Fedeli alla linea per cui le questioni non le trattiamo per poi abbandonarle ma cerchiamo di seguirle quand’anche annoiassero qualcuno, sabato mattina abbiamo rifatto un controllo in piazza S. Maria Maggiore ed abbiamo trovato l’ormai famoso marciapiede senza furgoni in sosta.

 

SMM23Apr-2

Si continuano a vedere gli ambulanti che occupano parte della carreggiata con la loro merce, cosa non consentita, ma almeno sembrerebbe che i due furgoni che usavano sostare perennemente di fianco al marciapiede non ci siano più. E consideriamo questo un nostro piccolo successo, benché ottenuto dopo quasi nove mesi di martellamenti presso le diverse istituzioni.

Chiaramente disturba vedere che al posto dei furgoni vi sia un’auto in sosta, per di più non sanzionata.

Inoltre, come mostrato dalla foto seguente, anche il resto della piazza presenta diversi autoveicoli in sosta vietata.

 

SMM23Apr-1

La cosa però che ci ha infastidito di più è che sulla piazza c’erano ben due auto dei vigili e nessuna delle due si è interessata dei veicoli in sosta vietata.

 

SMM23Apr-3

Abbiamo infine aspettato un po’, per vedere se la pattuglia dei vigili che girava sulla piazza si sarebbe occupata di quanto succedeva, ma li abbiamo visti passeggiare tranquillamente in direzione della Stazione Termini. Non possiamo escludere che poi siano tornati ed abbiano fatto qualcosa sulla piazza, ma la sensazione continua ad essere che ai vigili in fondo del rispetto dei cartelli stradali non interessa molto; sembra proprio che si applichino alla cosa solo quando comandati esplicitamente e lo facciano con una svogliatezza del tutto evidente.

 

Continueremo ogni tanto a monitorare lo stato di questa piazza, sperando che si riesca a ripristinarvi la legalità per poi passare ad occuparci di qualche altro luogo simbolo.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I nostri ultimi Tweets

La situazione della Roma Nord a Maggio 2024.
Continuano i disagi per i pendolari della ferrovia ex concessa sia come ritardi che cancellazioni. Proseguono i lavori presso la stazione di Acqua Acetosa ma resta sempre carente l’informativa agli utenti.

A seguito di notizie di stampa sull’iniziativa del “treno dell’inclusività” ci sono pervenute numerose richieste per conoscere costi e dettagli.

Comunichiamo di aver inviato proprio stamattina ad ATAC S.p.A. un Accesso Civico Generalizzato per ottenere tali informazioni.

Il nostro impegno continua ma le pubblicazioni non saranno più regolari.
Dopo quasi 10 anni rallentiamo il ritmo, pur restando una voce attenta e aperta al contributo di cittadini e comitati. Un momento di riflessione a metà mandato di @gualtierieurope.

Load More

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Stiamo perdendo anche Garbatella?

“Sarebbe urgente mettere un argine a tutto questo se non vogliamo stravolgere molte nostre città, che si stanno trasformando in mega luna park, e ristoranti a cielo aperto.” Il contributo di una lettrice.

Leggi l'articolo »