Dove agli alberi ci si tiene davvero …

 

L’immagine l’abbiamo rintracciata sulle pagine facebook del gruppo Green City Roma e proviene da Winchester (UK).

Il testo dice essenzialmente che l’albero dove è affisso il cartello verrà rimosso completamente il 31 luglio a causa di un parassita che lo ha attaccato, rendendolo a rischio di crollo. Inoltre, considerata la perdita di un tale importante albero, la municipalità provvederà a piantare almeno due nuovi alberi in sua sostituzione. Infine chiunque avesse domande o commenti può indirizzarli via telefono o email.

 

Si capisce la differenza con quanto da mesi sta accadendo a Roma o bisogna spiegarla?

Ecco l’ultimo capolavoro dell’amministrazione Raggi con gli alberi di Roma, a via Andersen:

 

 

Un’intera strada ripulita completamente e senza spiegazione alcuna.

 

Da sottolineare che non ci sarebbe neanche bisogno di andare chissà dove a trovare esempi virtuosi. Basterebbe infatti dare un minimo ascolto a chi al verde e agli alberi ci tiene veramente per capire come ci si dovrebbe comportare in certe situazioni. Verificare, ad esempio, gli articoli 3 e 4 del Manifesto degli alberi di Roma proposto sempre dal gruppo Green City Roma:

 

 

È dei giorni scorsi la presentazione in Commissione Ambiente del testo del Regolamento del verde di Roma Capitale predisposto dall’assessore Montanari con la collaborazione di numerose associazioni. Peccato che proseguendo di questo passo ne rimarrà ben poco di verde da tutelare a Roma.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I nostri ultimi Tweets

La situazione della Roma Nord a Maggio 2024.
Continuano i disagi per i pendolari della ferrovia ex concessa sia come ritardi che cancellazioni. Proseguono i lavori presso la stazione di Acqua Acetosa ma resta sempre carente l’informativa agli utenti.

A seguito di notizie di stampa sull’iniziativa del “treno dell’inclusività” ci sono pervenute numerose richieste per conoscere costi e dettagli.

Comunichiamo di aver inviato proprio stamattina ad ATAC S.p.A. un Accesso Civico Generalizzato per ottenere tali informazioni.

Il nostro impegno continua ma le pubblicazioni non saranno più regolari.
Dopo quasi 10 anni rallentiamo il ritmo, pur restando una voce attenta e aperta al contributo di cittadini e comitati. Un momento di riflessione a metà mandato di @gualtierieurope.

Load More

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

C’è chi si ATACca e chi no

I report ATAC sul servizio bus, tram e metro del 1° trimestre ’24 mostrano risultati eccellenti, in netto contrasto con l’esperienza reale degli utenti. Qual è il trucco?

Leggi l'articolo »