La strana storia dei bus a idrogeno finanziati dall’Ue e mai comprati

Un bus a idrogeno a Bolzano

 

La UE ha da tempo lanciato un piano strategico finalizzato alla massima riduzione delle emissioni inquinanti e della dipendenza energetica dalle fonti fossili, attraverso l’utilizzo di combustibili alternativi al petrolio, tra cui l’idrogeno.

L’idrogeno in particolare rappresenta una fonte di energia sicura, priva di anidride carbonica e di polveri sottili, e può essere ottenuto da fonti rinnovabili (eolico, fotovoltaico, biomasse).
I veicoli a celle a combustibile alimentati a idrogeno, oltre ad essere silenziosi e non inquinanti al pari dei veicoli elettrici a batteria, hanno l’ulteriore vantaggio di avere autonomia e tempi di rifornimento simili a quelle dei veicoli tradizionali.

L’idrogeno è l’elemento più leggero conosciuto dall’uomo e, in caso di fuoriuscita, si disperde rapidamente nell’atmosfera. In caso di incendio la fiamma rimane localizzata anziché provocare esplosioni improvvise.

Nel contesto del progetto internazionale 3Emotion, la UE ha co-finanziato per Roma l’acquisto di 5 autobus a idrogeno, con l’obiettivo di raccogliere una serie di dati operativi a livello europeo quali costi di esercizio, affidabilità, complessità della manutenzione, consumi e autonomia, velocità di rifornimento e sicurezza.
In Italia questa tecnologia è già presente a Milano, Bolzano, Ravenna e Venezia (un battello).
Roma Servizi per la Mobilità aveva pianificato la sperimentazione a Roma sulla linea bus 781 (Magliana-Termini), per un minimo di 3 anni, e l’entrata in esercizio doveva avvenire presumibilmente entro il 2019.

In primis è stata allestita una stazione di rifornimento sul G.R.A. all’altezza della Roma-Fiumicino (la 1ª nel Lazio), già operativa da inizio 2018. Non si conoscono i costi di realizzazione né con quali fondi sia stata finanziata, ma a Bolzano un’analoga stazione è costata oltre 5 Milioni di euro.

L’appalto per l’acquisto dei 5 autobus e il full service manutentivo per 3 anni, è stato interamente finanziato con fondi UE (2,4 Milioni€) e fondi della Regione Lazio (altri 1,9 Milioni€), mentre ATAC ha assunto l’incarico di procedere alla relativa gara.
Nel più totale silenzio della Giunta 5 stelle, ATAC ha pubblicato il bando a febbraio 2018, ma la gara è andata deserta. Non risulta che sia stata più riproposta, e i 5 autobus non compaiono nemmeno nel Piano Industriale di ATAC.

Mentre dunque Milano sperimenta da anni l’idrogeno e compra autobus elettrici, la Giunta “ecologista” romana ha finanziato un bando per l’acquisto di 320 bus Diesel Euro6 (altra gara andata deserta) e successivamente ha prenotato, tramite piattaforma Consip, l’acquisto di 136 bus Diesel Euro6 e 91 bus a metano (totale: 227).

Chi è che favorisce le lobby del fossile..?

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Che brutto il plexiglass intorno alle aree archeologiche. Da tempo immemore alcune aree archeologiche a Roma sono circondate da indegni pannelli in plexiglass rovinati e imbrattati. A quando la loro rimozione? #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Che brutto il plexiglass intorno alle aree archeologiche.

Da tempo immemore alcune aree archeologiche a Roma sono circondate da indegni pannelli in plexiglass rovinati e imbrattati. A quando la loro rimozione?
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/OidSLFYrT1

Semplicemente sconfortante, segno che in fondo nulla è ancora cambiato. @gualtierieurope twitter.com/battaglia_pers…

@gualtierieurope @Corriere A proposito di rifiuti, ha forse chiarito la questione delle fototrappole tutte disattivate? Retweeted by diarioromano

Mezzocammino, il quartiere dei #fumetti. Gli eroi dei sogni qui sono realtà. Ogni strada, parco e scuola porta il nome dei grandi artisti del passato e dei loro protagonisti... 👇📰 diarioromano.it/mezzocammino-i…

Auto abbandonata o magazzino in strada? In via Aurelio Cotta (Numidio Quadrato) c’è una vecchia Lancia Y10 che sembra abbandonata, ma all’interno si vedono pezzi di altre auto. Magazzino di qualcuno? #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Auto abbandonata o magazzino in strada?
In via Aurelio Cotta (Numidio Quadrato) c’è una vecchia Lancia Y10 che sembra abbandonata, ma all’interno si vedono pezzi di altre auto. Magazzino di qualcuno?
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/rGBiQnF6q2

A rischio l’autorevolezza dell’Agenzia Controllo Qualità dei Servizi di Roma Capitale? Oggi in #AssembleaCapitolina una delibera che propone di portare da 5 anni a uno la durata in carica del vertice, oltre ad una drastica riduzione dei compensi 👇📰 diarioromano.it/a-rischio-laut…

28 9 in #assembleacapitolina voto su modifica @ACoS_Roma agenzia controllo qualità servizi: chiediamo mandato Presidente resti di 5 anni, no 1 anno @thegoodlobbyit, @openpolis, @Cittadinanzatti,@DD_Forum,@PortavoceFtsl @MercurioPsi @diarioromano carteinregola.it/index.php/modi… Retweeted by diarioromano

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close