La scorsa settimana abbiamo ricevuto un tweet:

 

tweet

 

La segnalazione riguarda dei furgoni che usano sostare sul marciapiede in via Saturnia.

Essendo utilizzati per il trasporti di persone inferme, ci è parso il caso di scrivere alla ditta titolare dei furgoni, segnalandogli il problema e chiedendogli di provvedere a risolverlo.

Passati alcuni giorni abbiamo ricevuto la risposta che segue:

 

Gentile redazione di diarioromano.it


Mi chiamo Roberto Costanzi, sono segretario dell’Associazione Malati di Reni onlus, l’associazione delle persone con malattia renale sottoposte a trattamento dialitico.
Innanzitutto vi ringrazio per la cortesia della segnalazione dei pulmini della Cooperativa Sociale Dializzati Italia che mi è stata girata.
La foto è stata scattata in via Saturnia, difronte all’ingresso del centro dialisi della casa di cura Villa Annamaria, strada dove i parcheggi sono perennemente occupati da auto in sosta.
Adiacente all’ingresso della casa di cura vi sono 5 parcheggi liberi per portatori di handicap occupati quasi sempre da auto autorizzate che ne hanno diritto.
I pulmini devono sostare alla meglio affinchè l’operatore accompagni le persone anziane con pluripatologie e spesso non deambulanti autonomamente che devono effettuare la terapia all’interno del centro dialisi o le devono riaccompagnare a casa. Di solito vengono subito spostati in altro parcheggio o si accingono ad andare a prendere altre persone.
Abbiamo in passato chiesto al comune di poter avere delimitati degli spazi sulla strada per la fermata dei pulmini negli orari di apertura del centro dialisi senza successo.
Raccogliendo il vostro invito ho chiesto alla Cooperativa una maggiore attenzione nei tempi di sosta e alla Casa di Cura la possibilità di utilizzare al meglio il piccolo spazio interno, e a settembre in accordo con la Casa di Cura torneremo a chiedere che vengano delimitati i parcheggi per la sosta al comune/municipio.
Vi terremo informati per un vostro sostegno per ottenere quanto richiederemo cercando di mettercela tutta per affrontare il problema.

Cordialmente
Roberto Costanzi”

 

Dal messaggio capiamo come vi sia un’esigenza reale che deve essere soddisfatta, ossia la necessità di sostare con i mezzi per accompagnare i malati presso il centro di cura, ma d’altronde lo stesso scrivente riconosce che ciò non può essere fatto a scapito di chi ha necessità di transitare liberamente sul marchiapiede.

Nel ringraziare il Sig. Costanzi per il riscontro dato al nostro messaggi e per l’impegno preso per cercare di risolvere il problema, provvederemo a girare la segnalazione al Municipio VIII perché qualcuno si faccia carico di valutare la situazione.

 

Qualcuno sorriderà per queste nostre iniziative puntuali, pensando che in fondo esse non possano incidere in una situazione disastrata come quella romana. Noi invece siamo convinti che se a Roma ognuno non comincia a farsi carico del piccolo problema che vede o vive, non se ne verrà mai a capo. E farsi carico dei problemi vuol dire anzitutto farli presente a chi li genera. E le nostro pagine sono sempre a disposizione per dare un minimo di visibilità alla cosa.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Al Celio marciapiedi in asfalto e pure disastrati. In un rione storico come il Celio non solo ancora vi sono marciapiedi in asfalto, ma molti risultano disastrati, vere e proprie barriere invalicabili per i disabili motori #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Al Celio marciapiedi in asfalto e pure disastrati.

In un rione storico come il Celio non solo ancora vi sono marciapiedi in asfalto, ma molti risultano disastrati, vere e proprie barriere invalicabili per i disabili motori
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/U4uu20fkiI

Noi facciamo richiesta formale al Dip. Ambiente, ma non sarebbe meglio che l’assessore @Sabrinalfonsi spiegasse subito cosa sta succedendo con le fototrappole? Tanto più se non c’è nulla da nascondere. twitter.com/diarioromano/s…

@rcalcina @comuneroma @ComunediTrieste Lo potevi fare con un comandante vigili serio e onesto e osteggiato come quello scelto da Marino quando iosegnalo funzionava poi adesso neppure più sistema funziona. Tralasciando quando ti contatta vano minacciando anche parenti vigili perché lavoravano troppo... Retweeted by diarioromano

Che brutto il plexiglass intorno alle aree archeologiche. Da tempo immemore alcune aree archeologiche a Roma sono circondate da indegni pannelli in plexiglass rovinati e imbrattati. A quando la loro rimozione? #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Che brutto il plexiglass intorno alle aree archeologiche.

Da tempo immemore alcune aree archeologiche a Roma sono circondate da indegni pannelli in plexiglass rovinati e imbrattati. A quando la loro rimozione?
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/OidSLFYrT1

Semplicemente sconfortante, segno che in fondo nulla è ancora cambiato. @gualtierieurope twitter.com/battaglia_pers…

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close