Modalità di voto per il referendum di domani, 11 novembre

Anzitutto proviamo ancora una volta a convincere quante più persone possibile a partecipare al referendum di domani mostrando un paio di tweet di @AndreaGiuricin.

 

 

 

 

Il secondo tweet in particolare è sconvolgente: secondo i calcoli fatti (che ad oggi non risultano essere stati smentiti), se si eliminassero tutte le inefficienze di ATAC con quello che si spende si potrebbe rendere gratuito il trasporto pubblico. Ed anzi avanzerebbero ancora qualche centinaia di milioni di euro!?!

Incredibilmente ci potremmo trovare ad essere più avanti di altre realtà, ben più virtuose, dove di gratuità del trasporto pubblico si comincia a parlare seriamente.

 

Speriamo che così sia ancora più chiaro come il referendum di domani dovrebbe interessare tutti, a prescindere dall’utilizzo o meno dei mezzi pubblici.

 

Proviamo ora a dare qualche indicazione su come e dove votare.

Anzitutto il Comune di Roma ha messo a disposizione questa pagina su internet che dovrebbe contenere tutte le informazioni necessarie.

Proviamo qui a sintetizzare quelle principali.

 

I seggi elettorali saranno aperti dalle 8:00 alle 20:00 di domani, domenica 11 novembre, e saranno localizzati negli stessi luoghi utilizzati per le altre elezioni. Vi sono però alcuni casi in cui si è proceduto a riorganizzare e trasferire alcune sezioni; tali modifiche hanno interessato i Municipi 3, 4, 5, 7, 9, 14 e 15 e possono essere verificate in questa pagina.

 

Per votare è sufficiente presentarsi con un documento d’identità valido e la tessera elettorale, che però per il referendum non verrà timbrata.

In caso di smarrimento della tessera elettorale ci si può rivolgere al proprio Municipio o all’Ufficio Elettorale in Via Luigi Petroselli n. 50, i quali uffici in occasione del referendum osserveranno i seguenti orari:

sabato 10 novembre                        9:00 – 18:00

domenica 11 novembre                   8:00 – 20:00

 

È possibile richiedere assistenza per il trasporto ai seggi degli elettori con disabilità.

 

All’elettore verranno consegnate due schede di colore diverso, una per quesito, sulle quali saranno presenti due caselle, una per il sì l’altra per il no. I quesiti su cui votare sono i seguenti:

Quesito n. 1

“Volete voi che Roma Capitale affidi tutti i servizi relativi al trasporto pubblico locale di superficie e sotterraneo ovvero su gomma e rotaia mediante gare pubbliche, anche ad una pluralità di gestori e garantendo forme di concorrenza comparativa, nel rispetto della disciplina vigente a tutela della salvaguardia e della ricollocazione dei lavoratori nella fase di ristrutturazione del servizio?”

Quesito n. 2

“Volete voi che Roma Capitale, fermi restando i servizi relativi al trasporto pubblico locale di superficie e sotterraneo ovvero su gomma e rotaia comunque affidati, favorisca e promuova altresì l’esercizio di trasporti collettivi non di linea in ambito locale a imprese operanti in concorrenza?”

 

Ogni altra informazione potrà essere chiesta al numero di telefono 060606.

 

Buon voto a tutti!

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I nostri ultimi Tweets

Solo i vigili non conoscono il parcheggio serale di largo Goldoni, probabilmente degli avventori di un noto locale.
Dal 2019 lo segnaliamo ma il malcostume impera indisturbato. Che poi una multa equivarrebbe alla mancia al ristorante …
#fotodelgiorno

Il primo e vero Ponte di Castel Giubileo, nascosto oggi da un viadotto del GRA. Quel che resta della passerella in ferro, protagonista durante la seconda guerra mondiale e comparsa in diversi film del ‘900. Un racconto di Lorenzo Grassi.

Roma Capìta, un podcast per capirci qualcosa in più.
I ragazzi di Roma Smistamento pubblicano su Spotify e sui loro social un approfondimento da non perdere su quello che accade nella Capitale. Questo mese ospite anche Diarioromano.
#fotodelgiorno

Load More

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria