Campi Sportivi: ecco come è ridotta una stazione rifatta da poco

stazione campi sportivi

 

Leggi di lotta all’evasione, di aumento dei controllori, di varchi elettronici e poi arrivi alla Stazione Campi Sportivi e trovi il tornello di accesso perennemente aperto. Sta così da almeno 4 mesi ci riferisce Flavio, lavoratore della palestra di fronte che ha chiesto a diarioromano di scrivere qualcosa su questa disgraziata fermata della Roma-Viterbo. “A che serve fare l’abbonamento – si chiede Flavio – se poi vedi che chiunque entra gratis e da mesi nessuno fa niente”?

Difficile dargli torto e difficile pure rispondere che il biglietto va comunque sempre fatto per senso civico, per rispetto degli altri e bla, bla, bla. Anche perchè il senso civico qui a Campi Sportivi, sembra proprio dimenticato. A partire dagli amministratori pubblici che neanche 4 anni fa hanno inaugurato questa stazione appena riqualificata con una spesa di alcuni milioni di euro e poi completamente abbandonata.

Le immagini che vi mostriamo qui sotto hanno bisogno di poche spiegazioni aggiuntive.

stazione campi sportivi2
Luci di emergenza e ascensore fuori uso
stazione campi sportivi5
Percorso per non vedenti spaccato in più punti

 

stazione campi sportivi6
Le indicazioni in braille divelte e arrugginite

 

stazione campi sportivi3
La discesa verso le banchine ricoperta di scritte

 

stazione campi sportivi4

stazione campi sportivi8

stazione campi sportivi7
L’area verde circostante piena di rifiuti

 

Ogni giorno questa stazione è frequentata da migliaia di persone che si recano nella zona sportiva del Coni, al Centro Culturale Islamico o alla più grande Moschea d’Europa. Per cui è una fermata importante ma nessuno sembra porvi attenzione.

Il principio di spendere ingenti somme di denaro per riqualificare una struttura e poi lasciarla in completo abbandono è quanto di più sbagliato e immorale si possa fare. Si trasmette il messaggio che quel luogo torna ad essere terra di nessuno immediatamente dopo i lavori. Che i lavori stessi sono inutili perchè la città non può mantenere nulla in condizioni dignitose. Insomma il senso è che Roma è una città diversa dalle altre, sempre peggiore, sempre più sola.

Se dopo aver speso molto per ristrutturare il vostro appartamento un inquilino lo riducesse così, andreste su tutte le furie, gli fareste causa, gli chiedereste i danni. Perchè se si tratta di un luogo pubblico nessuno alza la voce?

 

 

 

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I nostri ultimi Tweets

La Polizia locale abbandona #Capocotta. Bozzi @Azione: “La spiaggia libera più bella ridotta a terra di nessuno dal Campidoglio e dal #MunicipioX, chioschi a bando senza sorveglianza, no bagnini, no servizi. Siamo tornati agli anni ’80” @10azione #Roma

Va bene cercare visibilità, ma così saltano tutte le regole della civile convivenza. Inoltre chiunque potrebbe replicare con la sola convinzione che la sua sia una “giusta” causa.

Largo Ettore Rolli: la brutta fontana guasta da sempre e il degrado che la circonda.
Le attrezzature sportive sono recintate, il giardinetto Gattinoni oggetto di un contenzioso con i residenti. E tanti senza tetto hanno deciso di vivere qui.

All’Aventino compaiono le nuove campane del vetro.
Con una forma a uovo, sono dotate anche di apertura bassa per i disabili. Presto saranno sostituite anche nel resto della città.
#fotodelgiorno

Load More

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria