Al Pantheon si stanno buttando quasi 800mila euro

Con l'avanzamento dei lavori a piazza della Rotonda è ora possibile vedere il prima e dopo della pavimentazione affiancati e il risultato è chiaro: un lavoro inutile

Agli inizi di aprile abbiamo dato conto dell’ennesima scaramuccia tra la sindaca Virginia Raggi e la presidente del Municipio I Sabrina Alfonsi, con la prima che per l’ennesima volta cercava di mettere il cappello su un lavoro deciso ed eseguito dal Municipio I.

Si trattava del rifacimento di piazza della Rotonda, davanti al Pantheon e, come abbiamo provato a dimostrare con alcune immagini, quello era un intervento inutile, stante il già ottimo stato della pavimentazione a sampietrini.

Ancora una volta quindi, come già era accaduto con via Sistina, la sindaca e la presidente si stavano litigando un intervento di cui in realtà ci sarebbe da vergognarsi.

 

I lavori nel frattempo stanno avanzando ed ora sono ad un punto in cui è possibile vedere il prima e il dopo affiancati.

 

 

 

 

Nella prima immagine la parte rifatta è a destra, mentre nella seconda è a sinistra e, come si può apprezzare, brecciolino fine a parte, lo stato delle due pavimentazioni è praticamente lo stesso.

L’unica enorme differenza è che ad intervento finito si saranno dilapidati quasi 800mila euro. Una cifra enorme per un lavoro inutile, quando tutto il centro storico, ma già le strade intorno al Pantheon, necessitano di lavori urgenti.

 

Non sarebbe fuori luogo che un tale intervento venga verificato in qualche modo dalla Corte dei Conti, perché a noi appare talmente fuori luogo da configurare un evidente spreco di risorse pubbliche.

La stessa sindaca Raggi avrebbe potuto sollevare qualche dubbio sulla reale necessità di spendere quasi un milione di euro in piazza della Rotonda, ma anche in questo caso deve essere stata accecata dalla sete di propaganda, piuttosto che pensare al bene della città.

 

Molto probabilmente entrambe le protagoniste di questa storia alle elezioni di ottobre verranno spedite a fare altro (la Alfonsi senz’altro, visto che non può ricandidarsi per la stessa carica) e questo non potrà che essere un bene per Roma e per i romani.

 

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Al Celio marciapiedi in asfalto e pure disastrati. In un rione storico come il Celio non solo ancora vi sono marciapiedi in asfalto, ma molti risultano disastrati, vere e proprie barriere invalicabili per i disabili motori #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Al Celio marciapiedi in asfalto e pure disastrati.

In un rione storico come il Celio non solo ancora vi sono marciapiedi in asfalto, ma molti risultano disastrati, vere e proprie barriere invalicabili per i disabili motori
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/U4uu20fkiI

Noi facciamo richiesta formale al Dip. Ambiente, ma non sarebbe meglio che l’assessore @Sabrinalfonsi spiegasse subito cosa sta succedendo con le fototrappole? Tanto più se non c’è nulla da nascondere. twitter.com/diarioromano/s…

@rcalcina @comuneroma @ComunediTrieste Lo potevi fare con un comandante vigili serio e onesto e osteggiato come quello scelto da Marino quando iosegnalo funzionava poi adesso neppure più sistema funziona. Tralasciando quando ti contatta vano minacciando anche parenti vigili perché lavoravano troppo... Retweeted by diarioromano

Che brutto il plexiglass intorno alle aree archeologiche. Da tempo immemore alcune aree archeologiche a Roma sono circondate da indegni pannelli in plexiglass rovinati e imbrattati. A quando la loro rimozione? #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Che brutto il plexiglass intorno alle aree archeologiche.

Da tempo immemore alcune aree archeologiche a Roma sono circondate da indegni pannelli in plexiglass rovinati e imbrattati. A quando la loro rimozione?
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/OidSLFYrT1

Semplicemente sconfortante, segno che in fondo nulla è ancora cambiato. @gualtierieurope twitter.com/battaglia_pers…

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close