatto nulla per scongiurare possibili danni a persone o cose.

Riservandoci di contattare l’Assessore del Municipio, intanto abbiamo girato la segnalazione ai vigili del Secondo Gruppo, visto che probabilmente nessuno deve averli ancora informati. Non possiamo infatti credere che un qualsiasi vigile, alla vista di quei muretti di fortuna, non si adoperi immediatamente per mettere in sicurezza tutta l’area.

È anche possibile (probabile diremmo) che in realtà i vigili siano già a conoscenza del problema, trattandosi di una zona tutt’altro che periferica e abbandonata, ma non essendo mai stati coinvolti ufficialmente, tramite esposto o comunicazione formale, abbiano evitato di intervenire “per quieto vivere” (purtroppo troppo spesso così vanno le cose a Roma, perfino nel pieno centro della città).

 

Peraltro l’ultimo nostro sopralluogo ci ha mostrato che sono tutte le costruzioni della baraccopoli che risultano malfatte e quindi a forte rischio di crollo, come mostra la foto che segue.

 

Slorenzo1

 

Per evitare quindi che si faccia male qualcuno, sia persona che viva i luoghi o sfortunato passante, sarebbe davvero il caso che tutta la baraccopoli venga esaminata attentamente e messa in sicurezza laddove necessario.

Alla prossima puntata.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I nostri ultimi Tweets

Il primo e vero Ponte di Castel Giubileo, nascosto oggi da un viadotto del GRA. Quel che resta della passerella in ferro, protagonista durante la seconda guerra mondiale e comparsa in diversi film del ‘900. Un racconto di Lorenzo Grassi.

Roma Capìta, un podcast per capirci qualcosa in più.
I ragazzi di Roma Smistamento pubblicano su Spotify e sui loro social un approfondimento da non perdere su quello che accade nella Capitale. Questo mese ospite anche Diarioromano.
#fotodelgiorno

Ci sono strade, ad esempio via della Croce, che sono ormai una distesa di tavoli senza alcuna regola, da anni, dove è difficile anche camminare a piedi!
Sarebbe interessante avere un aggiornamento dal pres. @Andrea_Alemanni, che dovrebbe occuparsi di OSP nella sua commissione.

Load More

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria