Il Mercato di Val Melaina diventerà di proprietà comunale e potrà essere riqualificato

L'aula Giulio Cesare ha votato all'unanimità per l'acquisizione dell'area dall'Inps. Il Campidoglio non aveva poteri e non poteva investire nella struttura. La soddisfazione di Caudo

 

Si chiama ancora “Mercato Val Melaina”, ma nella realtà non è più su quella strada dal 2001, quando i banchi vennero spostati nel plateatico di proprietà Inps che si trova in via Giovanni Conti. Il Campidoglio si era impegnato a comprare l’edificio e il terreno in modo da poterli gestire ma la transazione non è mai avvenuta. Solo in questi giorni, a distanza di 21 anni, l’assemblea capitolina ha approvato l’acquisizione.

Il voto, arrivato all’unanimità, era stato sollecitato da Roma Futura, la formazione politica che fa capo a Giovanni Caudo, già presidente del III Municipio. In quella veste, Caudo si batté per l’acquisto dell’area e trovò la collaborazione dell’assessore al Commercio della giunta Raggi, Carlo Cafarotti. Ma la Sindaca da un giorno all’altro ritirò le deleghe a Cafarotti per passarle ad Andrea Coia e il processo si arenò.

Martedì scorso maggioranza e opposizione hanno trovato l’accordo e hanno votato per il passaggio di proprietà. Non appena la compravendita sarà formalizzata, il Municipio potrà intervenire per sanare alcuni dei problemi più pesanti a partire dalla quantità di rifiuti che si sono accumulati nel parcheggio e che ad oggi non potevano essere rimossi senza l’assenso dell’Inps. Non si sa per qualche motivo, i due enti non riuscivano a collaborare e così la struttura stava lentamente scivolando verso l’abbandono.

Nella foto che segue, tratta dalla pagina Facebook Reporter Montesacro, la catasta di immondizia che si trova proprio alle spalle del Mercato.

 

C’è poi il tema degli investimenti sugli esterni e gli interni del plateatico. In alcuni punti vi sono infiltrazioni d’acqua, i pavimenti sono dissestati eppure gli operatori pagano il canone come gli esercenti di tutti gli altri mercati, ma qui i servizi non ci sono. Scrive Caudo: “La non acquisizione in questi anni dell’area del mercato ha penalizzato gli operatori, per la mancata manutenzione, i rifiuti non ritirati e i servizi mancanti, nonostante il regolare pagamento del canone“. E poi prosegue auspicando che la giunta Gualtieri riesca in tempi brevi a regolarizzare la situazione.

Il voto dell’aula infatti è solo il primo passo. Ora occorre procedere all’atto notarile e poi il Municipio e il Campidoglio dovranno bandire degli appalti per la manutenzione ordinaria e straordinaria. Un processo che non si fa certo in pochi mesi, ma che almeno è stato avviato.

L’Inps, dal canto suo, si libera di un peso perché si trovava a dover gestire una proprietà per la quale il Comune di Roma non ha mai pagato un euro di affitto. Roma Capitale avrebbe potuto avviare la procedura di esproprio per pubblico interesse ma non l’hai mai fatto, per cui Val Melaina è rimasto in una sorta di limbo, di terra di nessuno. Gli unici che si sono rimboccati le maniche sono stati gli abitanti della zona che hanno effettuato qualche lavoretto volontario, mentre gli operatori dell’AGS si sono autotassati per montare un cancello ed effettuare alcune riparazioni più urgenti. Una goccia nel mare dell’incuria che solo il proprietario delle mura può arrestare.

 

Condividi:

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Perché @PLRomaCapitale non dedica un paio dì pattuglie in bici al controllo delle ciclabili? Che fine hanno fatto i mezzi a due ruote periodicamente sfoggiati nelle parate? @gualtierieurope twitter.com/marcolatini19/…

L’inutilità dei vigili agli incroci: a viale Manzoni-via Emanuele Filiberto tengono fermi due bus al semaforo per 4/5 minuti, a via Merulana non gestiscono veicoli che bloccano i bus. C’è qualcuno che gli spiega come comportarsi o improvvisano?

Forse qualcuno dovrebbe spiegare all'architetto che il muro non serve a cingere il giardino bensì proprio a crearlo, ossia a contenere la terra dove mettere le piante. Quello che doveva essere un parcheggio interrato è venuto un po' fuori terra e da qui la necessità del muro. twitter.com/rep_roma/statu…

Piano per la #mobilità durante le festività natalizie: il migliore da molti anni, nonostante qualche ombra. Per la prima volta viene prevista l'attivazione fissa delle #ZTL e i collegamenti con alcuni parcheggi... 👇📰 diarioromano.it/piano-per-la-m…

#Domenica di giochi a villa Ada per i bambini. La giornata sarà dedicata al #Festival dei Giochi di Strada tra i quali il tiro alla fune, i birilli, la corsa dei sacchi e molto altro. Ingresso da via di Ponte Salario fino al tramonto

test Twitter Media - #Domenica di giochi a villa Ada per i bambini.
La giornata sarà dedicata al #Festival dei Giochi di Strada tra i quali il tiro alla fune, i birilli, la corsa dei sacchi e molto altro. Ingresso da via di Ponte Salario fino al tramonto https://t.co/H3ClE8Wsnz
Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Colonna della Pace, in abbandono

Davanti la basilica di Santa Maria Maggiore c’è l’unica superstite delle otto colonne che ornavano la volta della Basilica di Massenzio, lasciata nel degrado con le erbacce ad infestarla.

Leggi l'articolo »

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close