Bancarelle di viale Giulio Cesare: l’emblema del commercio da riformare

Bancarelle viale giulio cesare 7

 

Quando scriviamo che le bancarelle a Roma sono uno dei mali peggiori della città e quando precisiamo che il problema vero sono quelle regolari, molti pensano che siamo fissati. Che le questioni da affrontare siano altre. Che vendere un po’ di roba su un marciapiede non faccia male a nessuno.

Mille studi e ricerche invece hanno dimostrato che il gigantismo del commercio ambulante nella capitale sia la prima causa della chiusura dei negozi tradizionali, della perdita di tanti posti di lavoro. Che la merce, spesso contraffatta e di scadente qualità, sia prodotta da minori sfruttati e che gli scarti della produzione siano gettati in discariche abusive che inquinano le nostre campagne.

E potremmo proseguire indicando una serie di problemi seri provocati da un fenomeno che non ha pari in altre città del mondo occidentale. Ma oggi ci vogliamo soffermare sul decoro che non è affatto una questione minore. Questi mercatini riescono a rendere brutte e degradate tutte le strade dove si insediano. Uno dei casi più drammatici si registra in viale Giulio Cesare, al quale si riferiscono le foto di oggi.

Pochi altri commenti perché le immagini parlano da sole.

Bancarelle viale giulio cesare 3

Bancarelle viale giulio cesare 4

Bancarelle viale giulio cesare 2

Bancarelle viale giulio cesare 5

Bancarelle viale giulio cesare 6

20150611_155940

Una situazione uguale a Via Cola di Rienzo e tante altre strade dello shopping dal centro alla periferia.

La questione va affrontata subito. Nel 2017, grazie alla direttiva europea Bolkestein, tutte le licenze andranno a scadenza e dovranno essere riassegnate dopo un bando di gara e in luoghi stabiliti dal Comune che non siano più i marciapiedi. Ma fino ad allora si dia dimostrazione che il territorio è sotto controllo: i vigili devono multare banchi fuori misura, che appendono merce all’ombrellone, che lasciano rifiuti, che parcheggiano il furgone in doppia fila e così via.

Insomma la legalità nel commercio ambulante (regolare) è l’unico presupposto per riportare un minimo di decoro nelle nostre strade. Lo si deve fare entro il Giubileo senza sconti a nessuno.

 

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I nostri ultimi Tweets

Iniziate le potature di via Campi Sportivi.
I lavori si dovrebbero concludere in una settimana. Il taglio dei rami fa parte del piano potature lanciato dal Campidoglio nel 2022.
#fotodelgiorno

Ambiente. Davvero l’Italia è campione del riciclo?
La narrazione di un paese virtuoso si scontra con una realtà molto differente. Serve una forma di deposito cauzionale per bottiglie e plastica.

Corso Trieste: i pini sottoposti a test di tenuta.
Domenica i tecnici dell’Ufficio Giardini hanno provato la resistenza degli alberi davanti al Giulio Cesare. Ulteriori prove su tutta la strada nel mese di marzo.
#fotodelgiorno

Ancora schiaffi in faccia ai vigili romani!
Nuovo giro di affissioni dei cartelli abusivi gialli del solito traslocatore, come a dimostrare che il territorio lo controlla lui e non la Polizia Locale. Tutto a posto comandante De Sclavis?
@gualtierieurope

Load More

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria