Anche per BiciRoma la Meleo non è proprio il massimo

Recuperiamo oggi un comunicato stampa di BiciRoma della scorsa settimana:

 

Gentile redattore,

nella baraonda dell’altro giorno, Sabato 12, all’Aranciera di S. Sisto,  l’Assessore Meleo si è lasciata sfuggire parole che sembrano confermare la nostra impressione su come si discriminino alcune associazioni e se ne favoriscano altre; basta avviare il link sottostante e si sentiranno subito le parole usate per calmare un, giustamente infuriato (visto il nulla fatto sino ad oggi), attivista di un’altra realtà ciclistica che cercavano di rabbonirlo asserendo che la loro voce era quella ascoltata.
L’Assessore Meleo a cui fa capo la responsabilità di alcuni gravissimi fallimenti sul tema a noi caro, a cominciare dalla persona di sua fiducia messa come bike manager che si è dimessa dopo dieci mesi e che da allora non è stata sostituita; allo scempio fatto sotto il Tunnel di S, Bibiana!
O anche la mancata attuazione del Piano Quadro Ciclabilità e la mancata volontà di unire Roma al mare con il collegamento lungo il Tevere per il quale il progetto è pronto nei cassetti comunali, sono altri fattori ,ma ce ne sarebbero ancora,  che dovrebbero, dopo due anni di mandato, far riflettere l’Assessore se sia il caso di continuare così.
Nessun dialogo con chi non è compagno di merende sono poi fattori discriminanti e vergognosi per un amministrazione moderna!
Anche gli ultimi dati delle vendite del settore bici del 2017 che continuano un trend positivo di questi ultimi anni dovrebbero far riflettere tutta l’amministrazione capitolina sulla necessità di realizzare una rete Viaria ciclabile cittadina che non è la singola tratta da realizzare e festeggiare come fatto per la pista ciclabile della Nomentana (cantiere ora anche fermo per i ritrovamenti archeologici) ma una visione più completa da realizzare.
E ancor di più li dovrebbe mettere ” in allarme” la crescita(+19%)  delle vendite delle e bike ai cui conduttori andrebbe data una reale sicurezza con infrastrutture e servizi…..ma dopo due anni per ora siamo ancora al palo!!!!
La Sindaca Raggi avalla questi comportamenti e lo stato pietoso in cui versano le ciclabili?
Da Lunedì sulla banchina del Tevere sono entrati gli allestitori dei bancarellari che puliranno, a loro dire, anche la ciclabile  sulla banchina ma nei tratti dove non ci sono se e quando si pulirà?
Caro redattore sia gentile, gliele chieda lei  queste cose che con noi di BiciRoma i rappresentanti comunali non ci vogliono parlare…..noi non siamo loro adepti ma la nostra indipendenza e libertà ce la teniamo stretta!
Grazie
Cordiali saluti
 
 
 
 

Fausto Bonafaccia

Associazione Due Ruote d’Italia onlus
ssd BiciRoma a r.l.
lungotevere della Magliana 118
00146 Roma
Tel 0655590106
Fax 0655268356

 

 

 

All’invito a provare a chiederle noi certe cose all’amministrazione dobbiamo purtroppo rispondere che anche noi non siamo tra i “favoriti”, per cui o si trova qualcuno ragionevole disposto ad interloquire civilmente ognuno nel proprio ruolo, tipo il presidente Stefàno, oppure si ottiene il silenzio più totale.

Interessante l’informazione sui ritrovamenti archeologici presso il cantiere della ciclabile Nomentana. Se ci fosse un delegato alla ciclabilità si potrebbero avere aggiornamenti continui sui progressi dei pochissimi progetti in essere, ma evidentemente Roma non merita tanto.

Infine sulla ripulitura della banchina del Tevere, dalle immagini che da qualche giorno sta postando @stormi1904 si direbbe che solo il tratto interessato dagli allestimenti per l’estate romana sia stato ripulito. Per il resto probabilmente sarà in corso il balletto tra la competenza comunale e quella regionale, o forse nessuno se ne sta occupando (anche qui, se ci fosse un delegato alla ciclabilità …).

 

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

A Piazza della Cancelleria una locale attività commerciale ha installato qualche arredo leggero per migliorare la fermata del bus (e forse per proteggersi dalla sosta selvaggia). . #Roma #foto #lettori 📸

test Twitter Media - A Piazza della Cancelleria una locale attività commerciale ha installato qualche arredo leggero per migliorare la fermata del bus (e forse per proteggersi dalla sosta selvaggia).
.
#Roma #foto #lettori 📸 https://t.co/slXBuDS7dz

È nata la web app "Roma al Tuo Fianco", per segnalare all'amministrazione "#sovraffollamento, lampioni rotti, abbandono illecito di #Rifiuti...", ma la prima segnalazione è che il sito indicato dal #Comune non funziona❗Stiamo provando ad accedere da giorni. 🤷🏻‍♂️✌️

test Twitter Media - È nata la web app "Roma al Tuo Fianco", per segnalare all'amministrazione "#sovraffollamento, lampioni rotti, abbandono illecito di #Rifiuti...", ma la prima segnalazione è che il sito indicato dal #Comune non funziona❗Stiamo provando ad accedere da giorni. 🤷🏻‍♂️✌️ https://t.co/yS9qwk4aO3

Approvata le “disciplina transitoria”. @AndreaCoiaM5S fa approvare la nuova disciplina OSP con illegittimità che la rendono facilmente annullabile. Una vittoria di Pirro evidenziata dalle dimissioni presentate, e ritirate, dall'assessore Cafarotti.🤦🏻‍♂️ 👇📰 diarioromano.it/approvata-le-d…

Secondo questo gentile esercente, come dovrebbe fare un pedone che volesse transitare sul marciapiede mantenendo la necessaria, per legge, distanza di sicurezza? . #Roma #foto #lettori 📸

test Twitter Media - Secondo questo gentile esercente, come dovrebbe fare un pedone che volesse transitare sul marciapiede mantenendo la necessaria, per legge, distanza di sicurezza?
.
#Roma #foto #lettori 📸 https://t.co/T4NVImueIc

#Roma, Metro A #Cornelia, in filodiffusione qualche opera di #EnnioMorricone. Bravi 👏👏👏😢

test Twitter Media - #Roma, Metro A #Cornelia, in filodiffusione qualche opera di #EnnioMorricone. Bravi 👏👏👏😢 https://t.co/XGgDTMeGXm
Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close