Robab

 

Ieri una musica dolcissima usciva da un’officina: era il suono di un Robab. Poi il sorriso dell’operaio afgano che, a fine giornata  si riposa suonando le sconosciute melodie  della sua terra lontana.
Incantata ho ascoltato.

🙂

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I nostri ultimi Tweets
Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria