C’erano una volta le frutterie romane, le alternative un po’ più ricercate ai banchi del mercato dove quasi quotidianamente si usava comprare frutta e verdura.

 

sordi
Il fruttarolo Alberto Sordi in “Le vacanze intelligenti”

 

Lentamente ma inesorabilmente quasi tutte le tradizionali frutterie sono state prese da cittadini extracomunitari e di nuove ne sono state aperte, segno che costoro sono riusciti a trovare delle modalità di gestione molto profittevoli. C’entra probabilmente la loro disponibilità a fare turni di lavoro lunghissimi, con casi frequenti di personale che dorme negli stessi negozi, oltre ad affiancare spesso alla frutta tanti altri prodotti, lecitamente o meno.

Una caratteristica che da qualche anno si è ormai affermata per tutte le frutterie a Roma è l’esporre la merce sul marciapiedi antistante l’esercizio, estendendo in maniera significativa la superficie espositiva. Di seguito qualche esempio.

 

Emo
Via Angelo Emo

 

CasalBertone
Via di Casal Bertone

 

A dispetto del fatto che ormai questa pratica di occupare i marciapiedi sia stata adottata da tutte le frutterie, essa è illegittima e configura un’occupazione abusiva del suolo pubblico.

Come possano gli esercenti commettere una tale patente violazione tutti i giorni, evidentemente in asssenza di sanzioni, deve avere a che fare con la notoria incapacità della PLRC di controllare il territorio; la stessa incapacità di reprimere la sosta selvaggia, i tavolini abusivi, i cartelli abusivi, ecc.

Pur consapevoli che non si tratta di un problema critico, siamo però convinti che anche questo malcostume delle frutterie vada perseguito con la necessaria costanza. Non è che ci voglia molto d’altronde: se infatti per bar e ristoranti c’è sempre il dubbio che il locale possa avere una concessione OSP, per le frutterie tali concessioni non sono consentite. Se quindi un vigile vede una frutteria con la merce all’esterno può immediatamente e velocemente sanzionarla. E siamo sicuri che basterebbero un paio di verbali per convincere il titolare a smetterla con il malcostume.

Troppo facile Comandante Clemente?

 

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

#RomaMobilità per l'ENNESIMA volta dà informazioni SBAGLIATE‼️ Ass @eugenio_patane forse è il caso di rivedere l'infomobilità, come Le ho suggerito (era chiusa "solo" da Ottaviano a Termini)🙊🙊🙊 Retweeted by diarioromano

Il “paradiso” a #Roma. Immagine da piazza del Paradiso, pieno centro storico. (G.I.) #fotodelgiorno

test Twitter Media - Il “paradiso” a #Roma.
Immagine da piazza del Paradiso, pieno centro storico. (G.I.)
#fotodelgiorno https://t.co/tPfS7zFygk

"Local police authorities advised to limit #RomaGiocaSostenibile initiative to tennis and rugby events out of public order concerns ..." Davvero @gualtierieurope vuole affrontare il #Giubileo con questa @PLRomaCapitale? Lo cambiamo 'sto comandante??? twitter.com/francis_rojo_/…

Ho scritto nel DOSSIER consegnato 3mesi fa a Lei Ass @eugenio_patane e al Presidente #ATAC cosa fare, in previsione di quello che sarebbe successo e che stava già accadendo. Interventi IMMEDIATI e a COSTO ZERO. ZERO interesse e ZERO risposte. Grazie Retweeted by diarioromano

#Riforma cartelloni pubblicitari: Roma (anzi la politica romana) non la vuole e non si farà. Un'audizione in commissione commercio mette forse la parola fine al processo iniziato 15 anni fa. 👇📰 diarioromano.it/riforma-cartel…

Un'altra morte delle 150 ogni 12 mesi di cui lei, sindaco @gualtierieurope, è responsabile per non aver dato seguito alle richieste delle associazioni per la sicurezza stradale. Basta annunci di iniziative spot e prenda alla lettera le richieste di @VIVINSTRADA! twitter.com/Antincivili/st…

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

L’efficacia di AMA

  In un angolo di Monti l’immagine della situazione rifiuti a Roma: l’evanescente comunicazione di AMA fianco a fianco con l’inefficacia della sua raccolta rifiuti

Leggi l'articolo »

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close