Incontri fortuiti, e proficui, presso la nuova ciclabile del Torrino

Un incontro fortuito tra aderenti di BiciRoma e tecnici di Roma Servizio per la Mobilita nei pressi della nuova ciclabile del Torrino ha permesso una semplice ma efficace miglioria. Se solo l'amm.ne si aprisse di più ai cittadini ...

Ancora un articolo legato alla mobilità ciclabile. In questo caso è un comunicato stampa di BiciRoma che volentieri rilanciamo.

 

Gentile redattore,

oggi abbiamo visionato la nuova ciclabile del Torrino che in realtà parte da Viale Oceano indiano e arriva a Piazza Monte Tai ( e viceversa).

Abbiamo fatto tutto il percorso in bici ed abbiamo notato varie cose che sono da finire o da migliorare, trovate tutto ai link sottostanti.

Il caso ha voluto che incontrassimo i tecnici dell’Agenzia della Mobilità durante il loro sopralluogo. Ed è su questo fatto che vorremmo chiedere la vostra attenzione.

C’è stato un proficuo scambio di osservazioni nell’interesse dello sviluppo della mobilità ciclistica ma soprattutto abbiamo fatto vedere al responsabile presente che ringraziamo per la disponibilità nonostante un impegno che aveva, la possibilità di collegare questa nuova tratta con la dorsale Tevere mediante un passaggio, sconosciuto ai tecnici, che immette direttamente, tramite un sottopasso con un sentiero in terra battuta di qualche decina di metri, sulla dorsale Tevere (tratta Tor di Valle) all’altezza dell’antichissimo  ponte romano  (abbandonato a se stesso, il Ministro Franceschini che è anche amante del cicloturismo dovrebbe andare a vedere lo stato di abbandono in cui viene lasciato un bene che fa parte del nostro patrimonio storico culturale).

Nonostante pare non si potranno realizzare le corsoie ciclabili in quanto strade di viabilità locale questo collegamento ci è stato detto che verrà ben segnalato sia a terra che con segnaletica verticale.

Questo permetterà dal Torrino di pedalare in aree dedicate sino all’altro capo di Roma in quanto la dorsale Tevere come si sa raggiunge il GRA altezza Flaminia attraversando Roma lungo la banchina del Tevere (ci è stato chiesto da molti che venga raddoppiata)

Ora questo non può che farci piacere, ovviamente, ma la riflessione è che se non ci fossimo per caso incontrati la ciclabilità romana avrebbe quanto meno rinviato  (a chissà quando) questa possibilità.
Da quattro anni a questa parte purtroppo il dialogo con l’amministrazione è stato pressoché inesistente, quando invece, come dimostra il caso odierno, un contributo positivo può venire dall’associazionismo e da chi ha a cuore questo settore.

Non sarebbe il caso di coinvolgerci di più su questi prossimi 146 km di percorsi ciclabili?

 

Se volete vedere il resoconto della nostra visita di oggi con foto e video ecco i link:

 

https://www.facebook.com/biciroma.roma/photos/a.1530390123869677/2622393794669299/?type=3&av=1481429142099109&eav=AfaQR93Vs-Rc6pvP56ZDxHi18tub5I5vI_uqFb_nxvj0KnX-RivBqdc0gefyNZv-JxuZ2-lX2rsj8YTSQaJW3aVj&theater

https://www.facebook.com/biciroma.roma/posts/2622369828005029

https://www.facebook.com/biciroma.roma/videos/1803836563091570/

 

Grazie

Cordiali saluti

 

Fausto Bonafaccia

BiciRoma

Lungotevere della Magliana 118
00146 Roma
Tel. 0655590106

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I nostri ultimi Tweets

Riaperto da questa mattina il Roseto Comunale. Accesso gratuito fino al 16 giugno tutti i giorni dalle 8.30 alle 19.30. Oltre a 1.200 tipologie di rose, un angolo è dedicato al concorso internazionale sulle nuove varietà #fotodelgiorno

Monopattini: lo sharing “alla romana” non sembra funzionare
Le tre società vincitrici del bando lamentano l’eccessiva onerosità delle corse gratuite per gli abbonati Metrebus. Ma perché a Roma non si fa come a Parigi o Milano?

Trenini in Metro: torna la mostra di modellismo ferroviario. Sabato 20, presso la fermata Malatesta della Linea C, immancabile esposizione di cimeli del trasporto e di modelli Dioarami. Dalle 9.30 alle 19.00 #modellismo #trenini #fotodelgiorno

Insediamenti sotto Ponte Salario: non si fa in tempo a sgomberare che ne appare un altro. L’area è costantemente abitata da senza tetto. A ridosso dell’Aniene un‘enorme discarica con rischio di grave danno ambientale. A #Roma sono ormai 300 le baraccopoli.

Load More

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria