Le piccole illegalità generano mostri. Il caso della rivolta degli immigrati contro i vigili

Investimento ambulante via San Gregorio-2
Il bus che ha investito l’ambulante (foto Romatoday)

Ieri è andato in onda un nuovo episodio della storia dell’illegalità diffusa a Roma, con elementi che dimostrano chiaramente i passi in avanti fatti verso possibili sommosse popolari.

E’ successo che durante un controllo dei vigili nell’area del Colosseo, un cittadino extracomunitario, probabilmente bengalese, ha attraversato correndo la strada e, non accorgendosi dell’arrivo di un autobus dell’ATAC, ne è stato investito; l’uomo è stato subito soccorso e ricoverato in ospedale in codice rosso, non è però in pericolo di vita.

Testimoni affermano che l’uomo investito era uno degli ambulanti abusivi che operano nell’area, anche perché correva con le buste della mercanzia, e alla vista dei vigili è fuggito attraversando la strada senza guardare. Fin qui non ci sarebbe purtroppo nulla di strano, a parte rammaricarsi per il fatto che una persona ha messo a repentaglio la propria vita per non rischiare le conseguenze della sua attività illecita.

Ma è quello che è seguito a questo episodio che rende la cosa grave. Alla notizia dell’accaduto infatti, alcune centinaia di extracomunitari si sono radunati in piazza di Spagna e a Colle Oppio per protestare contro l’accaduto ed è stato necessario un nuovo intervento dei vigili, incluso un elicottero a sorvegliare le zone, per disperderli e tornare alla normalità.

Sarebbe stato interessante chiedere ai manifestanti improvvisati i motivi della loro protesta. C’è da immaginare che ce l’avessero con i modi con cui i vigili fanno i controlli, modi che evidentemente constringono gli ambulanti irregolari a fuggire mettendo a rischi la loro vita. O forse ce l’avevano con i controlli stessi dei vigili, che loro preferirebbero non venissero fatti proprio (tanto hanno un’efficacia praticamente nulla).

Insomma, come si può capire, evidentemente pare si stia rivoltando il mondo, con i truffaldini che cominciano a pretendere l’impunità e gli agenti che devono fare sempre più salti mortali per operare in modo “politicamente corretto”.

ambulanti abusivi
Un gruppo di abusivi a Santa Maria Maggiore

 

Da sottolineare che il malcapitato è stato prontamente soccorso, trasportato in ospedale e curato con tutto il necessario, come si fa nei paesi civili. Peccato che il tipo probabilmente, e con lui la gran parte dei manifestanti, non ha mai contribuito a che quell’ospedale stia lì e fornisca i propri servizi a tutti. E se saranno sempre di più quelli che se ne approfittano, sbarcando il lunario come capita senza contribuire con tasse e imposte, finirà che quell’ospedale non potrà più fornirle le cure in maniera indistinta.

E’ questo un altro esempio di come le piccole illegalità generano mostri sempre più grandi e se non si dà una mossa il nuovo Prefetto Gabrielli, finiremo con l’assistere a moti di piazza, con da una parte i tanti farabutti a pretendere l’impunità e le persone perbene, stanche di subire in silenzio, a fronteggiarli con la semplice richiesta di legalità.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I nostri ultimi Tweets

La situazione della Roma Nord a Maggio 2024.
Continuano i disagi per i pendolari della ferrovia ex concessa sia come ritardi che cancellazioni. Proseguono i lavori presso la stazione di Acqua Acetosa ma resta sempre carente l’informativa agli utenti.

A seguito di notizie di stampa sull’iniziativa del “treno dell’inclusività” ci sono pervenute numerose richieste per conoscere costi e dettagli.

Comunichiamo di aver inviato proprio stamattina ad ATAC S.p.A. un Accesso Civico Generalizzato per ottenere tali informazioni.

Il nostro impegno continua ma le pubblicazioni non saranno più regolari.
Dopo quasi 10 anni rallentiamo il ritmo, pur restando una voce attenta e aperta al contributo di cittadini e comitati. Un momento di riflessione a metà mandato di @gualtierieurope.

Load More

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Stiamo perdendo anche Garbatella?

“Sarebbe urgente mettere un argine a tutto questo se non vogliamo stravolgere molte nostre città, che si stanno trasformando in mega luna park, e ristoranti a cielo aperto.” Il contributo di una lettrice.

Leggi l'articolo »