tazzina zucchero

 

 

Faccio così: seguo le frasi. Le frasi spezzate. Le raccolgo e le riaggiusto. A qualcosa metto un bastoncino di legno. Intorno ad altre tengo stretto un fazzoletto. Si possono aggiustare le frasi. Me lo ripeto come un mantra “tutto si aggiusta, tutto si aggiusta”. Chi lo diceva? Non me lo ricordo. Lo diceva qualcuno più bravo di me, qualcuno che aggiustava le cose.

Tutto si può aggiustare. Un uomo al supermercato voleva comprare un pacco di zucchero. E la moglie lo ha redarguito. Ha detto: “No, ce l’abbiamo già”! E lui ha abbassato gli occhi. Infelice. Ho sentito che qualcosa dentro di lui si rompeva.

Ed io lo avrei voluto aggiustare. Avrei comprato decine di pacchi di zucchero. E a lei un paio di occhiali. Come fai a non vedere che si è rotto. Quando è successo? Basta un pacchetto di zucchero. E forse due tazzine nuove. A me le hanno regalate a Natale. E la mia vita è migliore. E se un giorno il gatto ne rompesse una, io direi “tutto si aggiusta, tutto si aggiusta”.

 

 

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close