Città in rovina – L’autoparco dei vigili a Porta Portese

Dedichiamo la prima puntata del 2016 della rubrica “Città in rovina” all’autoparco (ex?) dei vigili urbani sito vicino a Porta Portese, in via delle Mura Portuensi.

rimessa5

Si tratta di un’area che insiste proprio su Porta Portese, e quindi di grande valore commerciale, parte scoperta e parte protetta da una grande struttura metallica. La si vede in gran parte inutilizzata e totalmente fatiscente, anche se continuano ad esserci diversi mezzi della PLRC parcheggiati all’interno. Qualche foto.

 

rimessa3
L’ingresso della struttura non dà l’idea di un abbandono totale

 

rimessa6
La parte esterna della struttura in cemento, non rifinita

 

rimessa2
Il grande capannone lasciato a marcire ed inutilizzato

 

rimessa4
La recizione distrutta in più punti. Si intravedono alcune auto dei vigili all’interno.

 

rimessa1
Il marciapiedi inutilizzabile da tempo immemore

 

Non siamo riusciti a trovare molto su quest’area semi-abbandonata. Nelle pagine internet del Dipartimento di Urbanistica del Comune di Roma essa viene ricompresa nell’ambito urbano “Porta Portese – Clivio Portuense” con l’obiettivo di un suo riuso “con funzioni speciali/urbane delle aree pubbliche” (qualsiasi cossa ciò significhi).

Nel 2003 si era parlato di questo autoparco come soluzione per un’associazione culturale (Blue Cheese) che era stata sgomberata da un’occupazione abusiva a Testaccio, ma poi più nulla.

Un’ipotesi simile è stata fatta a febbraio 2015 per il centro sociale Rialto S. Ambrogio di Roma, attualmente nel Ghetto in uno stabile occupato in via di Sant’Ambrogio 4. Ma anche in questo caso non c’è stato alcun seguito.

La realtà è quindi che l’ennesima proprietà pubblica viene lasciata in abbandono, perdendo occasioni di un suo utilizzo a beneficio diretto della collettività o con sfruttamento commerciale di qualche privato (i cui proventi potrebbero poi essere impiegati dal pubblico). Senza contare il degrado che un tale abbandono genera in un’area così centrale.

 

Clicca qui per le precedenti puntate di Città in rovina

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I nostri ultimi Tweets

La situazione della Roma Nord a Maggio 2024.
Continuano i disagi per i pendolari della ferrovia ex concessa sia come ritardi che cancellazioni. Proseguono i lavori presso la stazione di Acqua Acetosa ma resta sempre carente l’informativa agli utenti.

A seguito di notizie di stampa sull’iniziativa del “treno dell’inclusività” ci sono pervenute numerose richieste per conoscere costi e dettagli.

Comunichiamo di aver inviato proprio stamattina ad ATAC S.p.A. un Accesso Civico Generalizzato per ottenere tali informazioni.

Il nostro impegno continua ma le pubblicazioni non saranno più regolari.
Dopo quasi 10 anni rallentiamo il ritmo, pur restando una voce attenta e aperta al contributo di cittadini e comitati. Un momento di riflessione a metà mandato di @gualtierieurope.

Load More

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

C’è chi si ATACca e chi no

I report ATAC sul servizio bus, tram e metro del 1° trimestre ’24 mostrano risultati eccellenti, in netto contrasto con l’esperienza reale degli utenti. Qual è il trucco?

Leggi l'articolo »

Stiamo perdendo anche Garbatella?

“Sarebbe urgente mettere un argine a tutto questo se non vogliamo stravolgere molte nostre città, che si stanno trasformando in mega luna park, e ristoranti a cielo aperto.” Il contributo di una lettrice.

Leggi l'articolo »