tazzina zucchero

 

 

Faccio così: seguo le frasi. Le frasi spezzate. Le raccolgo e le riaggiusto. A qualcosa metto un bastoncino di legno. Intorno ad altre tengo stretto un fazzoletto. Si possono aggiustare le frasi. Me lo ripeto come un mantra “tutto si aggiusta, tutto si aggiusta”. Chi lo diceva? Non me lo ricordo. Lo diceva qualcuno più bravo di me, qualcuno che aggiustava le cose.

Tutto si può aggiustare. Un uomo al supermercato voleva comprare un pacco di zucchero. E la moglie lo ha redarguito. Ha detto: “No, ce l’abbiamo già”! E lui ha abbassato gli occhi. Infelice. Ho sentito che qualcosa dentro di lui si rompeva.

Ed io lo avrei voluto aggiustare. Avrei comprato decine di pacchi di zucchero. E a lei un paio di occhiali. Come fai a non vedere che si è rotto. Quando è successo? Basta un pacchetto di zucchero. E forse due tazzine nuove. A me le hanno regalate a Natale. E la mia vita è migliore. E se un giorno il gatto ne rompesse una, io direi “tutto si aggiusta, tutto si aggiusta”.

 

 

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I nostri ultimi Tweets

Il nostro impegno continua ma le pubblicazioni non saranno più regolari.
Dopo quasi 10 anni rallentiamo il ritmo, pur restando una voce attenta e aperta al contributo di cittadini e comitati. Un momento di riflessione a metà mandato di @gualtierieurope.

Stiamo perdendo anche Garbatella?
“Sarebbe urgente mettere un argine a tutto questo se non vogliamo stravolgere molte nostre città, che si stanno trasformando in mega luna park, e ristoranti a cielo aperto.” Il contributo di una lettrice.

Inseguendo Lafuente, l’architetto che costruì il Moderno a Roma.
In anteprima per diarioromano, le fotografie dell’ultimo libro di Stefano Nicita su uno dei più interessanti progettisti del novecento.
@sfnnicita
👇

Load More

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Stiamo perdendo anche Garbatella?

“Sarebbe urgente mettere un argine a tutto questo se non vogliamo stravolgere molte nostre città, che si stanno trasformando in mega luna park, e ristoranti a cielo aperto.” Il contributo di una lettrice.

Leggi l'articolo »