vigili

La foto sopra è stata scattata qualche giorno fa in via Petroselli, davanti l’entrata del Municipio I, e mostra sulla sinistra due vigili intenti a parlare con una persona. La particolarità della cosa è che chi scrive era passato di lì una mezzora prima e la scena era la stessa, segno che per almeno una mezzora due agenti di PLRC si sono intrattenuti a parlare, apparentemente in maniera amabile, in una zona alquanto “calda” come cose da fare.

Basta guardare la foto infatti per accorgersi degli immancabili veicoli in sosta vietata e soprattutto dello scorrazzare continuo di moto e motocicli sul marciapiedi (in fondo nella foto) laddove essi andrebbero condotti a mano.

A parere di chi scrive queso è il problema di fondo dei vigili romani: la totale mancanza di consapevolezza sul loro ruolo di tutori dell’ordine, il che vuol dire “dirigere” i comportamenti dei cittadini verso il rispetto delle regole che sono alla base della civile convivenza. Evidentemente per il vigile medio il proprio compito è svolgere il servizio specifico a cui è stato assegnato disinteressandosi di tutto quello che succede a contorno.

Al contrario l’aspettativa di sempre più cittadini è che il vigile sia una specie di sentinella che osserva quello che gli accade intorno e se possibile interviene oppure passa la segnalazione al collega o gruppo responsabile. L’intervento poi potrebbe consistere in una sanzione ma spesso potrebbe essere anche solo un avvertimento che, se fermo e deciso, a volte è molto più efficace della multa. Quello di cui Roma ha bisogno sarebbero vigili appassionati che con un occhio controllano il traffico mentre con l’altro sanzionano i veicoli in sosta selvaggia, che mentre mandano via i venditori abusivi prendono nota degli adesivi e cartelli illeciti da segnalare all’ufficio competente, che riportano alla legalità le bancarelle, convincendo gli ambulanti a rispettare lo spazio concesso senza appendere roba agli ombrelloni, che quando entrano in un bar prima di prendere il caffè gli fanno togliere i menù abusivi esposti fuori e gli chiedono se i tavolini esterni sono autorizzati.

La realtà invece è quella mostrata dalla foto: due agenti svogliati che sono lì per chissà quale servizio e che trovano tutto il tempo che vogliono per parlare amichevolmente. Peraltro un corpo di Polizia che dà quotidianamente questa immagine perde inevitabilmente di autorità e si ritrova spesso ad essere violentemente attaccato dai furfanti di turno (come è successo per i tavolini abusivi o più volte nei campi Rom).

Se qualcuno, Clemente, Marino o chi per loro, non riuscirà a cambiare questo stato di cose, Roma sarà condannata ad avere un corpo di Polizia Locale che cammina col freno tirato ed a retromarcia. Chiaramente non possiamo più permettercelo.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

La maggioranza #M5S sempre più in confusione sulle #OSP. Normativa ancora rimandata, col presidente @AndreaCoiaM5S che accusa il #PD di ostruzionismo mentre è la sua maggioranza che si sta dividendo sul disastro da lui orchestrato🤷🏻‍♂️ ▪️ 👇📰 diarioromano.it/la-maggioranza…

La PA a #Roma è come un acquario in acqua stagnante. Intervista ad Alfredo Martini (@CCantiere). Una classe amministrativa più giovane, 15 veri comuni autonomi e flessibilità urbanistica. Una ricetta per uscire dalla crisi tremenda del dopo #Covid. ▪️ 👇📰 diarioromano.it/la-pa-a-roma-e…

Continua ad essere troppo frequente vedere autoveicoli in sosta sulle #ciclabili. Possibile sia così difficile reprimere infrazioni così odiose? (foto @bikediablo via Twitter) . #Roma #foto #lettori 📸

test Twitter Media - Continua ad essere troppo frequente vedere autoveicoli in sosta sulle #ciclabili. Possibile sia così difficile reprimere infrazioni così odiose? (foto @bikediablo via Twitter)
.
#Roma #foto #lettori 📸 https://t.co/2rcCjPcC8B

E niente, anche oggi la normativa definitiva sulle OSP verrà forse approvata domani, anzi al meglio lunedì. Ma per il presidente @AndreaCoiaM5S la responsabilità è sempre di qualcun altro. facebook.com/AndreaCoiaM5SR…

PD giù la maschera. Contro la delibera per aiutare le attività produttiveVirginia Raggi

Pubblicato da Andrea Coia su Venerdì 3 luglio 2020
Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close