Nuova ZTL Fascia Verde: le limitazioni non deriverebbero da richieste dell’UE

Nella procedura d'infrazione contro l'Italia, la Commissione UE ha chiarito che i veicoli diesel non sono l'unica causa delle emissioni di NO2 e invitato ad adottare "misure appropriate"

L’ormai famigerata Deliberazione 371/2022 con cui il Comune di Roma ha stabilito limitazioni pesantissime alla circolazione dei veicoli a benzina fino a Euro3 e diesel fino ad Euro5 all’interno della vastissima zona denominata “Fascia Verde” (ben 205 Km quadrati, la più grande d’Europa), riporta espressamente tra le motivazioni fondamentali le procedure d’infrazione europee 2015/2043 e 2014/2147 per il superamento dei limiti di NO2 e PM10.

Nell’atto si legge che “… la Commissione Europea, […], ha rilevato che, tra le misure finalizzate a conseguire il rientro entro i limiti normativi vigenti, con particolare riferimento agli ossidi di azoto, vi è il divieto di circolazione di automobili diesel le quali contribuiscono in maniera sostanziale alle emissioni inquinanti”.

Il superamento di questi limiti ha comportato una sentenza di condanna da parte della Corte di Giustizia Europea, in data 12 maggio 2022.

 

 

Un provvedimento così grave che colpisce  una fascia enorme della popolazione romana non poteva che meritare la  massima attenzione, e così siamo andati a recuperare la citata sentenza.

Con grandissimo stupore, nel testo della condanna  si legge che (grassetto e sottolineato nostri):

 

… la Commissione sostiene che, come del resto già rilevato dalla Corte, i veicoli con motore diesel della categoria indicata dalla Repubblica italiana non sono la sola e unica causa delle emissioni di NO2 e, soprattutto, che i valori limite fissati […] non sono stati fissati in funzione della riduzione delle emissioni attesa per tale tipo di veicoli. Infine, la Repubblica italiana non avrebbe risposto alle osservazioni formulate nell’atto di ricorso in merito alle circostanze secondo cui, essendo fatto notorio che gli effetti dell’utilizzo di veicoli “EURO” sulla riduzione di emissioni di inquinanti erano limitati, incombeva in modo ancora più evidente alle autorità italiane l’adozione di misure appropriate per far abbassare i valori di concentrazione di NO2 …

 

La Commissione invita pertanto l’Italia a definire misure appropriate sulla base delle conoscenze scientifiche e dell’esperienza acquisita, affinché gli eventuali periodi di superamento dei valori limite siano i più brevi possibili, e in generale al fine di evitare, prevenire o ridurre gli effetti nocivi degli inquinanti atmosferici sulla salute umana e sull’ambiente.

 

Alla luce di atti ufficiali della Corte di Giustizia Europea, che senso ha la nuova ZTL Fascia Verde del Comune di Roma?

 

Condividi:

32 risposte

  1. I ns amministratori non sono solo incompetenti ma molto di piu’.
    Un detto popolare dice “il peggio non e’ mai morto”.
    Come e’ vero….

    1. Gli attuali amministratori non c’entrano nulla la delibera sulla Ztl fascia verde è dei 5 somari. Mai nome fu più azzeccato per un movimento di capre

  2. I soliti schiavi della politica europeista…non sanno neanche leggere le normative….paragonano Roma Dove non funziona nulla AMA. ATAC METRO con Milano dove per tua scelta non prendi l’auto perché funzionano i mezzi…e lo dico da Romano… INCOMPETENTI

    1. Scusami prendo spunto dal tuo paragone per aggiungere che l’inquinamento di Roma è molto inferiore per valore e frequenza di Milano

    2. La cosa allucinante e che se la sono presa anche con i veicoli di interesse storico come se fossero loro ad inquinare l’aria e con le macchine a GPL dopo aver speso soldi per installare impianti di ultima generazione me compreso e furono dati anche incentivi….non solo incompetenti ma anche in mala fede

  3. L unione europea non dice di condannare i cittadini come il caro sindaco e la sua giunta vogliono fare, ma di abbassare emissioni NO2 .Autobus datati , mezzi ATAC COTRAL CAMION immondizia, la maggior parte vecchia e non certo elettrica ,cominciasse il Comune a dare il buon esempio.Poi devono spiegare perché dall’ordinanza sono escluse vetture città vaticano ,consolari e corpo diplomatico.Perche non inquinano con tali targhe?

    1. Sbagli sindaco la delibera è della Raggi capra. La furbacchiona l’aveva sospesa per tentare di vincere le elezioni non ci ê riuscita e la palla bollente e passata al successore che non può annullarla ma solo modificarla di poco.. vaticano e corpo diplomatici non hanno problemi nel cambiare auto, ma che scrivi… Ecco perché sto paese è una merda

    1. Io ho una macchina elettrica tu protesta…non perdo tempo dietro capre ignoranti e nostalgici della raggi che non sanno nemmeno che questo decreto ɜ il suo. Fate ride.

  4. Come si evince dalla nota europea la UE non dice di chiudere come voi incompetenti avete tentato di fare è avete relegato i romani in un recinto come se fossero dei gallinai ma di prendere dei provvedimenti affinché si riduca l’inquinamento e voi dal momento che siete degli incapaci e non sapete amministrare nulla , guarda AMA ATAC METRO LE BUCHE ETC., avete optato per la soluzione più infame per i romani. Ma non finisce qui poiché dovrete per forza di cose ritirare questi provvedimenti ingiusti che colpiscono esclusivamente le fasce medie debole.

  5. Non esiste in nessuna parte d’Europa e del mondo tipo Asia e America Latina e Usa tipo Los Angeles, dove se la sognano la nostra aria così…”inquinata”…!!! Il sindaco a mio giudizio assurdamente ambientalista e magari anche incapace (?) NON capisce o fa finta di non capire che cosi si può veramente distruggere una economia ormai al collasso come quella romana che tra finte pandemie e aiuti a una guerra non nostra che noi paghiamo intelligentemente (!) NON 😁 reggiamo più a queste continue imposizioni e continue lodi al ” Green ” che ci distruggerà

    1. L’imposizione è della Raggi capra negazionista. Ovviamente analfabeti funzionali come te che ne sanno… Ahahah mi auguro che ti rimanga poco da vivere.

  6. Ma le centinaia di migliaia di euro che stanno buttando per tutto il sistema dei varchi ZTL??? Robbe’, pago tu?
    Col cXXXo, ve’?

  7. La gente non scende in piazza per varie ragioni , la stampa se ne occupa pochissimo per conttastare l’allargamento della ZTL a Roma , la televisione , ( che gli Italiani seguono moltissimo ) non se ne occupa affatto , quindi i Romani sono poco informati , quando ci stava la Raggi , non vi era giorno che non venisse attaccata dalle televisioni e dalla stampa , tutti i santi giorni in televisione vi era unservizio TV contro la Raggi , oggi la mondezza a Roma continua a starci , cosi vome i topi e gli uccelli , pero nessuno dice piu nulla , le televisioni non se ne occupano piu. Sensibilizzate partiti politici e televisioni sul problema , martellate l’opinione pubblica che la Nuova ZTL non serve a un cavolo e vedrete che qualche nuovo dimostrante uscira fuori .Ci vuole piu televisione piu informazione .

  8. Come al solito certa politica invece di riflettere sui suoi errori trova un colpevole sul quale scaricare le proprie gravi colpe.
    Se non dotati di perspicacia , ai nostri politici basterebbe vedere cosa hanno fatto le città moderne per eliminare buona parte del traffico e dell’inquinamento. È un mezzo elettrico, che non invade le strade, non crea neppure le polveri sottili.SI CHIAMA METRO!!!
    Ogni anno costa ai romani milioni e milioni di euro in ore di lavoro e di vita perse nel traffico e per parcheggiare, in inquinamento.

    1. Tu fai parte degli ignoranti dato che puoi costruire tutte le metro che vuoi ma se per produrre elettricità usi gas non cambia nulla… Studiate invece di scrivere boiate. Usi gas sempre per colpa di molti stolti che non hanno voluto il nucleare e lo vorrebbero ora che non arriverebbe a nulla.

  9. Buondì.. capisco il voler far polemica a tutti i costi ma bisogna RAGIONARE, la colpa è degli italiani più ignoranti quelli che non capiscono nulla ma protestano per passare il tempo. La maggior emissione di NO2 non deriva dalle auto ma dai sistemi di RISCALDAMENTO. Il centro di Roma visti il gran numero di alberghi e palazzi storici (nessun paese del MONDO ne ha tanti) in cui è difficilissimo eseguire i lavori (non per colpa dell’Europa ma per la nostra infinita burocrazia e l’immensa ignoranza degli italiani) ci sono ancora migliaia di caldaie pre 2000 che non hanno nessun sistema per la riduzione degli NO2 e nessun politico ha inserito OBBLIGHI per la sostituzione di quei sistemi semplicemente perché non è stato possibile. Da tecnico ho decine di caldaie di questo tipo, ed in zona tiburtina ho 2 impianti che funzionano ancora a gasolio e sono questi il vero problema per Roma. In Italia si fanno obblighi e norme solo per la realizzazione di nuovi impianti. Questo perché gli impianti di riscaldamento sono considerati “beni essenziali” e per questi è impossibile, per via dell’alto numero di cerebrolesi in Italia che hanno preteso questa norma, fare leggi che mettano al bando i sistemi piü vecchi invece è possibile per le auto considerate un bene non essenziale. La colpa non è dei politici è degli italiani che preferiscono, per esempio, spendere miliardi nel gioco d’azzardo più che per vivere meglio. Nel 2000 era stato inserito l’obbligo per la sostituzione degli impianti più vecchi ma grazie alle inutili proteste di milioni di cerebrolesi sostenuti da associazioni di negazionisti questi sono i risultati. La politica è lo specchio del paese e vi ricordo che siete voi a votarli, se non votate dovete stare zitti e non protestare. il problema dell’Italia restano gli italiani.

    1. Bravo tecnico! E perché non li denunci ai carabinieri quelli che non aggiornano le caldaie? Perché altrimenti li perderesti come clienti e poi non ti potresti comprare l’auto elettrica? Bravo! Oltre che nazista ( perché cerebrolesi a chi non la pensa come te è da nazista) magari sei pure evasore fiscale! E bada che condivido quello che scrivi sul nucleare ma anche i nazisti avevano ottimi tecnici.

  10. Tu fai parte degli ignoranti dato che puoi costruire tutte le metro che vuoi ma se per produrre elettricità usi gas non cambia nulla… Studiate invece di scrivere boiate. Usi gas sempre per colpa di molti stolti che non hanno voluto il nucleare e lo vorrebbero ora che non servirebbe a nulla.

  11. Vorrei dire al sig. Kikkk che dice a tutti che sono delle capre e augura che muoiano al più presto , io gli faccio lo stesso augurio invece di morire al più presto lui deve morire subito…Capra…

    1. Ecco un’altra analfabeta funzionale. NON ESISTE OBBLIGO DI SOSTITUZIONE O BLOCCO PER LE CALDAIE esiste solo in caso di nuova costruzione o ristrutturazione completa, ma dato che nei grandi impianti le centrali termiche son separate si ristruttura solo la struttura(industria hotel) e non la centrale termica.Secondo te stolto io dovrei denunciarli e poi spendere i miei soldi per fare quello che dovrebbero fare le istruzioni? Come no.. Ti do gli indirizzi fallo tu fenomeno

  12. Dico solo se vogliono abbassare lo smog facessero le targhe alterne che inquinamento a Roma è una cazzata non è come Milano come anno già detto i lavori sono tutti precari non abbiamo i soldi che hanno loro .

  13. Invece di spendere soldi per istallare telecamere per lo Ztl (soldi pubblici) potevano istallare depuratori d’aria sparsi per Roma incompetenti di primo grado ecco da chi siamo aministati

    1. L’incompetente ahimè sei tu.. Per creare depuratori per tutta Roma non basterebbe un triliardo di euro. Servorebbe l’obbligo per tutte le industrie e centrali termiche di filtri speciali che riescono a trattenere gli N20 ma sono ancora costosissimi e dai calcoli fatti allo stato conviene incentivare, l’inutile, sostituzione delle auto, perché rendere obbligatori quei filtri farebbe raddoppiare i prezzi di ogni struttura che lo utilizzo dato che come spiegato hanno costi ancora esagerati e vanno cambiati molto spesso perché si tappano completamente e non esiste modo di pulirli o rettificarli. Mi altero perché sono oltre 10 anni che faccio queste battaglie da solo e voi vi siete svegliato solo ora perché non avete più una lira in tasca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I nostri ultimi Tweets

Ancora cronache di degrado dall’Esquilino.
Nuova iniziativa dei residenti, sono scesi in strada chiedendo l’intervento delle forze dell’ordine contro il mercatino abusivo di via Principe Amedeo. L’inutile intervento di una pattuglia della Polizia di Stato.

Come sta messa la (non più) nuova Fiera di Roma?
Uno dei tanti percorsi pedonali dell’area della Fiera di Roma interrotto da una vegetazione fuori controllo. L’ennesima declinazione di una città allo sbando.
#fotodelgiorno

Tra sparate del ministro Urso e inerzia del Comune prosegue indisturbato “tavolino selvaggio”.
Ancora una volta Governo e Comune sembrano giocare al gatto col topo, salvo operare entrambi per mantenere il caos su strade e piazze di Roma.

Sabato 18 maggio è la Notte dei Musei.
Apertura straordinaria al pubblico dalle ore 20.00 alle 2.00 dei Musei Civici e di molti spazi culturali. Per tutti i dettagli seguire il link al post.
#fotodelgiorno

Load More

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Ancora cronache di degrado dall’Esquilino

Nuova iniziativa dei residenti del rione che sono scesi in strada chiedendo l’intervento delle forze dell’ordine contro il mercatino abusivo di via Principe Amedeo. L’inutile intervento di una pattuglia della Polizia di Stato

Leggi l'articolo »