Gli studenti ci insegnano a non vandalizzare i mezzi pubblici

Il Concorso "Sono Stato Io" bandito dalla Fit-Cisl: un fumetto o un video contro scritte sui bus e sedili sfondati. La cultura della legalità inizia dalle piccole cose

 

Insegnare ai ragazzi della scuola primaria e secondaria quanto è importante il rispetto delle persone e delle cose pubbliche. E’ l’obiettivo del concorso SONO STATO IO, che la Fit-Cisl, con il patrocinio del Ministero dei Trasporti, organizza ormai da quattro edizioni.

E’ una sorta di gara nazionale nella quale gli studenti sono chiamati a presentare fumetti o  spot audio-video per approfondire il tema del vandalismo nei confronti dei mezzi di trasporto pubblico. I migliori lavori ottengono un premio in buoni libro, biciclette o notebook.

Obiettivo del sindacato dei trasporti è diffondere la cultura della cosa pubblica ma soprattutto spiegare alle giovani generazioni che è un errore imputare solo alla politica o alle aziende di trasporto le condizioni di degrado in cui spesso gli studenti sono costretti a viaggiare.

Molti sono ormai assuefatti alle scritte vandaliche, ai sedili sfondati, ai vetri sfregiati con l’acido. La routine del vandalismo entra in noi e erode quella cultura della legalità e del senso civico a favore purtroppo dell’accettazione della violenza. E da qui parte la filiera negativa del biglietto non pagato, dell’aggressione agli autisti, della maleducazione imperante.

Non basta solo invocare la riparazione dei mezzi o la cancellazione delle scritte, occorre prevenirle. I soldi stanziati per sostituire vetri danneggiati o sedili scardinati potrebbero essere impiegati per migliorare le condizioni di trasporto, per l’istruzione o per tanti altri usi.

La domanda allora che il concorso pone ai giovani partecipanti è proprio questa: SE FOSSI (LO) STATO IO cosa farei per preservare da atti vandalici il mezzo che ti porta a scuola? I ragazzi hanno risposto con grande fantasia e creatività. Nei video che seguono potete vedere gli spot e i fumetti animati realizzati dagli studenti che hanno vinto le scorse edizioni. Idee e arte che fanno ben sperare.

 

 

Il bando di quest’anno si chiude il 22 aprile prossimo, entro quella data andrà consegnato il materiale che sarà poi giudicato dalla giuria. Qui, le scuole interessate a partecipare, possono scaricare il testo del concorso.

 

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Manco a li cani! L'area cani del Parco della Resistenza, tra l'Aventino e Testaccio, presenta cumuli di rifiuti e panchine distrutte. #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Manco a li cani!
L'area cani del Parco della Resistenza, tra l'Aventino e Testaccio, presenta cumuli di rifiuti e panchine distrutte.
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/WZHjZXB8ZW

In attesa delle necessarie riforme organiche del commercio romano, ché altrimenti Roma diviene un’unica grande mangiatoia, si dovrebbe intervenire su alcune piccole storture, tipo il parrucchiere non artigiano. @Andrea_Alemanni twitter.com/fabioannovazzi…

@diarioromano A Roma (Nord) un parrucchiere non è “artigiano”, niente SCIA e deve chiudere. Per il decoro del commercio. A Testaccio invece la amministrazione ha capito che i parrucchieri sono artigiani Retweeted by diarioromano

Capito @tobiazevi ? twitter.com/susanna_le/sta…

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Manco a li cani!

L’area cani del Parco della Resistenza, tra l’Aventino e Testaccio, presenta cumuli di rifiuti e panchine distrutte.

Leggi l'articolo »

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close