Bancarelle a Termini: 4 mesi fa furono dichiarate irregolari. Ma sono ancora tutte lì

Oggi si celebra la ricorrenza dell’annuncio, 4 mesi fa, della presunta irregolarità delle bancarelle di Piazza dei Cinquecento. Era il 12 febbraio, quando su Repubblica e Roma Today comparirono le dichiarazioni dei responsabili alle attività produttive del I municipio, Jacopo Pescetelli e Stefania Di Serio: tutte le bancarelle presentano delle irregolarità, saranno velocemente rimosse.

merge35

 

Così non è stato. La Polizia Locale, raggiunta sui social, ha smentito gli annunci: le postazioni hanno regolare permesso. Giorni fa la delegata alla sicurezza del Comune, Raffaella Matarazzo, ha sostenuto che le bancarelle verranno spostate, non revocate: non avrà luogo quindi la procedura di decadenza ed estinzione della concessione di posteggio che a nostro avviso è chiaramente sancita all’art. 24 del regolamento per il commercio sulle aree pubbliche  (“se da controlli effettuali dalla Polizia Municipale il titolo autorizzativo e/o la concessione risulti manomessa e/o contraffatta”), sempre che le affermazioni di Jacopo Pescetelli e Stefania Di Serio sull’irregolarità dei banchi, risultino attendibili.

Immag15145

Abbiamo chiesto che le bancarelle siano trasferite all’interno di mercati rionali, e non ricollocate sul suolo pubblico. Ci siamo rivolti a: Sabrina Alfonsi, minisindaco centrostorico, Jacopo Pescetelli, vicepresidente e assessore al commercio I municipio, Marta Leonori, assessore alla Roma Produttiva. Nessuna risposta, fino a  questo momento.

La situazione, oggi, la potete vedere nelle foto.

 

Immag15146

Immag15151

Immag15149

 

 

 

 

Immag15148

Il fatto che a 4 mesi dall’annuncio dell’abusivismo del mercatino di Termini, le bancarelle persistano ancora sulle banchine degli autobus, nei giorni in cui viene condotto agli arresti domiciliari il paladino della categoria, Giordano Tredicine, allarma solo noi?

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close