Quelli che a Tor Tre Teste una volta chiamavamo “i giardinetti” sono ridotti ad una landa semideserta punteggiata di ceppaie a mo’ di tombe.

La foto che segue, presa su via Davide Campari, un tempo mostrava un enorme ombrello di albizie, mentre oggi i pochi alberi sopravvissuti sembrano compatire i fratelli che non ce l’hanno fatta.

 

 

Stessa desolazione da altra angolazione:

 

 

Qualche vista dell’interno del parco.

 

 

 

Che poi a vederlo così non sembra neanche troppo male: erba verde, abbastanza tagliata, ancora un discreto numeri di grandi alberi presente. A confronto con tante altre aree verdi di Roma questi giardinetti non ne escono poi così male. Rimane però l’amarezza al ricordo di come quest’area venisse tenuta fino a pochi anni fa.

 

Peraltro nel 2002 “i giardinetti”vennero intitolati ad un colonnello dell’aeronautica, Davide Franceschetti, un ragazzo cresciuto in quel quartiere e morto nel 2001 in un incidente di volo.

 

 

Fine di una breve riflessione autobiografica, costatando una volta di più come quella che un tempo era la mera normalità, ossia la semplice manutenzione di un piccolo parco, oggi appaia come una chimera irraggiungibile.

 

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I nostri ultimi Tweets

La Polizia locale abbandona #Capocotta. Bozzi @Azione: “La spiaggia libera più bella ridotta a terra di nessuno dal Campidoglio e dal #MunicipioX, chioschi a bando senza sorveglianza, no bagnini, no servizi. Siamo tornati agli anni ’80” @10azione #Roma

Va bene cercare visibilità, ma così saltano tutte le regole della civile convivenza. Inoltre chiunque potrebbe replicare con la sola convinzione che la sua sia una “giusta” causa.

Largo Ettore Rolli: la brutta fontana guasta da sempre e il degrado che la circonda.
Le attrezzature sportive sono recintate, il giardinetto Gattinoni oggetto di un contenzioso con i residenti. E tanti senza tetto hanno deciso di vivere qui.

All’Aventino compaiono le nuove campane del vetro.
Con una forma a uovo, sono dotate anche di apertura bassa per i disabili. Presto saranno sostituite anche nel resto della città.
#fotodelgiorno

Load More

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria