L’incredibile gaffe sulla riapertura della metro A

Metro Linea A: Chiusa Stazione Barberini (foto Andrea Giannetti/Ag.Toiati)

Il 15 aprile, alla presenza dell’Assessore Meleo, si è tenuta la Commissione Mobilità per discutere la riapertura delle 3 stazioni centrali della Metro A di Repubblica, Barberini e Spagna, chiuse da lungo tempo a causa del guasto delle scale mobili.

La chiusura delle 3 stazioni è dovuta al fatto che le 3 stazioni hanno solo scale mobili, e sono prive di scale fisse. ATAC esclude l’ipotesi di poterle utilizzare da ferme.

Secondo l’impresa manutentrice l’elevato numero di guasti potrebbe dipendere dalle cattive abitudini dell’utenza (NDR: non si capisce però quali siano). Sembrerebbe da escludere l’ipotesi sabotaggio, visto che le scale mobili sono sorvegliate h24 da telecamere, ed i filmati relativi agli incidenti sono a disposizione della Magistratura. Le scale mobili comunque hanno solo 10 anni dall’installazione, a fronte di un limite di vita tecnica limitato per legge a 30 anni.

ATAC ha annunciato di aver revocato il discusso contratto con Metroroma scarl (stipulato a Maggio 2017), in quanto da tempo non rispettava alcuni parametri del Capitolato. La Società potrà però continuare ad occuparsi della manutenzione fino a quando non ci sarà un nuovo affidamento (NDR: che revoca sarebbe?).

ATAC nel frattempo ha aggiudicato ad OTIS (senza gara, in estrema urgenza) un appalto della durata di un anno per controlli e verifiche su impianti di loro costruzione, che sono 23 (NDR: gli impianti in esercizio pubblico sono in totale 654, tra scale mobili, ascensori e montascale, mentre gli impianti totali sono 731. Restano quindi in gestione a Metroroma 708 impianti?).

ATAC ha inoltre istituito delle navette sostitutive per un totale di 190 corse al giorno, con una frequenza in ora di punta di 6/7 minuti. La stazione di Spagna è però in area pedonale e non è raggiunta direttamente.

L’Assessore Meleo il 10 Aprile a Rai Uno Mattina aveva preannunciato la possibile apertura di Spagna entro pochi giorni, e l’apertura di Repubblica entro Pasqua.

Nel corso della Commissione un dirigente ATAC ha parlato invece di riapertura della stazione di Spagna posticipata al 17 o 18 aprile, e della riapertura di Repubblica nella settimana dopo Pasqua. Nessuna previsione per Barberini, ancora sotto sequestro.

A brevissima distanza è arrivata la clamorosa e secca smentita del Ministero dei Trasporti, che rilascia il Nulla Osta alla riapertura degli impianti. Il suo organo di verifica infatti, l’Ustif, non ha ancora ricevuto da ATAC i documenti richiesti, attestanti la corretta esecuzione delle manutenzioni. A seguire ATAC ha confermato l’equivoco, ammettendo di fatto che la riapertura della stazioni è più lontana di quanto prospettato.

Un’ultima nota: a fine marzo si era parlato di dimissioni di tutti i responsabili delle scale mobili di ATAC, dunque quando verranno trasmessi i documenti all’Ustif? Quanto ci vorrà per il Nulla Osta? Sulla base di cosa l’Assessore Meleo aveva parlato, su rete nazionale, di riapertura delle stazioni in pochi giorni?

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I nostri ultimi Tweets

Come sta messa la (non più) nuova Fiera di Roma?
Uno dei tanti percorsi pedonali dell’area della Fiera di Roma interrotto da una vegetazione fuori controllo. L’ennesima declinazione di una città allo sbando.
#fotodelgiorno

Tra sparate del ministro Urso e inerzia del Comune prosegue indisturbato “tavolino selvaggio”.
Ancora una volta Governo e Comune sembrano giocare al gatto col topo, salvo operare entrambi per mantenere il caos su strade e piazze di Roma.

Sabato 18 maggio è la Notte dei Musei.
Apertura straordinaria al pubblico dalle ore 20.00 alle 2.00 dei Musei Civici e di molti spazi culturali. Per tutti i dettagli seguire il link al post.
#fotodelgiorno

La Polizia locale abbandona #Capocotta. Bozzi @Azione: “La spiaggia libera più bella ridotta a terra di nessuno dal Campidoglio e dal #MunicipioX, chioschi a bando senza sorveglianza, no bagnini, no servizi. Siamo tornati agli anni ’80” @10azione #Roma

Load More

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Ancora cronache di degrado dall’Esquilino

Nuova iniziativa dei residenti del rione che sono scesi in strada chiedendo l’intervento delle forze dell’ordine contro il mercatino abusivo di via Principe Amedeo. L’inutile intervento di una pattuglia della Polizia di Stato

Leggi l'articolo »