Appello a Virginia Raggi: adotti il nostro programma sul decoro urbano

degrado fermata santa maria soccorso

 

Ci sono molte affinità tra MoVimento 5 Stelle e rete dei blog antidegrado. Nati nello stesso periodo (metà anni 2000) per le medesime ragioni politico-sociali (ribellione contro il degrado prodotto dal connubio tra malapolitica e cittadinanza irresponsabile), e con le stesse modalità di reazione (impegno in prima persona, senza delegare a terzi, finalizzato al miglioramento della cosa pubblica) associazioni antidegrado e MoVimento 5 Stelle hanno da subito intessuto un rapporto di reciproca stima, dialogo e collaborazione. Dalla comune battaglia contro il racket delle affissioni selvagge alimentato dai partiti tradizionali – qui potete trovare un’azione organizzata assieme ai volontari 5 stelle e un comunicato di vicinanza di Marcello De Vito – alla proliferazione anomala delle bancarelle REGOLARMENTE AUTORIZZATEall’appoggio alla riforma della cartellonistica, portata avanti dai blog e comitati civici, anche grazie al prezioso contributo di Enrico Stefàno, del gruppo consiliare 5 stelle (di cui faceva parte la sindaca Raggi) in commissione commercio e nei municipi.

Fino all’adesione al nostro programma antidegrado alle comunali del 2013, sposando la proposta sui responsabili per il decoro municipale, arrivando ad approvarla in diversi municipi.

Purtroppo, di questo immenso lavoro di denuncia e supporto alla causa antidegrado, non v’è traccia nel programma della candidata sindaco Virginia Raggi.

Solo vaghi accenni e riferimenti nei capitoli Istituzioni e Sicurezza (Riqualificazione urbanistica delle periferie per renderle vivibili e gradevoli a livello estetico quanto funzionalepromuovere azioni che migliorino il decoro urbano, la vivibilità degli spazi comuni).

Decisamente troppo poco, anzi quasi nulla, rispetto alla completezza, esaustività e la precisione del programma sul decoro di Roberto Giachetti (non a caso ispirato dai nostri suggerimenti). Com’è possibile che il movimento più vicino ai blog antidegrado, si faccia superare dal PD quando si tratta di proporre idee, programmi e strategie sul decoro urbano?

Questa grave mancanza ha indotto una parte dei militanti antidegrado, anche sulle pagine di diarioromano, a criticare la Raggi, dubitando della sua capacità di visione e progettualità. Non è un mistero che la maggioranza dei cittadini impegnati nel decoro urbano, in questo momento, stiano dalla parte della Raggi (molti i delusi del PD), e allora ci chiediamo: possibile che l’operato del 5 stelle in materia di decoro, da noi tutti riconosciuto, non trovi spazio nell’agenda del MoVimento?

E’ per questo che ci appelliamo a Virginia Raggi, al suo staff, ai consiglieri eletti del Movimento 5 stelle, a sottoscrivere il nostro programma antidegrado, un documento ricco di proposte e soluzioni affidabili e sperimentate nei grandi sistemi urbani.

Un modo per raggiungere gli standard europei di qualità urbana, e puntare finalmente su un progetto di città basato sul decoro e la bellezza degli spazi pubblici.

 


 

 

Clicca qui per scaricare il Programma Antidegrado 

Clicca qui per scaricare la Premessa

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Dehor o alloggio di fortuna per profughi. Cos’altro si dovrà vedere sulle strade romane per convincere l’amministrazione capitolina a rimettere ordine almeno negli arredi ammessi per le OSP? (immagine dal gruppo Facebook “Prati in azione!“) #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Dehor o alloggio di fortuna per profughi.
Cos’altro si dovrà vedere sulle strade romane per convincere l’amministrazione capitolina a rimettere ordine almeno negli arredi ammessi per le OSP?
(immagine dal gruppo Facebook “Prati in azione!“)
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/tXeXsz4swl

Se @virginiaraggi & Co. non avessero boicottato per 5 anni la riforma degli impianti pubblicitari, oggi anche a Roma avremmo offerte per il bike sharing cittadino (tipo 30 min di e-bike a €0,25). La facciamo 'sta "pazzia"? @gualtierieurope @moni_lucarelli @eugenio_patane twitter.com/BikeMi/status/…

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Roma, la smart city del bla bla bla

I dati raccolti da ATAC e messi a disposizione da RSM mostrano picchi di spostamento non coincidenti con i picchi di servizio dei mezzi. È così difficile adeguare il servizio alle richieste dell’utenza?

Leggi l'articolo »

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close