Leonori: “Sbigottita che riforma cartelloni sia ferma”

Marta Leonori
Marta Leonori

 

 

Sulla sua pagina Facebook, l’ex assessore alle Attività Produttive, Marta Leonori, riprende il nostro articolo di lunedì scorso e interviene sul tema cartelloni. Ricorda brevemente il lavoro svolto nei due anni di suo mandato (cancellazione sanatoria impianti abusivi, la famigerata delibera 116, emanata da Alemanno; nuovo Regolamento e Piano Regolatore; impianti tipo, predisposizione piani di localizzazione) e lo mette a confronto con i quasi due anni dell’attuale amministrazione.

Cosa è stato fatto durante la giunta Raggi sul fronte della pubblicità esterna? Praticamente niente. Ecco perché la Leonori si dice sbigottita e si domanda soprattutto a che punto siano le gare. “Il Comune fa sapere che forse per fine anno ci saranno. Che stanno lavorando a non meglio precisati criteri di qualità. Ma quindi in questi mesi cosa hanno fatto?

Ed è la stessa domanda che le associazioni cittadine hanno posto all’assessore Meloni e al presidente della Commissione Commercio Coia durante il convegno organizzato in sala della Protomoteca a fine giugno. Purtroppo le rassicurazioni giunte in quell’occasione non hanno avuto seguito. Sono trascorsi più di 7 mesi e l’unico passo compiuto è stato la ratifica in giunta dei piani di localizzazione.

Le stesse associazioni che Marta Leonori cita nel suo intervento su Facebook (Cittadinanzattiva, Romafaschifo, RomaPulita!, Carteinregola, Vas e diarioromano/bastacartelloni) che tanto hanno contribuito alla riforma e che si aspettavano di vederla compiuta già nel 2017.

A cosa si riferiscono i criteri di qualità che l’attuale giunta sta cercando, si chiede Marta Leonori? Una domanda posta anche da noi alla quale finora nessuno ha risposto.

Cartelloni pubblicitari

 

Intanto le regole sull’impiantistica pubblicitaria stanno trovando sempre nuovi confini legislativi. E’ di queste settimane una sentenza della Corte di Cassazione sul silenzio-assenso per l’installazione di nuovi cartelloni (la n. 285/2018). Una ditta aveva fatto ricorso contro il Comune di Teramo che l’aveva multata per aver installato tre impianti su una strada senza le prescritte autorizzazioni. La ditta ha fatto ricorso prima al Tribunale e poi in Cassazione sostenendo di aver usufruito della regola del silenzio-assenso. Ma la Corte ha rigettato in quanto non può invocarsi il principio di tacito accordo per nuovi cartelloni. Questi, infatti, possono inficiare la sicurezza di traffico e pedoni e richiedono pertanto una esplicita autorizzazione.

Si tratta di un elemento interessante dal punto di vista giuridico, sebbene a Roma le regole siano molto chiare grazie al nuovo Regolamento e al Piano Regolatore degli Impianti Pubblicitari. Occorre solo sbrigarsi a indire le gare e affidare i lotti al miglior offerente. A colui cioè che garantirà buoni incassi per il comune e servizi importanti per la città quali bike sharing, manutenzione del verde, arredo urbano, etc.

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

La nuova stazione Flaminio si farà. Ripresi i lavori fermi da 4 anni. Il cantiere, necessario per il rinnovo totale della ferrovia #Roma Nord, oggetto di liti tra #Atac e @RegioneLazio, sarà completato entro il 2022. Primo passo verso la metro F. ▪️▪️ 👇📰 diarioromano.it/la-nuova-stazi…

Via Lisbona, un albero molto alto è caduto improvvisamente per il vento. Per fortuna non ha causato danni. Manutenzione e potature sempre più indispensabili. . #Roma #foto #lettori 📸

test Twitter Media - Via Lisbona, un albero molto alto è caduto improvvisamente per il vento. Per fortuna non ha causato danni. Manutenzione e potature sempre più indispensabili.
.
#Roma #foto #lettori 📸 https://t.co/uoGazSiBzB

E nel caso @virginiaraggi @AndreaCoiaM5S & Co. avessero bisogno di qualche buona idea per aiutare davvero il commercio romano ridando possibilità d'incontro in sicurezza ai cittadini, consigliamo di citofonare c/o @PiccoloAmerica twitter.com/diarioromano/s…

test Twitter Media - E nel caso @virginiaraggi @AndreaCoiaM5S & Co. avessero bisogno di qualche buona idea per aiutare davvero il commercio romano ridando possibilità d'incontro in sicurezza ai cittadini, consigliamo di citofonare c/o @PiccoloAmerica https://t.co/oMP90tvzMu https://t.co/W5KGr2utUv

Ampliamento OSP: tutto annunci e niente sostanza🗣️📢. L'amm.ne partorisce un topolino inutile per gli onesti ma potenzialmente disastroso se sfruttato dai furbi. #28maggio #Roma #news ▪️▪️▪️▪️ 👇📰 diarioromano.it/ampliamento-os…

La protezione del marciapiede di lungotevere Arnaldo da Brescia è durata ben poco ed i pedoni sono di nuovo costretti a passare sulla carreggiata. . #Roma #foto #lettori 📸

test Twitter Media - La protezione del marciapiede di lungotevere Arnaldo da Brescia è durata ben poco ed i pedoni sono di nuovo costretti a passare sulla carreggiata.
.
#Roma #foto #lettori 📸 https://t.co/9XBckw7knr

Sgomberato l'accampamento nel parcheggio della Stazione di #Roma Termini, ma dopo due giorni questi disperati sono tornati, sistemandosi alla meglio di fronte uno dei cancelli dell'hotel "Palazzo Cinquecento".Serve una soluzione ragionata, non un altro sgombero❗📸

test Twitter Media - Sgomberato l'accampamento nel parcheggio della Stazione di #Roma Termini, ma dopo due giorni questi disperati sono tornati, sistemandosi alla meglio di fronte uno dei cancelli dell'hotel "Palazzo Cinquecento".Serve una soluzione ragionata, non un altro sgombero❗📸 https://t.co/XxA5VLRCMb
test Twitter Media - Sgomberato l'accampamento nel parcheggio della Stazione di #Roma Termini, ma dopo due giorni questi disperati sono tornati, sistemandosi alla meglio di fronte uno dei cancelli dell'hotel "Palazzo Cinquecento".Serve una soluzione ragionata, non un altro sgombero❗📸 https://t.co/XxA5VLRCMb
test Twitter Media - Sgomberato l'accampamento nel parcheggio della Stazione di #Roma Termini, ma dopo due giorni questi disperati sono tornati, sistemandosi alla meglio di fronte uno dei cancelli dell'hotel "Palazzo Cinquecento".Serve una soluzione ragionata, non un altro sgombero❗📸 https://t.co/XxA5VLRCMb

#assistenticivici: grande confusione nella politica. 60 mila cittadini per vigilare le piazze della #movida, mentre la #polizia penitenziaria viene destinata all'assistenza sociale.🤷🏻‍♂️ #27maggio #Roma #news #GuardieCiviche ▪️▪️▪️▪️ 👇📰 diarioromano.it/gli-assistenti…

Residenti in subbuglio per il taglio indiscriminato di alberi in via Pozzuoli. L’ufficio tecnico ha spiegato che era necessario per la nuova viabilità. La strada diventerà a doppio senso di marcia e questo non permette di avere alberi sui due lati della carreggiata. (📸Nicolò P.)

test Twitter Media - Residenti in subbuglio per il taglio indiscriminato di alberi in via Pozzuoli. L’ufficio tecnico ha spiegato che era necessario per la nuova viabilità. La strada diventerà a doppio senso di marcia e questo non permette di avere alberi sui due lati della carreggiata.
(📸Nicolò P.) https://t.co/bNLD8LYgNI
Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close