Una Società incivile: sulla linea dedicata ai disabili, vecchi bus inadatti

 

La MetroA ha 5 stazioni centrali prive di ascensori o montascale, che pertanto non sono accessibili ai passeggeri a ridotta mobilità (Spagna, Barberini, Repubblica, Vittorio Emanuele, San Giovanni).
Per questo motivo è stata istituita la linea bus 590 che segue il percorso della linea A ed effettua esclusivamente le fermate in prossimità delle stazioni MetroA, da Cinecittà a Ottaviano.

 

 

La linea è servita da 2 soli autobus, uno per direzione, con frequenza di 90 minuti.

A causa del guasto di numerosi ascensori e montascale, ormai fermi da mesi, le stazioni inaccessibili da 5 sono diventate almeno 16 (su 27 totali). Sembrerebbe scontato e moralmente doveroso, soprattutto in queste condizioni, potenziare questa linea.

 

Cosa è stata invece capace di fare ATAC? L’8 Aprile ha messo in servizio sulla linea 590 uno scassone del 2001, un vecchio diesel Euro3 rumoroso e con le sospensioni inefficaci, un autobus privo di posto disabili, privo di pedana per salire sul bus, e con addirittura i pali in mezzo alle portiere.

Praticamente su una linea dedicata ai disabili, c’era un autobus completamente inservibile!

 

Un clamoroso errore che era stato già segnalato un’altra volta alcuni mesi fa (e non sappiamo quante altre volte può essersi ripetuto). Ovviamente i nuovi bus bianchi a noleggio, perfettamente idonei al trasporto disabili, hanno avuto tutt’altre destinazioni.

Il Disability Manager del Campidoglio, con il quale c’è una proficua collaborazione , ha assicurato azioni per risolvere la questione.

 

Auspichiamo provvedimenti molto incisivi e più responsabili: i passeggeri a ridotta mobilità già si sentono “sfigati per la ridotta mobilità”, perché non impiegare sulla linea 590 i nuovi bus e aumentare la frequenza portandola a massimo mezz’ora?

 

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Che non ti fai l’aperitivo a piazza in Lucina appoggiando la tua Porsche dove capita, che tanto con quella targa non rischi proprio nulla? #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Che non ti fai l’aperitivo a piazza in Lucina appoggiando la tua Porsche dove capita, che tanto con quella targa non rischi proprio nulla?
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/GY44CrCGIY

Prove di #rinascita del Quartiere Incis La Pisana Presentiamo un giovane comitato che vuole trasformare il proprio quartiere rendendolo bello e accogliente per tutti... #Roma #news 👇📰 diarioromano.it/prove-di-rinas…

Quattro mesi di #chiusura di Villa Celimontana e ancora non si vede la fine Uno dei parchi più belli del centro resta interdetto ai cittadini e non se ne intravede la #riapertura. Flashmob delle associazioni Progetto Celio e CelioAperto #Roma 👇📰 diarioromano.it/quattro-mesi-d…

Accanto al mercato di Casal de’ Pazzi sono comparsi nuovi rifiuti abbandonati. Ad aprile avevamo già segnalato un’altra discarica illegale a pochi metri. #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Accanto al mercato di Casal de’ Pazzi sono comparsi nuovi rifiuti abbandonati. Ad aprile avevamo già segnalato un’altra discarica illegale a pochi metri.
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/zLgwXtCk8L

Stefàno: “Non mi ricandido. Virginia confermata senza neanche un dibattito” L'esponente storico dei 5stelle romani lancia una pesante critica ai 5 anni di amministrazione. "Cosa è cambiato per non ripetere gli stessi errori?" #Roma #12maggio 👇📰 diarioromano.it/stefano-non-mi… Retweeted by diarioromano

“Questo tram ti racconta Roma”. Si. Il 2 ti racconta di una cittá allo sbando dove una linea di tram è sostituita da navette da più di 6 mesi e l’azienda che gestisce il trasporto urbano non è in grado di dare una data di ripristino del serv. Retweeted by diarioromano

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close